dearitio

Isole Ionie

24 risposte in questa discussione

Quello che posto è un Biglietto a Corso Legale per le isole Ionie.

In pratica questo è il pezzo di maggior valore facciale, 5.000 dracme, di una serie composta da 8 pezzi.

La filigrana è composta da linee curve intrecciate con all'interno rombi, nel verso la testa di Giulio Cesare e nel retro 8 immagini.

Ci sono anche qui 2 forme di pensiero : c'è chi dice che sono solo figure e immagini mitologiche e chi dice che è rappresentata la vita di Ulisse.

Personalmente opto per la seconda ipotesi.

Invito tutti i numismatici, anche ai disinteressati della cartamoneta, a dargli un occhiata al prossimo convegno a cui parteciperete.

E' una banconota affascinate.

$_35.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Escluderei la vita di Ulisse dato che nel primo riquadro in alto a sn c'è una specie di S.Giorgio ante litteram.

Non mi risulta che Ulisse fosse un cavaliere; l'unico cavallo di Ulisse che conosciamo è quello, grande e di legno, con cui riuscì a penetrare le difese di Troia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il penultimo a destra è un Apollo Citaredo (ha anche la faretra).

apollo.JPG

Le navi sono immagini generiche, il tridente è di Posidone (ma non vedo perchè dovrebbe necessariamente avere a che fare con Odisseo), il personaggio (credo femminile) pensoso su roccia anch'esso troppo generico...

Modificato da Ex Caio153
Piace a f.dc e Piakos

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'altra scena mi ricorda vagamente alcune stele funerarie di cacciatori in compagnia del loro cane... senza elementi specifici ritenere che si tratti di Odisseo e Argo è un po' una forzatura...

cane.JPG

Piace a f.dc e Piakos

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie @Ex Caio153

Per la serie , solo gli stupidi non cambiano mai idea, concordo in pieno con le tue spiegazioni.

Da ignorante in materia, avevo associato nella prima, Ulisse nel suo viaggio negli inferi,  con Argo,  il viaggio in mare ( la partenza ), la sirena ( la tentazione ), la moglie, ringraziamento alla Dea ( Afrodite ) , il ritorno a Itaca  e per ultimo il simbolo del tridente ( Poseidone ).

 

 

Modificato da dearitio
errore
Piace a f.dc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 10/8/2016 at 16:45, dearitio dice:

Grazie @Ex Caio153

Per la serie , solo gli stupidi non cambiano mai idea, concordo in pieno con le tue spiegazioni.

Da ignorante in materia, avevo associato nella prima, Ulisse nel suo viaggio negli inferi,  con Argo,  il viaggio in mare ( la partenza ), la sirena ( la tentazione ), la moglie, ringraziamento alla Dea ( Afrodite ) , il ritorno a Itaca  e per ultimo il simbolo del tridente ( Poseidone ).

 

 

 

Il 13/8/2016 at 23:39, Piakos dice:

ExCaio...je l'ammolla...come si dice a Roma per indicare i grandi.

:14_relaxed:

Vi ringrazio:10_wink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

8 Settembre 1943 / 8 Settembre 2016

Con questa banconota da 100 dracme delle Isole Ionie con fori di annullamento,( che ricordano tanto quelli delle pallottole... ) vorrei ricordare TUTTI i nostri Caduti.

ionie001.jpg

Modificato da dearitio
errore
Piace a Admin, f.dc e Lugiannoni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una pagina di storia e di eroismo...in un'isola della Grecia, la terra dove è nata la storia e il pensiero sommo d'occidente, senza che sia servito a poco più di nulla....purtroppo.

In sintesi: una tragedia!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel progetto imperialistico italiano, l’occupazione delle Isole Ionie era di significativa importanza, in quanto l’arcipelago avrebbero dovuto costituire per l’Italia un punto d’appoggio navale strategico nel Mediterraneo e prevedeva, tra le altre cose, l’imposizione della lingua italiana e l’emissione di monete e francobolli, provvedimenti questi che avevano lo scopo di orientare economicamente le Isole Ionie verso Roma, recidendone ogni legame con la Grecia.

La creazione e l’emissione di una nuova moneta (la Dracma ionica), a dire il vero, aveva un’importanza politica più che finanziaria. Mussolini, infatti, riteneva che il controllo della circolazione monetaria sarebbe stato un mezzo efficace che avrebbe permesso di rinsaldare quei vincoli che le isole avevano intrattenuto secoli prima con Venezia, dando così una sorta di “valore storico-irredentistico” all’occupazione militare dell’arcipelago.

cefalonia002.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per chi non ha dimestichezza con il cartaceo, queste sotto, io le definisco 2 "cani gialli".

Sono banconote emesse dall' Italia per le isole Ionie e sovrastampate con un bollo mollo particolare.

La storia ci dice che il comandante militare greco,Vassilli Rapotikas, convalidò e quindi permise la messa in circolazione di 5 serie da 500,100 e 5000 dracme, previo annullamento con timbo metallico a inchiostro stilografico e firma autografa.

Crapanzano e Giulianni , nel loro catalogo , parlano di serie contraffatte messe in circolazione con il solo timbro di gomma imitato grossolanamente e prive di firma.

Ora, guardando le banconote, notiamo subito che manca la firma. 

Se esistono solo 5 serie da 3 , quindi 15 biglietti, come può il timbro essere ridotto in queste condizioni? Da una parte nitido e leggibile , dall'altra il contrario?

Con tutto il rispetto per la  PMG ma ...........

473280.jpg

473281.jpg

Piace a f.dc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma se l'emissione ufficiale doveva recare la firma quella in busta è una banconota contraffatta ???:56_anguished:

Dove sono attestate queste modalità di emissione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il dubbio è proprio quello.

Contraffazione o emissione parallela?

Quando si parla di emissioni partigiane , non sempre esistono documenti ufficiali, quindi di solito ci si deve basre sui racconti dei testimoni del fatto.

D' altresì è anche vero che nelle emissioni del CLL nostrano , ci sono varie forme di timbratura,ma è un ipotesi da scartare vista le basse serie interessate delle isole ionie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In questa breve discussione c'e' l'essenza della peculiare bellezza della nostra passione.

Non è questione di mettere insieme "pezzi", ma capirne ragioni, contesto, simboli, senso "grafico" (iconografia, epigrafia, paleografia) e artistico. E, sopra tutto, la modestia del collezionista ( o studioso) che, nell'approccio al materiale, e' consapevole dei propri limiti, che esistono sempre e per tutti, nessuno escluso, e accetta di superare le proprie ipotesi quando un'alternativa piu' plausibile - o semplicemente vera - emerge, rendendosi ricchezza per tutti.

La mia ammirazione piu' profonda a @dearitio , l'uomo prima del collezionista, che sa offrire simili insegnamenti senza che, mai, si avverta la cattedra.

Spero che sia esempio e spunto di riflessione per molti, tanti, parrucconi e "calvi", a favore di uno studio laico nei principi ed ecumenico nel metodo.

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, f.dc dice:

@dearitio

Grazie a Te per lo spirito. :-)

@f.dc attendo di leggere altri tuoi aneddoti/perle numismatiche. Come avrai potuto leggere in qualche sezione...sto cercando di dare qualche contributo al riguardo ma ho bisogno di stimolare la mia vena leggendoti.

:10_wink: :14_relaxed:

 

Piace a f.dc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco quello che si direbbe il pezzo forte.

Il 5000 dracme delle Isole Ionie.

Anche in questo caso, nonostante la certificazione, i dubbi, almeno a me, rimangono (la casa d'aste è la stessa).

473282.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora