DeAritio

Storia, Storia Postale, Francobolli e Banconote

Recommended Posts

E non solo !  

MILITARIA6001.jpg

MILITARIA001.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Dea...post come sempre colto e di grande interesse...

:14_relaxed:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

23-10-1942 Anniversario della Battaglia di El Alamein, per quello che rimane del X ° C.A  si profila un lungo viaggio verso l'India

el_alamein001.jpg

ImmagineIND.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eccezionale Dea...:14_relaxed:

:14_relaxed:

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le ferie servono anche a questo.....

Scan_Doc_westerbork0001.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buono circolante nel  Campo di Westerbork.

Scan_Doc_money0001.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io personalmente sono sempre più attirato da cartoline "storiche" che ritraggono paesaggi , monumenti, palazzi o piazze oramai scomparse o distrutte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Admin dice:

Io personalmente sono sempre più attirato da cartoline "storiche" che ritraggono paesaggi , monumenti, palazzi o piazze oramai scomparse o distrutte

.....forse ho qualcosa con affrancatura d'epoca!

Carlo

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, Admin dice:

Io personalmente sono sempre più attirato da cartoline "storiche" che ritraggono paesaggi , monumenti, palazzi o piazze oramai scomparse o distrutte

Roma, Firenze, Napoli, Milano,... non è difficile trovare cartoline anche di fine ottocento. Ne ho qualche centinaio di queste città, ma non so se gli edifici ritratti sono ancora ancora presenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rovereto austriaca, 1902. Austriaca vero, ma con il timbro in italiano. In Tedesco sarebbe stato Rofreid. Roveredo era il nome italiano, Rovereto ha assunto poi questo nome...

"Ti giunga l'eco del mio costante affetto."

1064009_202921209864801_1637975322_o.thumb.jpg.602674b2bf6bbbb9dba677d170cfc4aa.jpg

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Molto bella Daniele.

Le cartoline storiche hanno un.fascino particolare. Sono fotografie di un tempo lontano. Ad esempio avete mai visto cartoline che ritraggono il corso principale della vostra città senza macchine e con la gente vestita con l'abbigliamento dell'epoca? 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, Admin dice:

Molto bella Daniele.

Le cartoline storiche hanno un.fascino particolare. Sono fotografie di un tempo lontano. Ad esempio avete mai visto cartoline che ritraggono il corso principale della vostra città senza macchine e con la gente vestita con l'abbigliamento dell'epoca? 

Stupende. Stasera inizio una discussione ad'hoc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ed io inizio le ricerche negli anfratti di casa.:4_joy: Ogni tanto salta fuori roba impossibile, visto che ho anche degli scatoloni dei miei nonni scartabellati superficialmente.

Carlo

 

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, danieles1981 dice:

Stupende. Stasera inizio una discussione ad'hoc.

Più che un topic forse dovremmo aprire una sezione apposita del forum da dedicare alla filatelia e cartofilia, come forme alternative/complementari alla numismatica :35_thinking:

 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Admin dice:

Più che un topic forse dovremmo aprire una sezione apposita del forum da dedicare alla filatelia e cartofilia, come forme alternative/complementari alla numismatica :35_thinking:

 

In effetti è vero. Come sai io adoro i collegamenti tra gli oggetti da collezione. Monete, periodi storici, cartoline, documenti... c'è un bellissimo fil rouge

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una sezione specifica del forum sulla numismatica e su altre forme di collezionismo. E' chiaro che se la cosa dovesse prender piede....ci sarebbero effetti collaterali benefici per la numismatica. Ne sono convinto. Andando male, cosa di cui dubito, ci sarà qualche visita e qualche curioso in più nel sito.

Carlo

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, carledo49 dice:

Una sezione specifica del forum sulla numismatica e su altre forme di collezionismo. E' chiaro che se la cosa dovesse prender piede....ci sarebbero effetti collaterali benefici per la numismatica. Ne sono convinto. Andando male, cosa di cui dubito, ci sarà qualche visita e qualche curioso in più nel sito.

Carlo

Allora implementiamo una nuova area del forum?

Una bella novità ;D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intendevo una sezione filatelica con ulteriori sottosezioni per le altre branche del collezionismo, da valutare.

Carlo

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E’ noto a molti che il mercato filatelico italiano sia in forte crisi oramai da alcuni anni. Persone che a suo tempo, su consiglio di qualche agente di un noto commerciante filatelico, ha scelto di acquistare anche a scopo di investimento alcuni pezzi e serie di pregio corredate da rispettivi certificati, oggi si ritrovano in casa solamente qualche bel francobollo e una manciata di spiccioli.                                                                                                                                                                                                                                                                                             Acquisti fatti a suo tempo in quanto articoli osannati come “bene rifugio”.

Si dice che bisogna guardare avanti senza piangere sul latte versato, pur facendo tesoro di tutte le esperienze, positive o negative che siano, allo scopo di migliorare se stessi e possibilmente anche il sistema.

Oggi la forte crisi finanziaria ha trascinato con sé anche il mondo collezionistico ed in particolar modo quei settori del collezionismo in cui la componente speculativa tenuta calda da alcuni commercianti ha contribuito inevitabilmente a far allontanare a gambe levate tutti coloro che hanno prontamente scelto di spendere i propri soldi altrove e in altro modo.

Il collezionismo è e deve restare puro divertimento per il piacere di portare avanti nel tempo le proprie raccolte, personalizzandole, migliorandole quantitativamente e qualitativamente.

Chi lo fa con estrema serietà e impegno da decenni, contribuisce alla formazione di chi, è ancora inesperto o alle prime armi.

Oggi è palese che la filatelia non diverta più nessuno, o per lo meno ben pochi.

Quanti amici e conoscenti ogni volta mi dicono di andare in posta ad acquistare le ultime emissioni solo ed esclusivamente per un “dovere” che pesa, tra le altre cose, e non più per il gusto e il piacere della scoperta, per la voglia di portare avanti la propria Repubblica.

E come dar loro torto? Tirature ai massimi storici, vignette insignificanti …e mi fermo qui... ma sono anni che dico di fare una colletta per comprare i colori ai vari disegnatori.

Nemmeno l'ultima frontiera del collezionismo , i codici a barre , ha contribuito a tenere a galla tutto il mercato o a procacciare nuovi proseliti , anzi , ha fatto proliferare la nuova moda di falsificare  i bordi di foglio.

Oramai per avere il famoso Natale Laico in collezione oltre che il parere di un perito filatelico bisognerà rivolgersi anche ad un tipografo ad un hacker e forse anche a qualche Santo.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, dearitio dice:

E’ noto a molti che il mercato filatelico italiano sia in forte crisi oramai da alcuni anni. Persone che a suo tempo, su consiglio di qualche agente di un noto commerciante filatelico, ha scelto di acquistare anche a scopo di investimento alcuni pezzi e serie di pregio corredate da rispettivi certificati, oggi si ritrovano in casa solamente qualche bel francobollo e una manciata di spiccioli.                                                                                                                                                                                                                                                                                             Acquisti fatti a suo tempo in quanto articoli osannati come “bene rifugio”.

Si dice che bisogna guardare avanti senza piangere sul latte versato, pur facendo tesoro di tutte le esperienze, positive o negative che siano, allo scopo di migliorare se stessi e possibilmente anche il sistema.

Oggi la forte crisi finanziaria ha trascinato con sé anche il mondo collezionistico ed in particolar modo quei settori del collezionismo in cui la componente speculativa tenuta calda da alcuni commercianti ha contribuito inevitabilmente a far allontanare a gambe levate tutti coloro che hanno prontamente scelto di spendere i propri soldi altrove e in altro modo.

Il collezionismo è e deve restare puro divertimento per il piacere di portare avanti nel tempo le proprie raccolte, personalizzandole, migliorandole quantitativamente e qualitativamente.

Chi lo fa con estrema serietà e impegno da decenni, contribuisce alla formazione di chi, è ancora inesperto o alle prime armi.

Oggi è palese che la filatelia non diverta più nessuno, o per lo meno ben pochi.

Quanti amici e conoscenti ogni volta mi dicono di andare in posta ad acquistare le ultime emissioni solo ed esclusivamente per un “dovere” che pesa, tra le altre cose, e non più per il gusto e il piacere della scoperta, per la voglia di portare avanti la propria Repubblica.

E come dar loro torto? Tirature ai massimi storici, vignette insignificanti …e mi fermo qui... ma sono anni che dico di fare una colletta per comprare i colori ai vari disegnatori.

Nemmeno l'ultima frontiera del collezionismo , i codici a barre , ha contribuito a tenere a galla tutto il mercato o a procacciare nuovi proseliti , anzi , ha fatto proliferare la nuova moda di falsificare  i bordi di foglio.

Oramai per avere il famoso Natale Laico in collezione oltre che il parere di un perito filatelico bisognerà rivolgersi anche ad un tipografo ad un hacker e forse anche a qualche Santo.

 

 

Veramente un ottimo intervento il tuo sui franocobolli...Dea...

Ti chiedo un pendant...altrettanto esplicito e sincero:

Traslando i francobolli con le monete da colelzione...sullo stesso tema sopra da te analizzato...cosa puoi dirci...

Ti leggermo con la massima attenzione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, dearitio dice:

E’ noto a molti che il mercato filatelico italiano sia in forte crisi oramai da alcuni anni. Persone che a suo tempo, su consiglio di qualche agente di un noto commerciante filatelico, ha scelto di acquistare anche a scopo di investimento alcuni pezzi e serie di pregio corredate da rispettivi certificati, oggi si ritrovano in casa solamente qualche bel francobollo e una manciata di spiccioli.                                                                                                                                                                                                                                                                                             Acquisti fatti a suo tempo in quanto articoli osannati come “bene rifugio”.

Si dice che bisogna guardare avanti senza piangere sul latte versato, pur facendo tesoro di tutte le esperienze, positive o negative che siano, allo scopo di migliorare se stessi e possibilmente anche il sistema.

Oggi la forte crisi finanziaria ha trascinato con sé anche il mondo collezionistico ed in particolar modo quei settori del collezionismo in cui la componente speculativa tenuta calda da alcuni commercianti ha contribuito inevitabilmente a far allontanare a gambe levate tutti coloro che hanno prontamente scelto di spendere i propri soldi altrove e in altro modo.

Il collezionismo è e deve restare puro divertimento per il piacere di portare avanti nel tempo le proprie raccolte, personalizzandole, migliorandole quantitativamente e qualitativamente.

Chi lo fa con estrema serietà e impegno da decenni, contribuisce alla formazione di chi, è ancora inesperto o alle prime armi

Questa parte può essere estesa non solo ai francobolli , ma a tutto il mondo del Collezionismo.

La seconda parte è molto differente.

La filatelia ha poco più di 160 anni, la numismatica si perde nella notte dei tempi.

I francobolli, tralasciando la nazione, li collezioni o nuovi o usati.

Le monete puoi collezionarle per epoca storica, valore nominale, metallo, lavorazione ecc. ecc. e voglio tralasciare la cartamoneta e la scripofilia in genere.

Prendiamo per esempio il forum:

Quante categorie di monete o tipologie del collezionista numismatico ci sono?

Tante! Quasi quante gli iscritti.

Di sicuro la collezione di ogni singola persona è la più bella, interessante, affascinante e unica. ( Tra questi mi ci metto pure io che sono il maggiore esponente numismatico, pardon di cartamoneta, di casa mia ).

In questo momento, secondo me, ha avuto la meglio chi ha collezionato Marenghi, infischiandosene della storia e annessi vari, puntando direttamente sul metallo.

Una cara persona, ormai andata nel mondo dei più, un giorno mi disse:

Sai, io subito dopo il fronte sono stato tra i primi a rifarmi una casa. In paese sapevano che avevo delle monete d'oro e fuori dalla porta avevo la fila di muratori e manovali ......

Il metallo ha  il suo peso.

Sempre.

Questo è il parere di un collezionista di carta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora