Sign in to follow this  
Admin

2 lire 1903 Prova-Progetto Johnson

Recommended Posts

Sulla scorta di una discussione relativa ad un 2 lire 1903 , vi posto anche un progetto di tale moneta

Indico i dati del copyright della foto allegata:

Asta:Numismatica Ranieri

Asta 3 (11.11.2011)

Lotto  648

Descrizione : Vittorio Emanuele III, 1900-1943. Progetto del 2 Lire 1903 in metallo argentato. M.a. Busto a testa nuda a d. Rv. Aquila sabauda coronata

su rami. Mont. 256.

Rara.

Mi permetto di osservare come il dritto riproduca un volto del sovrano più "vero" quasi scultoreo.

Il rovescio invece raffigura un'aquila  sabauda molto diversa, meno stilizzata, nonché una composizione effigiale più complessa che nella monetazione "ufficiale" invece fu alleggerita.

Agli esperti i commenti..

post-1-1392072694,47_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un peccato che non abbia preso la via della circolazione.

Mi piace moltissimo; artisticamente il dritto rappresenta una novità per l'epoca; mentre il recto ricorda molto l'aquila tedesca o austriaca.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi ero perso questo post, la raffigurazione del volto del sovrano è bellissima sembra il mezzo busto di una medaglia celebrativa..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buonasera a tutti.

Mi aggrego a quello che a scritto l'amico Daniels.

Aggiungo solo che il pendaglio al collo del Re è l'unica cosa che stona in questo bellissimo progetto.

Peccato che non sia stato dato seguito per un'emissione posteriore.

Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peccato che non sia stato dato seguito per un'emissione posteriore.

Quoto in pieno. Il pendaglio credo che rappresenti il pendaglio del collare dell'annunziata

Collare%2Bdell%2527Ordine%2Bsupremo%2Bdella%2BSantissima%2BAnnunziata.jpg

Se noti sulle medaglie capita spessissimo che il collo sia "decorato", sulle monete in effetti stona, ma è proprio qui la novità...

Share this post


Link to post
Share on other sites

credo che il sovrano volesse sottolineare la sua carica di gran maestro dell'ordine supremo della santissima annunziata...il collare dell'ordine è riportato sia al dritto che al rovescio..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ops Daniele mi ha anticipato nella risposta  ;D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo era ovvio, ma a livello estetico del dritto, il pendaglio così lungo fino al bordo stona.

Devo dire anche al rovescio è troppo lungo, ma è una mia personale opinione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ops Daniele mi ha anticipato nella risposta  ;D

Sorry  ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo era ovvio, ma a livello estetico del dritto, il pendaglio così lungo fino al bordo stona.

Devo dire anche al rovescio è troppo lungo, ma è una mia personale opinione.

Se noti, nelle 2-3 monete di prova postate, tutte (dico tutte) hanno il busto a 3/4 del re decorato fino in fondo... Che sia stata una prova anche artistica va bene,  che sia piaciuto non credo (essendo rimasto prova)....

Share this post


Link to post
Share on other sites

..... e da una parte meno male!!!

Però avrebbero potuta migliorarla e proporla in altra data .....

Rimane comunque sempre bella e sicuramente vederla al posto degli aquilini da 5 Lire non mi sarebbe dispiaciuto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Notate la ricchezza di particolari della divisa indossata dal Re.

Al rovescio ho notato la data espressa esclusivamente in numeri romani nonché la forma della Corona, che si differenzia da quella abitualmente presente sulle monete sabaude per somigliare a quella delle monete inglesi.

Peccato non sia diventata una coniazione ufficiale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Notate la ricchezza di particolari della divisa indossata dal Re.

Al rovescio ho notato la data espressa esclusivamente in numeri romani nonché la forma della Corona, che si differenzia da quella abitualmente presente sulle monete sabaude per somigliare a quella delle monete inglesi.

Peccato non sia diventata una coniazione ufficiale.

Probabilmente è proprio la straordinaria innovazione rispetto all'ordinaria coniazione sabauda che ha determinato la non coniazione in serie "ufficiale"

Anche l'aquila appare veramente simile a quella impressa sullo stemma austriaco..e si differenzia dall'aquila romana 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Notate la ricchezza di particolari della divisa indossata dal Re.

Al rovescio ho notato la data espressa esclusivamente in numeri romani nonché la forma della Corona, che si differenzia da quella abitualmente presente sulle monete sabaude per somigliare a quella delle monete inglesi.

Peccato non sia diventata una coniazione ufficiale.

Probabilmente è proprio la straordinaria innovazione rispetto all'ordinaria coniazione sabauda che ha determinato la non coniazione in serie "ufficiale"

Anche l'aquila appare veramente simile a quella impressa sullo stemma austriaco..e si differenzia dall'aquila romana

Forse era troppo ricca di particolari per rendere possibile - data la qualità dei macchinari dell'epoca - una coniazione massiccia che potesse al contempo garantire la qualità di ciascuna moneta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nello stesso anno venne progettato anche il 10 centesimi 1093 .
elemento comune con il progetto 2 lire 1093 è sicuramente il dritto.
Come potete notate, il rovescio del progetto 10 centesimi ha i caratteri simili a quello del 2 lire. Questa volta però il disegno del rovescio appare si sviluppa nella parte centrale. Lo stemma è il fulcro della composizione effigiale.

Fonte: Teutoburger Münzauktion & Handel GmbH, asta 57 (08.09.2011), lotto 996
Descrizione della casa d'aste: Vittorio Emanuele III. 1900-1946. PROBE 10 Centesimi 1903 R. KM Pn2. vorzüglich, sehr selten

post-1-1392075220,53_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nello stesso anno venne progettato anche il 10 centesimi 1093 .
elemento comune con il progetto 2 lire 1093 è sicuramente il dritto.
Come potete notate, il rovescio del progetto 10 centesimi ha i caratteri simili a quello del 2 lire. Questa volta però il disegno del rovescio appare si sviluppa nella parte centrale. Lo stemma è il fulcro della composizione effigiale.

Fonte: Teutoburger Münzauktion & Handel GmbH, asta 57 (08.09.2011), lotto 996
Descrizione della casa d'aste: Vittorio Emanuele III. 1900-1946. PROBE 10 Centesimi 1903 R. KM Pn2. vorzüglich, sehr selten


Se ricordo bene questo modello fu criticato per il rovescio "troppo vuoto".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this