Recommended Posts

"DICHIARO CHE LE MONETE/MEDAGLIE PRESENTATE SONO DI LECITA PROVENIENZA E DI MIA PROPRIETÀ’. CONFERISCO AL MUNACS IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI UNICAMENTE PER SCOPI INERENTI AL PRESENTE CONCORSO"

PERSIA

Il nome Persia (in persiano antico Pārsa) è stato a lungo usato per riferirsi alla nazione dell'attuale Iran, al suo popolo, o ai suoi antichi imperi. Tale nome deriva dall'antico nome greco dell'Iran, Persis, che a sua volta deriva dal nome del clan principale di Ciro il Grande, Pars o Parsa, che ha dato il suo nome anche a una provincia dell'Iran meridionale, Fārs (in lingua persiana moderna).

Quella che segue è una lista delle principali dinastie della Persia, che include tutti i regni e gli Imperi che hanno governato sul territorio geografico dell'attuale Iran e i loro sovrani, da Ciro il Grande a Mohamma Rez Pahlavi. Sono omesse le dinastie che hanno esercitato solo un dominio parziale sul territorio persiano.

323704fe5a5c640c0189e512aabd5177.png

Impero Achemenide 550 - 330 a.C.

La dinastia achemenide è stata una casa reale di origine persiana, dominante nell'area iranica e in seguito creatrice di un vasto impero multietnico estendentesi su territori di Asia, Europa e Africa, dalla metà del VI secolo a.C. all'invasione macedone di Alessandro Magno nel 331 a.C., con l'assassinio di Dario III nel 330 a.C.

- Siglos - Xerxes I / Darius II - 486-405 BC THE ROYAL COINAGE - 3rd type B - early (SNG Cop# 1030, BMC Greek# 15, BMC Greek# 69, SNG Cop# 281)

g824.jpgg825.jpg

 

- Siglos - Darius III - 336-330 a.C. 4th type C  (SNG Cop# 1031, BMC Greek# 176)

g567.jpgg568.jpg

Dario III Codomano (380 a.C. – Battriana, 330 a.C.) fu l'ultimo esponente degli Achemenidi sul trono di Persia, testimone delle strepitose conquiste di Alessandro Magno, il quale in pochi anni conquistò il più grande impero che il mondo avesse fino a quel momento conosciuto.

 

Impero Partico 247 a.C. - 224 d.C.

L'Impero partico era una delle maggiori potenze politiche e culturali iraniche nell'antica Persia. Era retto dalla dinastia arsacide, fondata dal primo re dei Parti, Arsace I, il quale, alla testa della tribù nomade scitico-iranica dei Parni, fondò l'Impero a metà del III secolo a.C. grazie alla conquista della regione della Partia nel nordest dell'Iran, all'epoca una satrapia in rivolta contro l'Impero seleucide.

- Drachm - Vardanes I - 40-47 d.C. Sellwood Type 64.31 - Ecbatana mint (GCV# 5788var)

20160503_174756.jpg20160503_174825.jpg

 

Vardane I è stato un sovrano dei Parti che regnò a partire dal 40 al 47.

Succedette al padre Artabano II, dovette continuamente combattere contro il suo rivale Gotarze II.

Riportò Seleucia sul Tigri sotto il dominio partico dopo una ribellione di sette anni. Ctesifonte, la residenza dei sovrani partici sulla sponda opposta del Tigri rispetto a Seleucia beneficiò di questa guerra, e per questo motivo Ammiano Marcellino chiama Vardane "fondatore di Ctesifonte".

Condusse una campagna vittoriosa contro l'esercito di Dahae al servizio di Gotarze, fino al fiume Sindes (il Tejen). Nel 47 circa fu assassinato durante la caccia; Gotarze gli succedette al trono.

 

- Drachm - Phraates - 100-150 d.C. - Kingdom of Elymais (Vassal of Parthia)

g576.jpgg577.jpg

Fra il 147 a.C. ed il 224 d.C.  in quello che era stato il territorio dell'Elam, fiorì il regno di Elimaide, non più di lingua elamitica, che rimase quasi sempre vassallo dell'Impero partico.

Re Fraate era figlio di Urdu Malka (Orode), che regnò intorno metà del secondo secolo dC.

 

Impero Sasanide 224 - 651 d.C.

L'Impero Sasanide ( Ērān Shahr in Persiano Medio "Impero Ariano") fu l'ultimo impero persiano preislamico, governato dalla dinastia sassanide dal 224 al 651. L'Impero sassanide, che era succeduto a quello dei Parti, è stato riconosciuto come una delle potenze maggiori in Asia Occidentale, Meridionale e Centrale, insieme all'Impero romano/bizantino, nella Tarda Antichità.

 

- Drachm - Yazdgard I - 399-420 AD type I/1 - Ram-Ohrmazd mint (with loop - type I/1) - Degree of rarity: Non Common 

20160515_002556.jpg20160515_002615.jpg

Yazdgard era il figlio di Sapore III, e succedette a Bahram IV. Saggio, benevolente e astuto, si dimostrò tollerante in questioni religiose, sebbene rimanesse devoto allo Zoroastrismo.

Ma quando il vescovo cristiano, Abdaas, cercò di bruciare il tempio del Grande Fuoco della capitale sasanide, Yazdgard cambiò allora politica verso i cristiani, ordinando che venissero espulsi dal regno e che tutte le chiese fossero distrutte.

Nel 419 Yazdgard si ammalò gravemente. Alla morte di Yazdgard, Barham salì al trono, con nome di Bahram V.

 

- Drachm - Peroz I - 459-484 AD type III/3 - winged crown - Goyman / Gorgan mint (Göbl# III/3)

20160503_174934.jpg20160503_174950.jpg

Alla morte di suo padre (Yazdgard II) era Governatore della distante Sistan. In sua assenza, salì al trono il fratello minore Hormizd e Peroz fu costretto a cercare protezione presso gli Eftaliti. Il re eftalita Khush-Nevaz era contento di accoglierlo e di aiutarlo nella guerra contro suo fratello. Con l'aiuto degli Eftaliti, Peroz condusse un esercito contro Hormizd, sconfiggendolo e tenendolo in cattività. Le fonti sono discordi sul destino di Hormizd dopo la sua cattura. Secondo alcune, fu condannato a morte. Tuttavia secondo lo storico persiano Mirkhond, Peroz lo perdonò e gli risparmiò la vita.

Scoppiò una guerra con gli eftaliti (gli unni bianchi). Insultato dal re eftalita Khush-Newaz, Peroz invase il paese degli Eftaliti costringendoli alla ritirata. Ma subì poi una cocente sconfitta e fu costretto ad arrendersi e a pagare loro dei tributi.

Verso la fine del suo regno, Peroz aveva formato un esercito di 50.000-100.000 uomini e invase il regno degli Eftaliti in modo da vendicarsi dalla sconfitta nella prima campagna. Tuttavia gli Eftaliti tesero un'imboscata all'esercito di Peroz. Il piano ebbe successo e i Persiani vennero sconfitti perdendo molti uomini, tra cui lo stesso imperatore. Khush-Newaz, tuttavia, trattò il cadavere del suo ex amico con rispetto e lo rimandò in Persia dove venne sepolto con grandi onori.

 

- Drachm - Hormazd IV - 579-590 d.C. type I/1 - Abarshahr / Abarsahr mint (Semnan / Khorasan) (Göbl# I/1)

DSC_0031.JPGDSC_0032.JPG

Ormisda IV, figlio di Cosroe I, fu il 21° Re di Persia, regnante dal 579 al 590 d.C.
Sembra essere stato imperioso e violento, ma non senza cuore; protesse la gente comune e introdusse una severa disciplina nel suo esercito e nella sua corte. Quando i sacerdoti chiedevano la persecuzione dei Cristiani, egli rifiutava di farlo in quanto era convinto che il trono e il governo sarebbero stati più stabili se ci fosse stata tolleranza religiosa. Di conseguenza Ormisda IV si fece molti nemici nelle classi dominanti, il che portò a molte esecuzioni e confische.

Ormisda non resse il trono per molto. I magnati deposero e accecarono Ormisda IV e proclamarono suo figlio Cosroe II re. Le fonti sono discordi sul modo in cui venne ucciso Ormisda: Teofilatto sostiene che Cosroe lo uccise alcuni giorni dopo l'accecamento; lo storico e vescovo armeno Sebeos sostiene invece che furono i cortigiani di Ormisda a ucciderlo.

 

- Drachm - Khusru II - 590-628 d.C.

595-596 - Eran-khvarrah-Shapur Khuzistan mint - type II/2 (Göbl# II/2)

obv.jpgrev.jpg

622-623 - Jayy mint - type II/3 (Göbl# IIb/3)

DSC_0036.JPGDSC_0037.JPG

Cosroe II di Persia (Ctesifonte, 570 circa – Ctesifonte, 28 febbraio 628) nipote di Cosroe I, venne soprannominato Parwiz (il vittorioso), per le numerose campagne militari guidate brillantemente; regnò dal 590 al 628.

Il 23 febbraio 628 Cosroe II, perso tutto il suo prestigio e il sostegno dell'aristocrazia, venne rovesciato e rinchiuso in un sotterraneo per ordine del figlio Siroe (che salì al trono con il nome di Kavadh II) e, dopo cinque giorni di torture, spirò.
La leggenda vuole che all'apice del suo regno si fece costruire un trono sfarzoso tripartito: i tre scranni stavano ad indicare che egli era (o meglio, sarebbe dovuto diventare) imperatore romano d'Oriente, del Vicino Oriente e dell'Asia fino all'India.

 

Conquista islamica della Persia

La conquista islamica della Persia segnò una svolta decisiva nella storia di questo Paese. Nel volgere di alcuni secoli la maggioranza dei Persiani abbandonò lo Zoroastrismo e divenne musulmana, mentre le caratteristiche della civiltà persiana venivano assorbite dalla nuova classe dirigente islamica.

La caduta rapida dell'Impero sassanide fu completata nel giro di cinque anni, e la maggior parte del suo territorio fu annessa al califfato islamico; tuttavia, diverse città persiane continuarono a resistere rivoltandosi all'autorità islamica. La popolazione locale, non costretta per forza a convertirsi all'Islam, divenne suddita del Califfato islamico, e, in quanto dhimmi (cioè non ancora convertiti all'Islam), furono costretti a pagare una Jizya ( la Jizya sostituì le tasse imposte dai Sasanidi) fin quando non si fossero convertiti all'Islam.

 

 - ½ Drachm - 'Umar b. al-'Ala - 771-782 AD (Abbasid Governors of Tabaristan)

20160319_003950.jpg20160319_004016.jpg

"DICHIARO CHE LE MONETE/MEDAGLIE PRESENTATE SONO DI LECITA PROVENIENZA E DI MIA PROPRIETÀ’. CONFERISCO AL MUNACS IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI UNICAMENTE PER SCOPI INERENTI AL PRESENTE CONCORSO"

Modificato da simoneo80
nuove foto nuova moneta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie mille per questo affascinantissimo tema. Come Museo del Collezionismo siamo molto orgogliosi di conoscere collezionisti così preparati.

 

In bocca al lupo e grazie.

 

Invito tutti gli amici del forum a seguire l'esempio di chi si è già iscritto e proporre le proprie collezioni e soprattutto gli approfondimenti che hanno originato.

 

a presto

 

Vivant Denon

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a voi per questa opportunità.

Spero vivamente che la mia collezione (anche se di pochi esemplari) susciti l'interesse di tutti, così da poter aver l'onore di esporre e di far conoscere un era, un popolo e i suoi antichi imperi a tutt'oggi poco studiati e avvolti ancora dal mistero.

 

Simone

Modificato da simoneo80
correzione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Simone! due...anzi, tre volte complimenti.

Bellissima relazione e ottimo interventi.

Non preoccupiamoci...ci sa ranno in tempi non lontani altre occasioni. 

:14_relaxed:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa collezione è riuscita ad attirare un grandissimo numero di visite su un tema così ostico come la monetazione persiana. 

Ma cosa ti ha spinto a collezionare monete persiane? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho incominciato a collezionare monete provenienti da tutto il mondo, quello attuale, grazie a delle monete lasciate da mio nonno..

il mio interesse però si è spostato verso questa monetazione perché ho sempre avuto una passione per le Grandi civiltà che hanno creato storia..Romani, Greci..e forse ancor più interesse per quelle poco conosciute..antiche come gli Egizi..in particolare per le civiltà Mesopotamiche come Sumeri, Assiri, Babilonesi..e questo mi ha portato a cercare una monetazione particolare come quella Persiana.

Studiando le loro attività e la loro storia (come studente amatoriale) ho ritenuto opportuno dare spazio ai Persiani (a discapito di quella Romana e Greca, monetazione più studiata e diffusa) e unire il mio interesse per il lato storico e la passione per il collezionismo di monete..monetazione risultata affascinante ed interessante e non molto valutata negli anni.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La monetazione che proponi ha raffigurazioni intriganti ed interessanti che affondano le radici nell'arte delle steppe euroasiatiche e nel mondo ariano-iranico.

Inoltre, l'arte persiana influenzò positivamente anche altre culture, come quella della lontana Cina.

Arte delle steppe o dei grandi pianori asiatici. Produzione artistica dei popoli nomadi (quali sciti, sarmati, culture dell'Altai) abitanti le regioni comprese tra il Danubio e la Manciuria e limitate a S dalle campagne cinesi. Relativamente uniforme lungo tutto il suo arco cronologico (prima metà del 2° millennio a.C. - ca. 1000 d.C.), l'a. delle s. privilegia la stilizzazione lineare e i motivi naturalistici: le raffigurazioni di animali della fauna locale, quali cervi, cavalli, alci ecc., o di esseri soprannaturali quali il grifone, nei più vari materiali, spesso in oro, sono legate anche ad aspetti cultuali. Quanto conosciamo dell'a. delle s. proviene unicamente dai corredi funerari ritrovati in tumuli, detti kurgan. Tramite gli unni e i goti l'a. delle s. si diffuse in Europa, specie nella produzione vichinga.

E' una grafica misteriosa, per certi versi esoterica che, peraltro anticipa anche i tratti grafici arabi, del tutto succedanei.

Vedi anche qui:

https://books.google.it/books?id=PTwY4TA76WIC&pg=PA411&lpg=PA411&dq=arte+delle+steppe&source=bl&ots=MaxN6de3Tf&sig=f1vgEEJWZeLsN4smLQ8czveNjrY&hl=it&sa=X&ved=0ahUK

Le monete di questa area restano stupende.

220px-HormizdI.jpg

Moneta di Ormisda I, coniata in Khorasan.

220px-E3_7_1_2c_oriental_coins.jpg

La regina Purandokht, figlia di Cosroe II, l'ultima donna e una degli ultimi sovrani della dinastia sasanide, 630

 

E l'intera glittica era di grande bellezza:

220px-ChosroesHuntingScene.JPG

Scena di caccia su di un piatto d'argento dorato raffigurante l'imperatore Cosroe I.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, Piakos dice:

La monetazione che proponi ha raffigurazioni intriganti ed interessanti che affondano le radici nell'arte delle steppe euroasiatiche e nel mondo ariano-iranico.

Inoltre, l'arte persiana influenzò positivamente anche altre culture, come quella della lontana Cina.

Arte delle steppe o dei grandi pianori asiatici. Produzione artistica dei popoli nomadi (quali sciti, sarmati, culture dell'Altai) abitanti le regioni comprese tra il Danubio e la Manciuria e limitate a S dalle campagne cinesi. Relativamente uniforme lungo tutto il suo arco cronologico (prima metà del 2° millennio a.C. - ca. 1000 d.C.), l'a. delle s. privilegia la stilizzazione lineare e i motivi naturalistici: le raffigurazioni di animali della fauna locale, quali cervi, cavalli, alci ecc., o di esseri soprannaturali quali il grifone, nei più vari materiali, spesso in oro, sono legate anche ad aspetti cultuali. Quanto conosciamo dell'a. delle s. proviene unicamente dai corredi funerari ritrovati in tumuli, detti kurgan. Tramite gli unni e i goti l'a. delle s. si diffuse in Europa, specie nella produzione vichinga.

E' una grafica misteriosa, per certi versi esoterica che, peraltro anticipa anche i tratti grafici arabi, del tutto succedanei.

Vedi anche qui:

https://books.google.it/books?id=PTwY4TA76WIC&pg=PA411&lpg=PA411&dq=arte+delle+steppe&source=bl&ots=MaxN6de3Tf&sig=f1vgEEJWZeLsN4smLQ8czveNjrY&hl=it&sa=X&ved=0ahUK

Le monete di questa area restano stupende.

220px-HormizdI.jpg

Moneta di Ormisda I, coniata in Khorasan.

220px-E3_7_1_2c_oriental_coins.jpg

La regina Purandokht, figlia di Cosroe II, l'ultima donna e una degli ultimi sovrani della dinastia sasanide, 630

 

E l'intera glittica era di grande bellezza:

220px-ChosroesHuntingScene.JPG

Scena di caccia su di un piatto d'argento dorato raffigurante l'imperatore Cosroe I.

Attualmente ho comprato questo libro : https://www.amazon.it/gp/product/3700176961/ref=oh_aui_detailpage_o01_s00?ie=UTF8&psc=1

Per poter catalogare al meglio le monete in mio possesso (Sasanidi) e le monete presenti sul sito Numista :http://en.numista.com/catalogue/persia-ancient-1.html

Sto scoprendo piano piano che il mondo Persiano ha influenzato davvero molteplici civiltà, questo rende il mio studio e il mio collezionismo ancor più intrigante ed interessante.

Le monete che hai proposto provengono dalla stessa cultura in due periodi e "civiltà differenti", si tratta comunque di cultura Persiana, tramandata all'epoca delle conquiste Sasanidi verso il Centro Asia e l'India. (Gli Indo-sasanidi : https://it.wikipedia.org/wiki/Indo-sasanidi)

 

Questo tipo di  monetazione si può trovare sul sito Numista, alla categoria Persia (ancient) : http://en.numista.com/catalogue/pieces73185.html

e in Central Asia: http://en.numista.com/catalogue/pieces73111.html

Naturalmente il sito è in continua evoluzione e ringrazio per le info e tutto l'aiuto possibile per catalogare al meglio le sezioni da me gestite. :10_wink:

 

 

Modificato da simoneo80

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao @simoneo80 ,

veramente molto interessante. Avevo già adocchiato prima la tua collezione e la trovo sorprendente. La storia persiana mi ha sempre affascinato e, anzi, sono rimasto talvolta frustrato nel non aver trovato un buon manuale sull'Impero Sassanide che mi interessa più di quello partico per via della mia passione per il tardo-antico. Anzi, se hai suggerimenti o indicazioni, sono assolutamente benvenuti.

Una figura della storia persiana che mi ha sempre affascinato è la storia di Mazdak. Il movimento mazdakita diede uno scossone forte fra il V e il VI secolo all'Impero Sassanide dal suo interno. I suoi seguaci affermavano che l'origine del male stava nella brama da parte dell'uomo di possedere le cose e che pertanto "i ricchi e i otenti sono uguali ai poveri dalle mani vuote." Mazdak sosteneva che non "è giusto che qualcuno abbia ricchezze superflue" e che "donne e beni bisogna dunque metterli in comune".

Ciò che colpisce non è solo la vastità di un movimento tanto anti-sistemico, in specie nella società persiana fondata sul ceto sociale di appartenenza e sulla proprietà fondiaria. La cosa incredibile è che Mazdak convinse delle sue teorie, dopo aver messo a dura prova la pace sociale, il "re dei re" Kavadh (488-531).

Ecco, non lo nascondo. Appena ho visto la tua collezione, @simoneo80 , mi sono fiondato a vedere se avevi una moneta di Kavadh. Non so neanche se sia rara o quanto costi, ma io, se dovessi scegliere una moneta persiana da cui cominciare (e il portafogli lo permettesse naturalmente), forse partirei proprio dalla sua per la storia che si cela dietro di essa. Tu pensi di aggiungerla e di mostrarcela? E' nei tuoi piani? O sono rare e difficili da acquistare le monete di questo "Re dei Re"? :10_wink:

Ciao, complimenti e grazie ancora per aver condiviso. Seguirò ansioso qualsiasi nuovo arrivo.

Modificato da Spoudaios

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao A tutti e grazie per l'interessamento e i complimenti :12_slight_smile:

Attualmente svolgo uno studio generale sulla cultura Sasanide, ma colgo al volo il tuo consiglio @Spoudaios e incomincerò a focalizzarmi sui vari Re dei Re.

Potrei davvero interessarmi a Kavad e iniziare proprio con lui, le monete in effetti sono difficili da trovare e perlopiù di medio /alto costo.. sono monete non comuni e divise in due regni:

Il primo regno 488–496 (episodio citato da @Spoudaios) dove Kavad diede il proprio sostegno alla setta fondata da Mazdak, fino al suo incarceramento tra le segrete del "Castello dell'oblio" La regione del Khūzestān.

Il secondo 498–531 dove riesce a fuggire di prigione e chiedendo aiuto agli Eftaliti nel 498 torna sul trono Sasanide, punendo i suoi oppositori e dopo essere stato un sostenitore della dottrina di Mazdak ne divenne avversario per le conseguenze sociali che causava: nel 529 i sostenitori del mazdakismo vennero perseguitati e Mazdak ucciso.

Veramente una storia intricata ed intrigante, Se avrò fortuna  e naturalmente denaro :7_sweat_smile:, posterò certamente una di queste monete, volentieri.

Colgo l'occasione per indirizzarvi su qualche libro interessante sui Sasanidi: 

- Sylloge Nummorum Sasanidarum: The Schaaf Collection

51lRERbgzyL._SX349_BO1,204,203,200_.jpg

- Sasanian Coins And History: The Civic Numismatic Collection of Milan Gariboldi

511YPN6n+QL.jpg

- Storia e Monete dei re Sasanidi - Conti S., Grimaldi J.

$_57.JPG

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 29/9/2016 at 22:10, Spoudaios dice:

Ciao @simoneo80 ,

veramente molto interessante. Avevo già adocchiato prima la tua collezione e la trovo sorprendente. La storia persiana mi ha sempre affascinato e, anzi, sono rimasto talvolta frustrato nel non aver trovato un buon manuale sull'Impero Sassanide che mi interessa più di quello partico per via della mia passione per il tardo-antico. Anzi, se hai suggerimenti o indicazioni, sono assolutamente benvenuti.

Una figura della storia persiana che mi ha sempre affascinato è la storia di Mazdak. Il movimento mazdakita diede uno scossone forte fra il V e il VI secolo all'Impero Sassanide dal suo interno. I suoi seguaci affermavano che l'origine del male stava nella brama da parte dell'uomo di possedere le cose e che pertanto "i ricchi e i otenti sono uguali ai poveri dalle mani vuote." Mazdak sosteneva che non "è giusto che qualcuno abbia ricchezze superflue" e che "donne e beni bisogna dunque metterli in comune".

Ciò che colpisce non è solo la vastità di un movimento tanto anti-sistemico, in specie nella società persiana fondata sul ceto sociale di appartenenza e sulla proprietà fondiaria. La cosa incredibile è che Mazdak convinse delle sue teorie, dopo aver messo a dura prova la pace sociale, il "re dei re" Kavadh (488-531).

Ecco, non lo nascondo. Appena ho visto la tua collezione, @simoneo80 , mi sono fiondato a vedere se avevi una moneta di Kavadh. Non so neanche se sia rara o quanto costi, ma io, se dovessi scegliere una moneta persiana da cui cominciare (e il portafogli lo permettesse naturalmente), forse partirei proprio dalla sua per la storia che si cela dietro di essa. Tu pensi di aggiungerla e di mostrarcela? E' nei tuoi piani? O sono rare e difficili da acquistare le monete di questo "Re dei Re"? :10_wink:

Ciao, complimenti e grazie ancora per aver condiviso. Seguirò ansioso qualsiasi nuovo arrivo.

Ecco finalmente sono riuscito ad avere una moneta di Kavad 

Drachm - Kavadh I - 522-523 AD Second Reign - type II/1 (Göbl# II/1) - Ahmadan mint

20161010_222914.jpg 20161010_222934.jpg

Non ho una grado di conservazione, ma a mio parere è BB/SPL

cosa ne pensate?

Modificato da simoneo80

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao@simoneo80 ,

bellissima moneta, vissuta e in buono stato di conservazione. Io direi che siamo attorno ad un bel BB o qSPL. I rilievi si notano tutti, nonostante il tempo abbia (in maniera sacrosanta secondo me) lasciato le sue tracce. E così, ecco il volto del nostro Kavadh.

Non intendendomi di monetazione persiana, avrei alcune domande basilari: la moneta è d'argento o argentata? E poi, il ritratto del sovrano è asincrono nella monetazione persiana (ovvero, prendendo una dracma di Kavadh coniata nel primo regno, troveremmo un ritratto diverso, più giovanile)?

Bellissima collezione, @simoneo80 . Come sempre ti seguo.

P.S. Grazie anche per i riferimenti bibliografici. Appena potrò, inizierò a procurarmi qualche copia di Gariboldi o Conti. :10_wink:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, Spoudaios dice:

Ciao@simoneo80 ,

bellissima moneta, vissuta e in buono stato di conservazione. Io direi che siamo attorno ad un bel BB o qSPL. I rilievi si notano tutti, nonostante il tempo abbia (in maniera sacrosanta secondo me) lasciato le sue tracce. E così, ecco il volto del nostro Kavadh.

Non intendendomi di monetazione persiana, avrei alcune domande basilari: la moneta è d'argento o argentata? E poi, il ritratto del sovrano è asincrono nella monetazione persiana (ovvero, prendendo una dracma di Kavadh coniata nel primo regno, troveremmo un ritratto diverso, più giovanile)?

Bellissima collezione, @simoneo80 . Come sempre ti seguo.

P.S. Grazie anche per i riferimenti bibliografici. Appena potrò, inizierò a procurarmi qualche copia di Gariboldi o Conti. :10_wink:

 

Grazie per i complimenti e per l'attenzione riposta nella mia collezione :14_relaxed:

La monetazione Sasanide presenta tre principali metalli:

Oro, Argento e Rame

 Per quanto riguarda il titolo dell'argento va tra 85% e 96%, la media di quasi tutte le coniazioni è circa il 90% e in rari casi è sotto 85%.

Particolare è il caso di un tipo di Dracma di Cosroe II ( con la scritta APD "Praise") che riporta un titolo del 99%

http://en.numista.com/catalogue/pieces79364.html

 riguardo i ritratti dei Re..in alcuni casi si nota effettivamente un viso più giovanile e/o senza barba, ma la caratteristica che li distingue è la CORONA.

Parte fondamentale per l'identificazione del regnante.

esempi:

Cattura.PNG

questo estratto è stato preso da un mio scritto su Numista: http://en.numista.com/numisdoc/sasanian-coins-186.html

Nel caso di Kavad tra primo e secondo regno, si distingue una corona differente e si in effetti anche un viso più giovanile:

Kavadh I - 488-496 AD First Reign - type I/1

g678.jpg

Kavadh I - 498-531 AD Second Reign - type II/1

394113.jpg

 

Sempre a disposizione e grazie ancora per l'interessamento.

Modificato da simoneo80

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, dopo parecchio tempo, eccomi qui a presentarvi altre novità riguardanti i Sovrani Sassanidi.

La mia collezione è in espansione, spero che il risultato sia piacevole ed interessante.

 

- Drachm - Ardashir I - 224-241 AD type III1/2 - SNS#35 (Type IIIb/3b Flames 2 - 4.27 g.) Group / Mint B ("Hamadan")

g1044.jpg.8067cb5693e0e1c803bf76fbea30dd01.jpgg1045.jpg.24d5bb22df504ae4ed7f6d941a33112d.jpg

Ardashīr I è stato il fondatore della dinastia sasanide.

Il regno di Istakhr (Persepoli, nel Fars) era governato da Gochihr, di cui era vassallo Papak, padre adottivo di Ardashīr. 

Papak divenne re dopo aver ucciso Gochihr, e nominò il figlio maggiore Sapore a suo successore nonostante l'opposizione dello scià. Ardashīr fu nominato argabad, sovrintendente militare, di Darabgerd (oggi Darab, Iran) e presto iniziò una serie di guerre contro i regni vicini che sconfisse e sottomise.

Alla morte di Papak, Ardashīr contese il potere al fratello Sapore che infine eliminò.

Richiamandosi alla storia achemenide, Ardashīr rivendicava anche la sovranità sui territori dell'antico impero persiano fino al mare Egeo ed alla Propontide, che erano però sotto il dominio romano, sicché lo scontro con Roma (e in seguito Costantinopoli) divenne inevitabile.

Nel 238, quando Ardashīr, approfittando della guerra civile scoppiata a Roma, invase la Mesopotamia con l'aiuto del figlio Sapore I, gli associò il trono, nominandolo re dei re.

Nel 240 vinse e distrusse l'Impero Kusana, recuperando tutti i territori corrispondenti alle antiche satrapie orientali achemenidi.

Morì nel 241 lasciando al figlio un impero ancora da consolidare e la prospettiva di un nuovo conflitto con i Romani.

Modificato da simoneo80

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

- Drachm - Shapur I type I - 241-272 AD - SNS#79 (Type IIc/1b - 4.21 g.) Style Q/b

5a6ed97716792_SASANIANSHAPURI-3.05gr22d-obv.jpg.dcbbb0ee8590809450d5d1b8b7504ae1.jpg5a6ed977d973b_SASANIANSHAPURI-3.05gr22d-rev.jpg.87b2931c7b30609b487858316b59cab1.jpg

Sapore I, figlio di Ardashir I, partecipò con il padre alla campagna contro gli Arsacidi, che permise ai Sasanidi di impossessarsi della Persia.

Conseguì numerose vittorie contro gli eserciti dell'Impero Romano.

In seguito fu Ardashir stesso a incoronare Sapore re (12 aprile 241) le monete di Ardashir di questo periodo continuano a mostrare la consueta raffigurazione di un elaborato altare del fuoco con la legenda "Fuoco di Ardaxštar", ma lo rappresentano insieme ad un giovane principe, Sapore, identificato anche dalla legenda "Divino Sapore Re dell'Iran, il cui seme viene dagli dei". (purtroppo non sono in possesso di una di questo monete tipo).

Sapore continuò le campagne contro l'Impero Romano iniziate dal padre.

Fu durante il regno di Sapore che il profeta Mani, fondatore del Manicheismo, iniziò la sua predicazione in Persia; Sapore stesso pare abbia sostenuto la nuova predicazione.

Muore per una malattia a Bishapur. Alla sua morte gli succedette suo figlio, Ormisda I.

Modificato da simoneo80

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Belle monete e gran bei contributi Simone...complimenti a te. Sei un grande!

Hai qualcosa dei Lidii....o delle città anatoliche della costa, anche di fondazione greca?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 29/1/2018 at 22:33, Piakos dice:

Belle monete e gran bei contributi Simone...complimenti a te. Sei un grande!

Hai qualcosa dei Lidii....o delle città anatoliche della costa, anche di fondazione greca?

 

Grazie mille 

Sfortunatamente non ho nulla dei Lidii o delle coste anatoliche. 

Ho delle monete Greche, nelle prossime settimane finisco di aggiornare la sezione PERSIA con altre monete in mio possesso; poi se è di gradimento potrò creare altre collezioni, GRECHE e anche ROMANE.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, simoneo80 dice:

Grazie mille 

Sfortunatamente non ho nulla dei Lidii o delle coste anatoliche. 

Ho delle monete Greche, nelle prossime settimane finisco di aggiornare la sezione PERSIA con altre monete in mio possesso; poi se è di gradimento potrò creare altre collezioni, GRECHE e anche ROMANE.

Certo che è di gradimento...qui si fa' numismatica in serenità ed amicizia e ci dilettiamo con i post e i topic interessanti, come il tuo.

Attendiamo.

:14_relaxed:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

- Drachm - Shapur III type I/1

g1038.jpg.a353b556e73c595a9505e7188aa35af1.jpgg1039.jpg.b12e19873ae9ac46eea346d4b09da260.jpg

Figlio di Sapore II, fu scelto dai maggiorenti del regno a succedere allo zio Ardashir II.

Sapore III morì, dopo appena 5 anni di regno. Gli succedette Vahram IV.

 

- Drachm - Varhran IV type I/3

g1040.jpg.e7226cf6544b672a773e87dc59666079.jpgg1041.jpg.e2807306c05d9f22971a4ae9afd50155.jpg

Vahram IV figlio e successore di Sapore III, fu governatore della città persiana di Kirman, ed ebbe quindi il titolo di kirmanshah.

Assassinato dopo undici anni di regno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora