Lugiannoni

UNA MONETA "SCONOSCIUTA" DALL'ASTA CNG Triton XXI

Recommended Posts

Nell'asta della CNG c'è anche questa moneta.

Chi sa sciogliere il mistero?

Session I, Lot 329

3606151l.jpg

blank.gif
blank.gif
Estimate: 2'000 USD   |   Starting price: 1'200 USD  

BRUTTIUM(?), Uncertain. 3rd century BC. AR Nomos (20.5mm, 6.67 g, 3h). Youthful head of Herakles right, wearing lion skin; club over far shoulder / Nike, wearing long chiton, standing left, holding wreath in right hand. Unpublished. Good VF, toned, light scratch on obverse, minor double strike and a small area of smoothing on reverse. Unique. 


From the J. L. Gomer Collection. Ex Elvira E. Clain-Stefanelli Collection (Naville Numismatics 24, 17 July 2016), lot 75.

This coin is a true enigma. As an anepigraphic issue, one must look to other aspects of the coin for attribution, but the types here are rather ubiquitous, and the physical aspects of the piece do not suggest even a particular region. Clain-Stefanelli apparently attributed the coin to Bruttium during the Pyrrhic Wars, but without her reasoning, it can only be regarded as speculative. Teanum Sidicinum in Campania struck an issue of nomoi with a head of Herakles and club on the obverse, and Nike in a chariot on the reverse, but the style of this issue seems foreign to that city, and its weight is too low without any significant wear. With the lack of information regarding its discovery, the attribution of this issue remains a mystery. 

:QUESTION:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Posso rivelare che alcuni mesi prima il responsabile per la sezione greca di CNG mi aveva contattato per conoscere la mia opinione su questa misteriosa emissione.

Sinceramente non ho potito dare alcuna risposta e ho solo ipotizzato che potesse essere una emissione di una tribù brettia, forse facente parte della Confederazione bruzia nel III secolo a.C.. I Brettii si erano alleati con Pirro e furono sconfitti dai Romani nel 270 a.C. Il loro territorio fu sottoposto al controllo romano, ma non del tutto e alcune tribù rimasero indipendenti fino ad allearsi con Annibale durante la sua discesa nell'Italia meridionale.

Il peso della moneta sembra indicare un nomo o statere ridotto a 6,6 g, in vigore dopo la caduta di Pirro e prima dell'arrivo di Annibale, dopo la vittoria di Canne. Le emissioni brettie (e lucane) di epoca annibalica sono di ottimo stile e non affine a questa moneta. L'assenza di etnico e lo stile mediocre fanno pensare a una breve e locale emissione di Bruttii ancora sottratti al dominio romano. Ma è solo una ipotesi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, Alberto Campana dice:

Posso rivelare che alcuni mesi prima il responsabile per la sezione greca di CNG mi aveva contattato per conoscere la mia opinione su questa misteriosa emissione.

Sinceramente non ho potito dare alcuna risposta e ho solo ipotizzato che potesse essere una emissione di una tribù brettia, forse facente parte della Confederazione bruzia nel III secolo a.C.. I Brettii si erano alleati con Pirro e furono sconfitti dai Romani nel 270 a.C. Il loro territorio fu sottoposto al controllo romano, ma non del tutto e alcune tribù rimasero indipendenti fino ad allearsi con Annibale durante la sua discesa nell'Italia meridionale.

Il peso della moneta sembra indicare un nomo o statere ridotto a 6,6 g, in vigore dopo la caduta di Pirro e prima dell'arrivo di Annibale, dopo la vittoria di Canne. Le emissioni brettie (e lucane) di epoca annibalica sono di ottimo stile e non affine a questa moneta. L'assenza di etnico e lo stile mediocre fanno pensare a una breve e locale emissione di Bruttii ancora sottratti al dominio romano. Ma è solo una ipotesi.

Sono d'accordo con Alberto: lo stile non tra i migliori e l'assenza di epigrafe non favoriscono ipotesi si più largo respiro. Sappaimo che lo stile delle incisioni per il mondo greco e dintorni...e può valere anche per i Brettii (cioè gli abuzzesi ante litteram)

I Bruzi (in latino: Brettii o Bruttii) erano un antico popolo di stirpe italica che abitò la quasi totalità dell'odierna Calabria che, in epoche successive, fu la parte meridionale della Regio III augustea Lucania et Bruttii.

Sono proprio i Lucani dunque a dare il nome a questo popolo, infatti i Lucani chiamavano "Bretti" i ribelli. Nel frattempo, da popolo ormai libero, le tribù dei Bruzi si coalizzarono in una lega, ed eressero a loro capitale una città, non è dato di sapere se fondata ex novo o preesistente, e che chiamarono Consentia, nome che suggellava proprio il "consenso" delle varie tribù. Consentia ancora oggi è conosciuta con il nome di Cosenza.

Proprio per queste origini, il popolo bruzio viene descritto come un popolo di guerrieri, rude e bellicoso. La storia ce li tramanda come un antico popolo che ha fatto della sua potenza bellica e della voglia di indipendenza e libertà la sua grandezza, ma anche la sua rovina.

220px-Magna_Grecia_280aC.jpg

Nel 280 a.C circa vedete in verde il territorio dei Brettii

Dall'enciclopedia libera.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Volevo far notare che su alcuni bronzi coniati ad Ausculum, in Apulia, ritroviamo gli stessi soggetti sia al diritto che al rovescio: c'entreranno qualcosa con la "nostra" moneta????

Greek 
Apulia, Ausculum. Ca. 240 B.C. Æ 19 (19.4 mm, 5.48 g, 1 h). Head of young Herakles left, wearing lion's skin, club behind neck / AYCKΛA, Nike standing right, attaching a taenia with pendant wreath to an upright palm before her. SNG ANS 648; HN Italy 654; Lindgren II 213 (this coin). Fine. Ex-Lindgren collection

3982230.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che dire?

Sembrerebbe una tipolgia corrente in quei tempi...ma nonse ne conocono le ragioni profonde. Un rebus numismatico che, comunque, gira intorno allle ragioni probabili di cui al post di Alberto: coniazioni emesse in un vuoto di potere e di alleanze, cioè per tempi incerti.

All fine del IV sec. e nel III secolo a.C. anche in Sicilia, ove i Cartginesi impeversavano, le polis greche o semi greche ...tipo Kefaloidion anelavano indipendenza e libertà dall'influenza dei punici... che diventava un giogo. Al diritto di alcune emissioni di bronzo e di litre in argento Ercole era l'immagine coniata, come eroe eponimo di forza e libertà. Al rovescio veniva coniato il toro cornupeta...a testimoniare la forza e il sogno di potenza delle polis.

In questo caso abbiamo anche Ercole e dietro, invece del toro, troviamo la Nike che si rivolge all'ulivo.

Più o meno i sgnificati sono identici al diritto e analoghi al rovescio, dove la Nike invoca la vittoria contro oppressioni e disturbi, in nome della pace della comunità.

Confermo possa trattarsi di coniazioni indipendenti che auspicano la forza e la pace...con Eracle che protegge e segna la strada verso un equilibrio geopolitico  sempre in crisi nel III secolo, con vecchi ordini che vacillano e nuovi protagonisti che si affacciano alla ribalta con forza ed ambizione. Una sorta di lotta di tutti contro tutti: Roma, Pirro e poi Annibale, Taranto in declino, comunità e insediamenti vicini e inaffidabili, confederazioni che non reggono, le altre polis greche della costa, meno ricche e popolose di Taranto, che hanno già perduto la loro autonomia.

In questo contesto si potrebbero individuare gli insediamenti che dovrebbero aver battuto le tipologie monetali , come o analoghe a quella in topic.

@Spoudaios che dici? Indica qualcosa anche tu...poi potremmo vergare un articolo e lo inviamo anche a chi cerca lumi.

@Menelao  mi ero dimenticato...potremmo scrivere a sei mani...;D:10_wink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 27/1/2018 at 18:37, Piakos dice:

 

@Menelao  mi ero dimenticato...potremmo scrivere a sei mani...;D:10_wink:

Io ci sto...

download.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi,

mi fate troppo onore :12_slight_smile:.

Vi ringrazio, ma declino. Non essendo la mia monetazione, rischierei di dare un contributo marginale alla discussione e di non riuscire a contribuire.

Piuttosto, seguo la discussione con piacere e...leggerò l'articolo con altrettanta curiosità :10_wink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se troviamo esempi in foto di q.che altra moneta, con queste effigi nelle stesse zone di probabile coniazione...non sarebbe difficile scriverci sopra. Con una si può fare lo stesso...ma ci direbbero che il nostro contributo è..."suggestivo". :10_wink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bisogna cercare, indagare, investigare....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

coin archives

ancient coins?

ecc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esploremus...trovemus...

:14_relaxed:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono riuscito, finora, a trovare una "sorella" della nostra moneta, mentre invece ho trovato una possibile parente.

5a72369267f9e_Kunker1337089.jpg.afe049bd6ccb18baf3b3007647669170.jpg3606151l.jpg

BRUTTIUM
PETELIA.
Æs, nach 216 v. Chr. (?); 3.88 g. Athenakopf r. mit korinthischem Helm//Nike geht l. mit Kranz. Rutter, Historia Numorum 2457; SNG ANS -; SNG München -. RR Dunkle Patina, vorzüglich

Mi hanno colpito sia il modo di coniazione (simile rovescio con accentuate convessità) ma principalmente l'atteggiamento molto simile della Nike.

A proposito di quest'ultima vorrei spezzare una lancia in suo favore (mi riferisco alla Nike "incognita"); a mio parere il suo stile è - ma qui si entra nel soggettivo - notevolmente raffinato. Basterebbe osservare la bella definizione del piumaggio della dea, così come l'eleganza plastica della postura che il panneggio del peplo accentua, confrontate con la staticità rozza  dell'altra, le cui ali, peraltro, ricordano molto da vicino quelle, mi si passi il paragone, di un pollo spennato.

Detto questo, e ribadendo la innegabile soggettività di ogni giudizio puramente estetico, non escluderei a priori una certa "aria di famiglia" tra le due monete.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ottimo Luciano!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora