Recommended Posts

CI TENGO A POSTARE IN QUESTA SEZIONE UN MIO STUDIO SUL TEMA IN TOPIC.

 

Le medaglie papali sono una delle collezioni più affascinanti che si possa pensare di accumulare sia sotto il profilo artistico figurativo che sorico e documentale.
In buona sostanza costituiscono la prosecuzione della coniazione romana antica, specificamente per quanto concerne i sesterzi ed i medaglioni di bronzo.
Infatti, nemmeno a farlo apposta, alla fine del mondo antico e nell'alto medioevo la classe senatoria romana pensò bene di perpetuare il proprio potere e la sicurezza propria, dei propri discendenti e dei propri beni.
Come?
Da senatori (ormai "depotenziati" e vessati dal nuovo ordine bizantino/barbarico) si fecero uomini di curia: vescovi, poprporati, pontefici.
Così come avevano pensato e fatto gli imperatori...anche i pontefici immortalarono le proprie chiavi decussate e i propri stemmi e nomi pontificali nella moneta e sopratutto nella medaglia, arricchendo le incisioni con fatti storici, religione, santificazioni, monumenti, restauri, restituzioni, celebrazioni, campagne, traslazioni ecc. Le raffigurazioni così immortalateci spesso superano in qualità, vivacità e ricchezza quelle delle coeve monete.

Malgrado quanto sopra, come in altre sfere della medaglistica, le medaglie papali non annoverano una folta schiera di appassionati.
Ed anche questo è un piccolo mistero dell'animo umano, comunque è un vero peccato...ma non è detto che le cose non debbano cambiare in meglio, peraltro il costo piuttosto basso di queste medaglie, specie in bronzo, dovrebbe far riflettere positivamente anche gli stessi numismatici.

Sussiste anche il problema dei riconi, cioè di medaglie riconiate successivamente rispetto alla coniazione ufficiale autorizzata all'incisore camerale. Tali riconiazioni venivano effettuate:
- con coni originali ripetendo la medaglia originale, spesso per accontentare le richieste, anche dei collezionisti o raccoglitori o devoti, che non erano state soddisfatte con il limitato numero della prima coniazione;
- con coni originali ma ibridi, cioè con un accoppiamento diritto e rovescio arbitrari rispetto alla coniazione ufficiale.
- con coni ritoccati da successivi incisori, poichè quelli originali si fratturavano nel tempo per l'uso ripetuto, ma in virtù della sempre insistente domanda le coniazioni continuavano ad essere effettuate con i coni reincisi (in parte o ex novo).

Evidenzio che l'esercizio effettuato sul campo, del commercio e del collezionismo, di tali medaglie, al fine di riconoscere e classificare i riconi è uno dei più arricchenti tecnicamente, al fine di formare un occhio professionale del collezionista e/o del commerciante. Tale pratica crea valore aggiunto: cioè una competenza ed esperienza sui tondelli incisi che può essere spesa anche per le monete o medaglie di altre serie e periodi.

Sotto il profilo artistico i riconi delle monete papali non dovrebbero destare alcuna ripulsa, atteso che, molto spesso si pongono anch'esse come vere opere d'arte che hanno il pregio di consentire l'arricchimento di una raccolta o collezione anche a chi non possiede la competenza, il tempo, il portafoglio, per acquisire solamente gli originali...che , peraltro, troppo spesso sono pressocchè introvabili. Gli originali infatti sono stati coniati ed emessi in numero spesso ridotto oltre che limitato e, valutando il tempo decorso, le perdite, le rifusioni, l'accumulo nelle raccolte private e pubbliche, il loro reperimento è troppo spesso molto difficile, a volte impossibile.
Peraltro, altrettanto spesso gli stessi riconi possono essere molto rari sino alla classificazione R4, tanto da essere anch'essi reperibili solamente in poche raccolte pubbliche: Roma nel medagliere Vaticano, Firenze presso il Bargello, Bologna: raccolta pubblica, Vienna, Parigi.
Al riguardo esistono molteplici pubblicazioni e testi tra i quali si distinguono quelli recentemente pubblicati dal Dott. Adoilfo Modesti, studioso ed esperto della medaglistica pontificia, nonchè grande appassionato ed estimatore.
La pubblicazione a cura del medesimo del CNORP: Corpus Numismatum Omnium Romanorum Pontificum, è un'opera sicuramente impegantiva ma che con sintesi e precisione llustra la medaglistica papale sia per quanto concerne gli originali che i riconi.

Posto ora una medaglia in ottima conservazione e chiedo agli altri amici appassionati e/o collezionisti di individuarvi un bell'originale o un ottimo riconio, ringraziandovi sin da ora per la collaborazione che vorrete fornire a questa nuova discussione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

post-208-0-13230900-1454881265.jpg

 

post-208-0-39457000-1454881280.jpg

 

LA MEDAGLIA APPENA POSTATA SOPRA NON E' UN ORIGINALE MA UN RICONIO.

AL DIRITTO GIULIO II

AL ROVESCIO IL CASTELLO SUL PORTO DI CIVITAVECCHIA

 

 

A mio modesto parere i riconi delle medaglie (risalenti anche in epoche recenti come l'800) non vanno etichettate come patacche di scarso valore, come tanti ahimè credono. Hanno un buon valore storico-numismatico-commerciale, in quanto coniate nelle officine monetarie attrezzate per uno scopo ben preciso e nel caso accennato prima da te....... per accontentare collezionisti rimasti a bocca asciutta o per incrementare alcune raccolte. Come vedi quindi ...... "riconi ufficiali" ed in alcuni casi incisi da artisti validi, non da falsari in un garage come pietosamente visto di recente in una nota trasmissione televisiva. Penso che in qualsiasi rispettabile collezione, accanto ai pezzi autentici debbano esserci anche i riconii a dimostrazione delle differenze e di come si sono evolute le tecniche di coniazione nei secoli. Il discorso poi dei riconi fatti per fusione è un discorso a parte, quelli ad esempio sono dei falsi prodotti da privati e non dalle zecche autorizzate (talvolta d'epoca) che andrebbero, secondo il mio modesto parere, presi in considerazione come tali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Davvero affascinanti le medaglie papali, io trovo particolarmente suggestive quelle a tema architettonico, con le immagini di chiese, monumenti e piazze... nella mia biblioteca numismatica ho voluto riservare una sezione anche alla medaglistica papale, non solo le medaglie sono affascinanti, ma anche i libri sulle medaglie, in specie papali, lo sono, il mio animo bibliofilo si accende davanti alle preziose opere di Bartolotti, Miselli, Modesti e prima ancora del Patrignani. 

Un'opera recente che ho trovato assai saporita è "Impronta di sua santità: Urbano VIII e le medaglie" di Lucia Simonato, un corpus delle medaglie di questo papa accompagnato da una succosa introduzione storica che illustra la straordinaria e complessa fase di concezione artistica e poi produzione materiale delle medaglie in quel periodo...

41C9M0R7CdL.jpg

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le medaglie papali sono affascinanti...e storicamente significative, qualche anno fa' c'era in Italia un grande collezionista di buon portafoglio...si chiamava Boccia (ingegnere) e, vivo ancora lui, le medaglie avevano rialzato la testa e trovavano nuovi estimatori perchè quando un settore è liquido e dinamico ci si fida di più a comprare.

E questo dimostra anche una legge micidiale del collezionismo...non ne servono cinque e nemmeno due  per creare competizione e prezzi...

ne può bastare uno che compra spesso ed abbastanza!

Se quello viene a mancare...o si stanca e vende...o anche smette di comprare...vacilla il settore.

In questi momenti le medaglie papali stanno trovando un fondo...costano poco, i riconii poi (comunque interessanti e sono sempre prodotti ottocenteschi) si prendono da 10 a 40 euro. Qualche anno fa' costavano da 70 a 120 euro.

Con somme non importanti si potrebbe fare una bella collezione con medaglie di bronzo...l'argento costa il doppio ma non ha cifre alte...siamo sempre nelle centinaia di euri.

L'oro fa eccezione...ha risentito meno della crisi settoriale..e ci vogliono ancora cifre con tre zeri...perchè è molto raro e ha interesse internazionale vero.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora