Sign in to follow this  
Giuseppe Gugliandolo

Bolla numismatica (?)

Recommended Posts

Domenica mi trovavo in quel di Reggio Calabria con un amico numismatico e commerciante ed abbiamo incontrato sia qualche suo cliente che qualche conoscente e, ovviamente, di numismatica si è parlato. Diciamo che ultimamente sto iniziando a "vivere la numismatica" più di quanto non facessi prima.

Qualcuno diceva che le monete del regno d'italia sono in decadimento perché manca la "carne fresca" e chi colleziona da anni ormai le ha (quasi) tutte mentre chi ha le tasche più profonde, anche se appena avvicinatosi alla numismatica, può completare in poco tempo le monete più comuni in altissima conservazione e dato che manca carne fresca e (cito testualmente) "le collezioni grosse ultimamente stanno uscendo" il valore non può che calare dato che il mercato ne viene saturato. Quindi acquistare/investire nel regno, secondo quanto detto, dovrebbe essere un investimento in perdita anche acquistare i grossi ori in ottime conservazioni. Qualcuno diceva di fuggire da questa monetazione per i motivi citati, qualcun altro invece diceva che è il momento migliore per acquistare.

Si è parlato in seguito delle borboniche, che (ancora testualmente) "stanno salendo" dato che "chi collezionava regno ha tutto o quasi [escludendo i pezzi che costano quanto un appartamento] e quindi si è spostato in un periodo precedente" ed aggiungendo che la recente uscita del libro del Maggliocca [spero non sia un problema aver citato l'autore]  darà un ulteriore spinta di interesse e quindi ai prezzi di queste monete facendo si che, sul lungo periodo, perderanno sia l'uno che l'altro.

Infine qualcuno consigliava di investire in aurei romani facendo notare come le quotazioni dagli anni '80 ad ora sono nettamente in salita [senza guardare i tondelli lisci].

 

Voi che ne dite? Secondo voi c'è una bolla veramente? Le affermazioni citate sono realistiche? La numismatica sta diventando una trappola dal punto di vista economico per chi acquista oggi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Perdonami ma tu la numismatica la vedi come una passione (da cui apprendere mille sfaccettature storiche e geografiche, mille curiosità, da cui divertirsi studiando i tondelli) o una semplice strategia economica da sfruttare con la compravendita!?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao @andreakeber la vedo come passione e credo si noti da quello che acquisto e/o posto... Ma come dice l'amico @Piakos non va trascurata anche questa questione e, anche se non investitore, l'idea di fare acquisti sapendo non solo cosa ma perché si paga tanto mi sembra corretto 

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 ore fa, andreakeber dice:

Perdonami ma tu la numismatica la vedi come una passione (da cui apprendere mille sfaccettature storiche e geografiche, mille curiosità, da cui divertirsi studiando i tondelli) o una semplice strategia economica da sfruttare con la compravendita!?

Ciao Andrea, posto 2 righe sul tema...mai troppo dibattuto e sempre del massimo interesse.

Non vedo come la Numismatica possa essere un buon investimento, a mio avviso non lo è... a meno di essere trafficanti o commercianti: ma allora diventa un lavoro. Per investire ci sono degli asset dedicati e, a mio avviso, di probabile migliore soddisfazione.

La numismatica è una passione. Ma le passioni possono far innamorare...e, allora, si possono fare delle follie più grandi e più piccole. A me hanno insegnato a non buttare i soldi...e con la numismatica (come in tutte le passioni) è facile che possa capitare. Quindi il fattore ambientale (della numismatica) diventa importante...come le monete stesse: perchè c'è in giro molta gente che con la numismatica specula, anche pesantemente. Comprano a meno della metà o al 20% e poi rivendono dal doppio al quintuplo...e anche al decuplo. L'utilizzatore finale...cioè il famoso collezionista appassionato, in questi giochini ci può rimettere le penne. A fumarsi 2.000, 20.000, 200.000 euro (e anche di più) con le monete non ci vuole niente (un grande collezionista italiano con le monete italiane dal 1800 a V.E.III qualche anno fa' ce ne ha rimessi un 500.000, e diceva che poteva andare peggio. Ed era un appassionato...il business lo faceva con altre cose.

Se, per i casi della vita o per migliorare la collezione, si restituisce al mercato qualche pezzo o l'intero compendio spesso si paga un pegno che può anche essere pesante, sopra tutto per i neofiti o i meno esperti...che poi, giustamente,abbandonano la numismatica, così che poi..ci si lamenta della mancanza di ricambio tra i collezionisti.

Se le monete costassero meno...sarebbe meglio.

Quindi, la numismatica, ripeto, non è un investimento...al massimo può essere ANCHE, dopo la passione, un salvadanaio patrimoniale o una diversificazione che potrà dare eventuali frutti solo nel lungo periodo se si è comprato con gusto, occhio e competenza.

Sarebbe utile sentire anche @f.dc che potrebbe sul punto trattare una Lectio...

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ggppSul tema  c'è anche questa discussione

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 24/5/2018 at 12:43, Piakos dice:

Se le monete costassero meno...sarebbe meglio. 

Credo sarebbe la gioia di (QUASI) tutti, no? ;D

 

Il 24/5/2018 at 12:54, Piakos dice:

@ggppSul tema  c'è anche questa discussione

Di là la tua previsione diceva che quest'anno ci sarebbe stato un calo riguardante la presenza di pezzi eccezionali per ratità e conservazione... sta accadendo? E riguardo gli interrogativi espressi sopra, come la pensi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mercato sta diventando drammatico, per la numismatica italiana in Italia. Sia per prezzi troppo cedenti che per cose importanti ancora al rialzo.

Cose dall'ottima alla eccezionale conservazione vedono un mercato crescente...dalle bandierine visibili nelle aste on line...molto materiale finisce all'estro che fa' anche stoccaggio. Monete particolari come le quadruple papali, in conservazione q.FdC e di grande rarità...stanno infrangendo il limite dei 100.000 euro.

Le monete dallo SPL in giù sono ancora cedenti. E anche su prezzi cedenti...possono restare invendute.

Di materiale ne appare ancora molto...perchè, come accade per gli immobili, le famiglie stanno vendendo.

Non vedo segnali che possano annunciare inversioni di tendenza.

Non seguo a tappeto il mercato internazionale...ma, per le monete eccezionali...la musica sembra essere la stessa.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel mercato internazionale va leggermente meglio, forse perchè ci sono più Collezionisti che investitori. All'estero (Austria, Germania, Gran Bretagna) ci sono monete per tutte le tasche ed i Collezionisti non guardano nè la conservazione nè il prezzo se veramente interessati al pezzo, basta vedere i realizzi di Dorotheum, Fruhwald, Baldwin's, Rauch etc. etc.

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Riccardo Paolucci dice:

Nel mercato internazionale va leggermente meglio, forse perchè ci sono più Collezionisti che investitori. All'estero (Austria, Germania, Gran Bretagna) ci sono monete per tutte le tasche ed i Collezionisti non guardano nè la conservazione nè il prezzo se veramente interessati al pezzo, basta vedere i realizzi di Dorotheum, Fruhwald, Baldwin's, Rauch etc. etc.

Se ho capito bene, occorre ammettere che fuori dall'Italia vi siano dei collezionisti più intelligenti  di quanto non lo siano i nostri compatrioti,  nel senso che non si perdono  più di tanto dietro i giochini del q.FDC, FDC ++, FDC ultra,ecc.  per badare di più alla sostanza, cioè alla  moneta in quanto tale, con la sua storia e le sue particolarità.

Per badare, per dirla in sintesi, più alla Numismatica che alle apparenze.

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Lugiannoni dice:

Se ho capito bene, occorre ammettere che fuori dall'Italia vi siano dei collezionisti più intelligenti  di quanto non lo siano i nostri compatrioti,  nel senso che non si perdono  più di tanto dietro i giochini del q.FDC, FDC ++, FDC ultra,ecc.  per badare di più alla sostanza, cioè alla  moneta in quanto tale, con la sua storia e le sue particolarità.

Per badare, per dirla in sintesi, più alla Numismatica che alle apparenze.

Bravissimo. All'estero c'è la sostanza fra i Collezionisti. Nei convegni in Gran Bretagna ho visto vecchiette e bambini venire a cercare monete per la loro Collezione, qui in Italia li vedete mai ai Convegni? E il q.FDC, FDC ++, FDC ultra, Eccez., etc. non esiste

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

1568879297_LYCIALegaKadyanda1d.jpg.25f41a7bc379b09fe52832cb400ad20c.jpg693907567_LYCIALegaKadyanda1r.jpg.c1ee34c7530f2df0a10f8edde1046e9e.jpg

Della "polis" Kadyanda sono 6 le monete catalogate : due nei musei e 4 in coll.privata, Questa è una delle 4.

2049597390_LYCIALegaXanthos3d.jpg.52bd22767a8047b459ccb1a6cbbd34cf.jpg1890034083_LYCIALegaXanthos3r.jpg.d0180e89775cd99a75e8c80a885279a4.jpg

questa è  comune.......Xanthos : 30 catalogate. 12 nei musei, delle altre 18 cinque le ho io.

Solo un ricercatore pazzo può interessarsi alle monete della Lycia. Regione sconosciuta dell'asia minore di cui poco si conosce. >Ma è questo il bello. troppo facile interessarsi ad Alessandro , Napoleone o Traiano.

https://independent.academia.edu/RobertoReynaudo

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna essere folli per fare numismatica...folli e geniali 

e secondo me ogni tanto occorrerebbe parlare anche di cose belle della numismatica, perché a parlare troppo del negativo poi alla fine ci si abitua 

  • Like 2
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un lato bellissimo della numismatica secondo me è quello 

di fare appassionare  soprattutto i giovani,  pensiamo alle realtà difficili delle periferie, città, a mio parere un giovane che si appassiona a questa materia evita di prendere  " brutte strade "

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, bubbolo dice:

1568879297_LYCIALegaKadyanda1d.jpg.25f41a7bc379b09fe52832cb400ad20c.jpg693907567_LYCIALegaKadyanda1r.jpg.c1ee34c7530f2df0a10f8edde1046e9e.jpg

Della "polis" Kadyanda sono 6 le monete catalogate : due nei musei e 4 in coll.privata, Questa è una delle 4.

2049597390_LYCIALegaXanthos3d.jpg.52bd22767a8047b459ccb1a6cbbd34cf.jpg1890034083_LYCIALegaXanthos3r.jpg.d0180e89775cd99a75e8c80a885279a4.jpg

questa è  comune.......Xanthos : 30 catalogate. 12 nei musei, delle altre 18 cinque le ho io.

Solo un ricercatore pazzo può interessarsi alle monete della Lycia. Regione sconosciuta dell'asia minore di cui poco si conosce. >Ma è questo il bello. troppo facile interessarsi ad Alessandro , Napoleone o Traiano.

https://independent.academia.edu/RobertoReynaudo

Le città della Licia, per chi ama la cultura del mondo antico...non sono sconosciute, anzi...sono un must. Notevole è la rilevanza e l'interesse.

Le conosco e le amo persino io...😃

Anzi...dopo un paio di viaggi in  quelle stupende lande...avevo in mente di iniziare a cercarle...poi mi sono fatto distrarre dalla dirimpettaia Rodi e le sue coniazioni compresa Lindos.

Poi mi sono detto che non si può inseguire tutto, MA L'INTERESSE PER LA LICIA RIMANE INTATTO.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Admin dice:

Bisogna essere folli per fare numismatica...folli e geniali 

e secondo me ogni tanto occorrerebbe parlare anche di cose belle della numismatica, perché a parlare troppo del negativo poi alla fine ci si abitua 

Pienamente d'accordo.

Admin...ti propongo di aprite un topic al riguardo.

😃

Share this post


Link to post
Share on other sites

E sono d'accordo anch'io. Cosa c'è di più bello dopo aver lavorato 8/10 ore al giorno rintanarsi nel proprio studio o nel proprio angolo della casa e passare un po' di tempo con i nostri dischetti metallici ed i nostri libri? Per me 36 anni fa la cosa più bella era andare a leggere le vecchie riviste tipo Italia Numismatica e facevo un confronto dei prezzi di allora con quelli di 36 anni fa. Girarmi fra le mani e le dita le mie monete era uno spasso e purtroppo oggi, ogni tanto lo faccio meccanicamente, a volte senza cuore. Ecco allora avevo più cuore, mi innamoravo.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grande ricordo Riccardo...

@f.dc  anche potrebbe raccontarne...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this