Ospite

I SEGNI SEGRETI NEI GROSSI VENEZIANI: UNA NUOVA SCOPERTA di KEBER ANDREA da MONETA E STORIA Supplemento alla SESTA SERIE - n. 13 (2017) di ARCHIVIO VENETO

Recommended Posts

Ospite

Gli studi di storia monetaria fino ad oggi avevano riconosciuto i più antichi contrassegni dei massari della zecca di Venezia sui grossi mapatan del doge Giacomo Tiepolo (1229-1249). La segnalazione di contrassegni anche sui denari grossi coniati a nome del doge Pietro Ziani (1205-1229) permette di anticipare l’inizio dell’attività di identificazione delle emissioni tramite “punti segreti”, in accordo con i documenti che mostrano i massari all’opera fin dal 1224, se non già con il doge Enrico Dandolo.

Per chi interessato segue articolo in pdf:

I_SEGNI_SEGRETI_NEI_GROSSI_VENEZIANI_UNA.pdf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti Andrea.

Sei ciò che può essere definito, così e non per caso: un Numismatico.

La N sta per grande!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora