Sign in to follow this  
Piakos

Un tetradrammo di reggio insolito e di grande conservazione.

Recommended Posts

image.thumb.png.db1d9a16dba04edc4446970684ec999c.png

Dalla prossima asta Nomos uno splendore di monetona.

@antonio

@ggpp

Guagliò...che ne dite?

Estimate: 30'000 CHF   |   Starting price: 24'000 CHF CHF  

Bruttium. Rhegion. Circa 415/0-387 BC. Tetradrachm (Silver, 22 mm, 17.35 g, 2 h). Lion’s mask facing. Rev. PHΓINON Laureate head of Apollo to right, with olive sprig behind. Herzfelder 86-89 variant. HN III 2496. A particularly attractive example, beautifully struck and lightly toned. Good extremely fine.
From a European collection, acquired in the 1990s.

This unusually fine piece is struck from a reverse die that was unknown to Herzfelder: the obverse is probably his D.54a, but the reverse, while similar to his R73, R 74 and R75, clearly differs from them and provides us with a strong and elegant head of Apollo. He has a refined and youthful look, without any hint of the coarse, child-like quality that appears on the later reverse dies, as R76-R87.

Ma vorrei sentire sopra tutto @lorenzo e @Spoudaios

oltre a @Alberto Campana

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest zeccadibronzo
37 minuti fa, Piakos dice:

Dalla prossima asta Nomos uno splendore di monetona.

@antonio

Probabilmente,ad intuito,volevi chiamare in causa @Antonio1978 ? caro @Piakos l'Italia è piena di Antonio,Francesco,Giuseppe ecc...😁

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto che ci stai...dacci un parere...😁 tu che ami le cose belle, 😏

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest zeccadibronzo
2 minuti fa, Piakos dice:

tu che ami le cose belle, 😏

Questo è vero...non solo le cose..😎

Sono riuscito a stare lontano,finora, dalle MagnoGreche,ma,credo che prima o poi sarò costretto a "capitolare",mio malgrado...Su queste monete c'è poco da aggiungere;sono di una bellezza sopra la media e,consentitemi,senza tempo,in particolare la testa di Apollo👀.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me è straordinaria...pur collezionando monete romane imperiali ogni tanto sforo su qualche emissione repubblicana o magno greca per il gusto del bello.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non vedo elementi di forte sospetto di falsità. Apparentemente una gran bella moneta originale, anche se andrebbe esaminata bene dal vivo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ad aver un gruzzoletto di denaro...la comprerei..domani vado in banca e accendo un prestito..se avete valide ragioni per impedirmelo parlate ora o tacete per sempre..

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest zeccadibronzo
3 minuti fa, Admin dice:

e accendo un prestito..

Accendi solo il prestito ma evita,se puoi,di accendere anche la banca😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Alberto Campana dice:

Non vedo elementi di forte sospetto di falsità. Apparentemente una gran bella moneta originale, anche se andrebbe esaminata bene dal vivo.

E' proprio questo il problema...anche qui c'è un po' di crac del metallo sul bordo che fa sempre pensare a possibili riconiazioni o a "pressioni" non antiche. Non è facile...andare tranquilli al 100%. Questo sempre nella considerazione che la monetazione greco antica è e resta imbattibile ma troppo "misteriosa" .

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Piakos non sono in grado di dare giudizi sull'autenticità del pezzo però la conservazione eccezionale è per me sinonimo di "accertamento de visu" per assicurarsi nei minimi dettagli se vi siano passati dei pasticceri.

 

 Per gusto personale il sopracciglio di apollo ma anche la fronte aggrottata del leone non mi piacciono anzi, ti dirò, quest'ultimo particolare a me metterebbe sull'attenti: sarà la conservazione eccezionale ma mi convince poco rispetto al resto della moneta (spero sia una mia impressione) 

Share this post


Link to post
Share on other sites

occorre meditare e valutare

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Piakos dice:

occorre meditare e valutare

Io per oggi vado a dormire perché non sono davvero in condizione, però... Che mi dici della perlinatura che si fonde alla testa del leone per sparire appena sotto e ricomparire ad ore 8? Normalità per la tipologia e io mi faccio troppi problemi? 

 

Buonanotte ragazzuoli:)

Edited by ggpp

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che non va bene nemmeno quello...ma non è decisivo.

😁

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Piakos renzo...che mi dici della criniera nell'orecchio sinistro che, in teoria, dovrebbe essere bellamente intonsa? Se i riliei più alti ci sono tutti perché quelli più bassi dovrebbero essere usurati? Ad ogni secondo me ti riferisci alla parte di bordo visibile dal lato con apollo (e guardando le foto dal PC a risoluzione "pizza" il particolare della perlinatura è davvero brutto)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci sono dei sedimenti...sabbia o terriccio che non fanno valutare i rilievi entro l'orecchio sx della protome leonina 😉

C'è anche un colpo largo al centro della guancia subito sopra la mascella, che peraltro presenta un colore più chiaro/un po' giallognolo...il fatto che il perlinato è uscito dal regolare contorno indica solo un lieve fuori centro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riguardando con più calma il tetradramma di Rhegion da Nomos confesso che ora ho qualche dubbio. Una importante caratteristica di questi tetradrammi reggini con leone/Apollo è che l'orecchio di Apollo presenta una cavità usualmente molto profonda. Dalle foto disponibili non è agevole capire l'effettiva profondità di questa cavità. Poi Il conio di Apollo (rovescio) appare essere diverso, anche se simile, ai conii censiti nel Corpus di Herzfelder. Il conio con scalpo di leone (diritto) appare essere un conio noto (D54 di Herzfelder), anche se l'analisi appare complicata dal fatto che, come ha evidenziato Herzfelder, tale conio risulta avere subito almeno 3 o 4 successivi piccoli ritocchi da parte dell'incisore che l'ha creato.

Un esemplare simile era stato venduto in precedente asta di Nomos:

672918044_RhegionHerz89Nomos3_10.v.2011_11Leu50_25_iv.1990_3917381h.thumb.jpg.41fc444ad07cfcc07abb7c3696940ee8.jpg

In ogni caso sono note varie falsificazioni di questi tipi, anche se in genere più facilmente riconoscibili.

Resta il fatto che alcuni esemplari di questa prossima asta di Nomos sono stati ritirati in quanto riconosciuti falsi o almeno molto sospetti. Oltre al noto tetradramma di Siracusa risulta stato ritirato anche il lotto 40 di Leontinoi:

1305437811_LeontinoiNomos.thumb.jpg.f3746fbd62d2946379c0bc7a7aca2bfa.jpg

L'asta Nomos è considerata di un certo livello, con esemplari anche importanti e costosi e evidentemente questa volta c'è stata una certa attenzione di esperti che hanno potuto esaminare i lotti e condannare alcuni....

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ringraziamo Alberto per l'utilissimo ulteriore contributo.

Cosa dedurne?

La moneta in topic è molto bella...una moneta che da sola vale una collezione...cioè non condannerei colui che dovesse preferire una moneta così invece di 60 monete da 500 euro o 150 da 200 euro; fermo restando che sarebbe meno sicuramente significativa una unica moneta, pur monumentale.

Però...deve esserci una sicurezza al 90 % di autenticità...fermo che il 10% resta quasi insondabile nelle monete greche.

Ci vuole, solo per cominciare... un esemplare noto almeno da decenni...di importante pedigree e in assenza di dubbi sulla certezza  del conio classificabile e che non sia tornato più volte in asta a distanza di poco tempo.

Nel nostro caso le prime tre   cose sono carenti, inoltre la probabile scarsa profondità dell'orecchio di Apollo e dei particolari dell'orecchio sx della protome leonina, peraltro mascherati da sedimenti (guarda il caso)...sono delle  ulteriori negatività.

La Nomos, inoltre, è sempre una bella asta ma...q.cosina in passato ha mostrato la necessità di studiare bene q.che moneta proposta. Capita anche in altre aste ovviamente.  

E' questo un caso in cui si renderebbe necessaria una visione diretta e reale dell'oggetto...cosa ormai non possibile essendo imminente l'asta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Piakos sei probabilmente il peggiore tra i torturatori: prima ci fai vedere monete di estrema bellezza e poi ci accoltelli mostrandoci la non originalità di quei pezzi :rolleyes:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, ggpp dice:

@Piakos sei probabilmente il peggiore tra i torturatori: prima ci fai vedere monete di estrema bellezza e poi ci accoltelli mostrandoci la non originalità di quei pezzi :rolleyes:

 

Potrebbe essere 'bbono...non vi sono certezze...in dubio?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Piakos dice:

.....

La moneta in topic è molto bella...una moneta che da sola vale una collezione...cioè non condannerei colui che dovesse preferire una moneta così invece di 60 monete da 500 euro o 150 da 200 euro; fermo restando che sarebbe meno sicuramente significativa una unica moneta, pur monumentale.

...

Diceva Catalano in "Quelli della notte": < E' molto meglio sposare una donna bellissima, ricchissima e innamoratissima, piuttosto che una povera, brutta e che vi disprezza!>.

Naturalmente il presupposto sine qua non era che la donna fosse davvero bellissima, ecc. 

La stessa cosa mi sembrerebbe di poter dire della bellissima (?) moneta di Rhegion. E se dopo l'acquisto/matrimonio la moneta/donna si rivelasse modellata dal cerone e quindi fasulla? 

In base ad una semplice e banale  verifica statistica, il rischio sarebbe teoricamente del 50% (50 buona-50 falsa), ma se io comprassi 150 monete lo stesso  rischio,  per effetto dei numeri, si ridurrebbe notevolmente, garantendomi almeno 75 monete buone, con una perdita finanziaria massima di 15.000 €, mentre nella singola il rischio equivale ad una perdita del  100%; ergo....

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, Lugiannoni dice:

Diceva Catalano in "Quelli della notte": < E' molto meglio sposare una donna bellissima, ricchissima e innamoratissima, piuttosto che una povera, brutta e che vi disprezza!>.

Naturalmente il presupposto sine qua non era che la donna fosse davvero bellissima, ecc. 

La stessa cosa mi sembrerebbe di poter dire della bellissima (?) moneta di Rhegion. E se dopo l'acquisto/matrimonio la moneta/donna si rivelasse modellata dal cerone e quindi fasulla? 

In base ad una semplice e banale  verifica statistica, il rischio sarebbe teoricamente del 50% (50 buona-50 falsa), ma se io comprassi 150 monete lo stesso  rischio,  per effetto dei numeri, si ridurrebbe notevolmente, garantendomi almeno 75 monete buone, con una perdita finanziaria massima di 15.000 €, mentre nella singola il rischio equivale ad una perdita del  100%; ergo....

Ciao Luciano, ho già evidenziato sopra la conditio imprescindibile per poter sposare: la mugghiera deve essere almeno stabilmente benestante, carina, con qualche curva e non magra e pennellona, spiritosa e affettuosa...

ergo, per proprietà transitiva una moneta:

pedigree, decenni di conoscenza dell'oggetto, sicurezza sul metallo al 90%.

Ma se ci sono questi requisiti...è come la signora di qui sopra...

poi, uno dice: ma che devo mette i soldi lì? ma che siamo matti?

Fine del gioco e tutti a casa o all'oratorio.

Punto.

😀

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this