Menelao

ELMI E MONETE NELL’ANTICA GRECIA

Recommended Posts

http://www.ilgiornaledellanumismatica.it/?p=7112

 

0004.jpg

Modificato da Menelao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bella ricerca e Grande divulgazione Federico!

Complimenti!

bella anche l'immagine che mostra l'evoluzione...dal corinzio ai macedoni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Macedoni...ed epigoni.

:12_slight_smile:

Il fatto che poi gli epigoni...cioè i successori nel tempo della potenza macedone, non siano stati ingrado di resistere validamente (non voglio dire di vincere...) rimane strabiliante.

La tattica romana dei manipoli in continuo movimento tattico ovviamente supera la staticità della falange macedone, ma questa era statica già durante le conquiste di Alessandro...che suppliva con i movimenti della cavalleria. Qualcosa non quadra: viene da pensare che quando Roma è andata all'assalto del mondo, non vi siano più stati geniali personaggi militari che potessero opporsi a Roma,  escluso Annibale. 

Quindi Roma è stata anche fortunata?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io penso che la superiorità romana sul mondo greco era dovuta alle diverse tattiche di combattimento e alla relativa differenza delle armi usate: i romani erano campioni nel corpo a corpo e quindi nell'uso della spada mentre i greci si combattevano tenendosi a distanza e usando prima la lancia e più tardi la sarissa, la lunga lancia della falange macedone. Un'arma quasi sconosciuta ai greci, ad esempio, era la falcata o "spada spagnola" raffigurata sul denario del legato P. Carisius, qui allegata (Denarius 25-23 BC, Emerita. 3.42 g. P. Carisius, legate. Bare head left // Round ornamented shield; above, spear head; below, curved sword with hilt. RIC I 2b. Rare. Very fine)

La spada spagnola fu adoperata certamente anche prima che i Romani venissero a contatto con gli Spagnoli guidati da Annibale, perchè in Livio  si legge che Tito Manlio Torquato durante la guerra contro i Galli (=360 a. C.), dopo aver accettato la sfida di un Gallo di gigantesca statura, presso l'Aniene, "cinse la cosiddetta spada spagnola più maneggevole per la lotta a corpo a corpo. Manlio che era di mezzana statura e di mingherlino aspetto... scansò col suo scudo quello del nemico, urtandolo... e trafisse due volte l'avversario al ventre e all'inguine e lo fece stramazzare a terra..." (VII, 10, 5). Ma all'epoca l'uso individuale di un tipo di arma anzichè altre, perchè prescelta da chi poteva permettersela, non incideva su quello che era l'armamento legionario più diffuso o stabilito dai generali dello Stato. E solo con Scipione vi fu l'adozione specifica di tale gladio per i legionari. Lo scempio fatto dai soldati romani sui corpi dei Macedoni non poteva non atterrire i soldati di Filippo V e il re medesimo. In Polibio VI, 23, 6 sgg. e in Livio XXXI, 34, 4, si afferma esplicitamente che questa spada ispanica era portata da opliti e da cavalieri; ma essa è portata  anche dai vèlites (Polibio, VI, 22, 1; Livio, XXXI, 35, 5; M. Roldan- Hervas, Hispania y el esercito, cit., p. 30). Conferme in Livio, XXXVIII, 21, 13.

4245674.thumb.jpg.979d23a4800445b423ba0d4cf3b16790.jpg

falcata2.JPG.5db1b8759c945b48eb9e64ce07913089.JPG

Modificato da Menelao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da qui le "batoste" suonate a Macedoni ed epigoni...

590c53c07e930_cinocefale197.jpg.9f1dbb3581bec938bd3e8ffb1d1f5f02.jpg

5901e34daed35_20160823BattleofChaeronea10.jpg.04eb8600c17729fb5b5ac0e653bb0738.jpg

batalla-de-cinoscefalos-197-ac-romanos-atacando-cuesta-arriba.png.1612ca6a019d9fbdd69bdecfa4f310fa.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao menelao...hai ragione, ma...come detto sopra i macedoni usavano la cavalleria come compensazione tattica. 

In pratica la falange era un specie di esca... in grado di bastare a se stessa sino a quando la cavalleria non entrava in gioco alleggerendo la pressione ... ma era debole strutturalmente...bastava premere su suo lato privo di scudi per metterla in crisi, oltre al fatto che non manovrava.

Debbo dedurre che, a sua volta, la cavalleria romana era in grado di stoppare le altre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A proposito della <falcata>  o,forse più correttamente <makhaira>, era comunemente  utilizzata anche degli etruschi; sei ne possono vedere alcuni esemplari, ben conservati, al museo di Aleria, in Corsica.

Aleria.thumb.jpg.a6d1b64ad475f14fee93f56898d51cfe.jpg

(Foto tratta dal sito dell'interessante  museo "J. Carcopino" di Aleria)

Alalia  (in greco Ἀλαλίη) era una colonia focea; dopo la battaglia navale di  Alalia (attorno al 540 a.C.) i focesi abbandonarono la città, andando a fondare Elea (ben nota all'amico @Menelao).

Alalia (poi Aleria per i romani)  passò sotto il  controllo etrusco, in particolare di Tarquinia e Populonia, divenendone un emporion.

La tomba, il cui  corredo vediamo nella foto, appartiene appunto alla fase etrusca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto riguarda invece la battaglia di Pidna, fattore determinante della vittoria romana fu il terreno roccioso ed irregolare che impedì alla falange di sviluppare la sua terrificante massa d'urto. Una volta frammentata, i singoli spezzoni della falange furono facile preda dei legionari, più addestrati al corpo a corpo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alessandro...non l'avrebbe schierata lì, era attentissimo al contesto.

:29_smirk:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, Piakos dice:

Alessandro...non l'avrebbe schierata lì, era attentissimo al contesto.

:29_smirk:

Ahimè, gli epigoni non sono mai all'altezza dell'originale!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora