Guest elledi

CASTEL DEL MONTE

Recommended Posts

Guest elledi   
Guest elledi

CASTEL DEL MONTE : edificio del XIII secolo che dà il nome ad una frazione del comune di Andria, in Puglia, vicino a Santa Maria del Monte.È situato su una piccola collina della catena delle Murge occidentali, a 540 metri s.l.m.L’edificio ha pianta ottagonale (16,30 m per lato all’esterno) e ad ogni angolo si erge una torretta a sua volta ottagonale (lato 3,10 m), mentre l’ottagono che corrisponde alla corte interna ha lati di 8,65 m ciascuno. Il diametro dell’intero castello è di 56 m, mentre il diametro di ogni torre è di 7,80 m. Le torri sono alte 24 m.L’edificio fu realizzato dall’architetto Riccardo da Lentini, pare sulle rovine di una precedente fortezza prima longobarda e poi normanna, su incarico di Federico II di Svevia. Il maniero doveva essere quasi completato nel 1240, come testimonia una lettera scritta dallo stesso imperatore al giustiziere Riccardo di Montefuscolo, in cui ordinava di procedere senza indugio alla sistemazione del lastricato.Seguì un lungo periodo d’abbandono, durante il quale il castello venne presumibilmente spogliato degli arredi e delle decorazioni parietali di marmo (le cui tracce restano visibili solo in piccolissima parte), e divenne oltre che carcere anche un ricovero per pastori. Nel 1876 il castello venne infine acquistato dallo Stato italiano, che ne predispose il restauro a partire dal 1928. Nel 1996 l’UNESCO lo ha iscritto sulla lista dei Patrimoni dell’umanità.La decorazione dell’edificio, in origine assai ricca ma oggi quasi del tutto scomparsa, si segnala per le chiavi di volta dei costoloni, decorate con creature mitologiche e motivi vegetali, caratteristici del realismo della tarda scultura sveva, di ispirazione romaneggiante (come il Busto di Barletta). Architettura e scultura tradiscono influenze dell’edilizia francese e di quella cistercense.Ricche cornici in porfido decorano le porte. Malgrado sia comunemente definito castello, l’esatta funzione di Castel del Monte è tuttora sconosciuta. Privo dal punto di vista architettonico di elementi tipicamente militari e posto in una posizione non strategica, in realtà l’edificio non fu probabilmente una fortezza. Alcuni hanno ipotizzato che fosse una residenza di caccia, attività assai amata dal sovrano. In ogni caso si rivela come un’opera architettonica grandiosa, sintesi di raffinate conoscenze matematiche ed astronomiche.Alcune lievi asimmetrie nella disposizione delle residue decorazioni e delle porte interne, quando non dovute a spoliazioni o alterazioni, hanno suggerito ad alcuni studiosi l’idea che il castello e le sue sale, pur geometricamente perfette, fossero stati progettati per essere fruiti attraverso una sorta di percorso obbligato, forse legato a criteri astronomici.Per spiegare la totale mancanza di corridoi si è inoltre ipotizzato che al livello del primo piano vi fosse un ballatoio in legno, dal lato sul cortile interno, che avrebbe consentito l’accesso indipendente alle singole sale.L’ottagono su cui è articolata la pianta del complesso e dei suoi elementi è una forma geometrica fortemente simbolica: si tratta della figura intermedia tra il quadrato, simbolo della terra, e il cerchio, che rappresenta l’infinità del cielo, e quindi segnerebbe il passaggio dell’uno all’altro.La scelta dell’ottagono potrebbe derivare dalla Cupola della Roccia a Gerusalemme, che Federico II aveva visto durante la sesta crociata, o dalla Cappella Palatina di Aquisgrana.by elledi, 15.02.2013

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora