Piakos

I LONGOBARDI: SOLIDO ORO EMESSO DA LIUTPRANDO NELLA ZECCA DI BENEVENTO

Recommended Posts

Ducato di Benevento. Solido in oro emesso perLiutprando nella zecca di Benevento durante la reggenza di Scauniperga (751-755) con al dritto il busto frontale del re recante gli attributi del potere. CNI XVIII, p. 141 n. 1

 

59c4561feb0ac_DucatodiBenevento.SolidoinoroemessodaLiutprandonellazeccadiBeneventodurantelareggenzad-ofrontaledelrerecantegliattributidelpotere.CNIXVIIIp_141n.1.jpg.6f60617874e021423f17c14eab7a3cf8.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La coniazione DELLE MONETE LONGOBARDE avvenne in due aree distinte: nella Langobardia Maior tra gli ultimi decenni del VI secolo ed il 774 e nella Langobardia Minor, nel ducato di Benevento, tra il 680 circa e la fine del IX secolo.
Inizialmente furono coniate monete che imitavano quelle bizantine e solo in seguito quelle con i nomi dei re dei Longobardi. A nord furono coniati quasi esclusivamente dei tremissi, mentre i Longobardi di Benevento coniarono anche solidi. Le monete dell'Italia meridionale hanno caratteri propri che le distinguono da quelle del nord d'Italia: anche quando a nord, verso la fine del VII secolo con Cuniperto, le monete presentarono i titoli regali e tipi nuovi, la monetazione longobarda di Benevento, come anche quella di Salerno, continuarono ad ispirarsi ai modelli bizantini. Le coniazioni beneventane e salernitane nella letteratura specialistica sono studiate separatamente.

 

 

 

Anche questa moneta proviene dalla Collezione reale, tanto per ribadire che V.E. III oltre ad essere un grande Nunismatico...amava scegliere e acquisire il meglio. D'altronde se non poteva farlo il Re...

 

59c4567d435be_DucatodiBenevento.SolidoinoroemessodaLiutprandonellazeccadiBeneventodurantelareggenzad-ofrontaledelrerecantegliattributidelpotere.CNIXVIIIp_141n.1.jpg.83133ad16f67f1e0b9370e586a6ffc2f.jpg

 

Notiamo la differenza con il solido di Astolfo...di cui abbiamo recentemente parlato in altro topic di questa sezione.

 

 

post-208-0-36502200-1455919291.jpg

 

La moneta di Benevento è canonica sul canone bizantino...anche se - a dire la verità - molto più bella rispetto alla media della produzione di Costantinopoli.

La moneta di Astolfo è improntata ad un canone realistico, a recuperare l'arte della ritrattistica romana compendiaria delle catacombe, cioè del III e del IV sec d.C.

 

Una bella differenza: lo stesso popolo longobardo ma due mondi diversi tra la Longobardia maior di Astolfo e quella minor di Salerno e Benevento.

 

dedicato a @@andreakeber

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve, ho modificato le foto di questo topic...era finita qui la foto del denaro dal pontefice Adriano I al posto di Liutprando.

Ho provveduto a togliere il primo e ad inserire la foto giusta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora