Quintus

VESPASIANVS, denario STRUMENTI SACRIFICALI

Recommended Posts

VESPASIANO

Tito Flavio Vespasiano, meglio conosciuto come Vespasiano (in latino: Titus Flavius Vespasianus), nato a Cittareale il 17 novembre 9 a.D. e morto a Cotilia il 23 giugno 79 a.D.).
E' stato un imperatore romano, governò fra il 69 a.D. ed il 79 a.D.  col nome di Cesare Vespasiano Augusto (in latino: Caesar Vespasianus Augustus).

Fondatore della dinastia flavia, fu il quarto imperatore a salire al trono nel 69 a.D. (l'anno dei quattro imperatori), ponendo fine a un periodo d'instabilità seguito alla morte di Nerone e definito da Tacito   il "lungo anno". Comandante delle truppe impegnate, fin dal 66 a.D., nella repressione in Giudea venne acclamato imperatore dalle legioni d'Egitto, Giudea, Siria e Danubio. All'arrivo dell'imperatore a Roma il senato lo riconobbe e lo nominò console per l'anno 70 a.D.

1880859695_vespasiano-nlsdd1990.thumb.jpg.3f0ac422ae1f7d3c4fee85badadbfe7b.jpg

Valore nominale: Denario
Diametro: 18 mm circa
Peso: 3,28 gr

Dritto: IMP CAES VESP AVG P M, busto laureato a destra
Rovescio: AVGVR / TRI POT, strumenti sacrificali: simpulum, aspergillum, capis e lituus.

Zecca: Roma
Anno di coniazione: 72 - 73 a.D.
Riferimento: RIC 43

A grande richiesta uno dei miei argenti.  🙂

Chi mi sa raccontare qualcosa di più sugli strumenti sacrificali che, altrove, sono anche definiti augurali e pontificali?

Io so che:

SIMPULUM: tazza usata per le libagioni nei sacrifici
ASPERGILLUM: piccolo bastone che finisce con una serie di asticelle o spazzole mobili o di frustini, serve per aspergere (sprouzzare) l'altare o la vittima con liquidi (acqua, vino, ecc.)
CAPIS: vaso grande per bere
LITUUS: bastone ricurvo degli auguri

Grazie a tutti.

Ave!

Q.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si potrebbe dire che, involontariamente, Nerone abbia designato il nostro "tassatore di urine" come il suo successore mettendolo a capo dell'esercito in Giudea dopo essere stato esiliato.Difatti, ritiratosi a vita privata a seguito di qualche diverbio con Nerone, venne richiamato da quest'ultimo perché ritenuto l'unico ad essere in grado di riconquistare la Giudea a seguito della rivolta che rischiava di allargarsi a tutto il medio-oriente.

Ma come si era procacciato l'antipatia di Nerone? Svetonio ci racconta che durante un viaggio in grecia in cui era a seguito dell'imperatore si allontanava spesso quando quest'ultimo iniziava a cantare e si addormentava in sua presenza.

Durante la guerra in Giudea, Giuseppe Flavio [capo dei rivoltosi prima, storico romano dopo] avrebbe profetizzato l'ascesa alla porpora di Vespasiano il quale prima era incredulo ma dopo, sapendo che tal Giuseppe aveva già fatto profezie rivelatesi vere, decise di tenerlo con se invece di inviarlo al simpatico Nerone. Secondo Svetonio, Giuseppe mentre veniva messo in catene, affermò che lo stesso Vespasiano lo avrebbe liberato quando fosse ormai divenuto imperatore. L'anno successivo alla cattura, quando Vespasiano fu acclamato imperatore dalle truppe Orientali, si ricordò delle parole di Giuseppe ed asserì "Mi sembra vergognoso che chi mi ha predetto l'impero sia ancora in prigionia con le catene."

Proprio Giuseppe Flavio [Flavio preso dalla dinastia "Flavia" di Vespasiano, cambiò il nome in seguito alla liberazione] spiega che la rivolta in Giudea si ebbe a causa di una erronea interpretazione di una profezia:"Ciò che maggiormente incitò i Giudei alla guerra fu un'ambigua profezia, che si trovava nelle sacre scritture, secondo le quali in quel tempo uno che veniva dal loro paese sarebbe diventato il dominatore del mondo. Questa profezia la intesero come se riguardasse uno di loro, ma molti sapienti si sbagliarono ad interpretarla in questo modo, poiché la profezia in realtà si riferiva al dominio di Vespasiano, acclamato imperatore in Giudea".

 

17 ore fa, Quintus dice:

Chi mi sa raccontare qualcosa di più sugli strumenti sacrificali che, altrove, sono anche definiti augurali e pontificali?

 

Qui mi cogli impreparato... se non iniziate a dire qualcosa appena ho un po' di tempo vedo di indagare O:-)

 

La moneta è in ottima conservazione, avevo ragione io a dire che non dovevi nascondere i denarini! L'unica imperfezione è quell'IMP tagliato fuori dal tondello ma di poco conto visto che la parte importante della leggenda è ben visibile

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Giuseppe Gugliandolo dice:

Qui mi cogli impreparato... se non iniziate a dire qualcosa appena ho un po' di tempo vedo di indagare O:-)

Siamo in due... anch'io non ho mai approfondito anche se la cosa m'intriga.
Se qualcuno non ha voglia di spiegare ma mi sa dire dove approfondire (magari a costo zero :-D) io poi vedo di studiare un po'...

3 minuti fa, Giuseppe Gugliandolo dice:

La moneta è in ottima conservazione, avevo ragione io a dire che non dovevi nascondere i denarini! L'unica imperfezione è quell'IMP tagliato fuori dal tondello ma di poco conto visto che la parte importante della leggenda è ben visibile

Quando la vidi decisi che doveva essere mia e, ti assicuro, in mano è spettacolare.

Ne ho un'altra di Vespasiano (che chiamo amichevolmente "garçon pipí" :-P), messa peggio come conservazione ma, per me altrettanto, affascinante.  Vedrò di mostrarla prossimamente.  Così come un denario di Galba con un bel buchetto per portarlo come ciondolo! 🙂

Ave!

Q.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
38 minuti fa, Quintus dice:

Siamo in due... anch'io non ho mai approfondito anche se la cosa m'intriga.
Se qualcuno non ha voglia di spiegare ma mi sa dire dove approfondire (magari a costo zero :-D) io poi vedo di studiare un po'...

Mastro @Piakos puoi aiutarci? Io al momento non sono in condizione di fare una veloce ricerca... altrimenti aspettate me :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Giuseppe Gugliandolo dice:

Mastro @Piakos puoi aiutarci?

Si, si... evochiamolo! O @Piakos, Deus cervisie, illuminaci con la tua sapienza!

Ave!

Q.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'Impero Roma vi era la civiltà più evoluto al mondo, non esistevano "Barbari Sacrifici" umani ma cerimonie che potevano prevedere il sacrificio di animali...diciamo che quelli ritratti al rovescio del denario sono strumenti usati durante le celebrazioni..

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, Admin dice:

Nell'Impero Roma vi era la civiltà più evoluto al mondo, non esistevano "Barbari Sacrifici" umani ma cerimonie che potevano prevedere il sacrificio di animali...diciamo che quelli ritratti al rovescio del denario sono strumenti usati durante le celebrazioni..

Purtroppo devo smentirti, nella civiltà romana esistevano, aimè, sia i sacrifici umani per ingraziarsi la divinità, sia la divinazione tramite la lettura delle membra di bambini che venivano uccisi appositamente...è brutto saperlo ma purtroppo è la realtà...

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, Otrebla dice:

Purtroppo devo smentirti, nella civiltà romana esistevano, aimè, sia i sacrifici umani per ingraziarsi la divinità, sia la divinazione tramite la lettura delle membra di bambini che venivano uccisi appositamente...è brutto saperlo ma purtroppo è la realtà...

Beh io sapevo che ciò avveniva in epoca repubblicana ma non imperiale...

Hai passi storici o descrizione letterali dei sacrifici...

Sarebbe bello documentarsi in tal senso..

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Admin dice:

Beh io sapevo che ciò avveniva in epoca repubblicana ma non imperiale...

Hai passi storici o descrizione letterali dei sacrifici...

Sarebbe bello documentarsi in tal senso..

Hai ragione, sono andato a rivedere ciò che ricordavo di avere letto...e ciò che sono riuscito a trovare è relativo ad epoca repubblicana e retaggio dei più antichi culti pastorali.

Per quanto riguarda l antropomanzia si tratta di dicerie messe in giro dai vari scrittori cristiani che avevano come scopo quello di mettere in cattiva luce imperatori a loro invisi, come ad esempio giuliano che veniva accusato appunto di queste pratiche...

Anche per altri imperatori si dice che praticassero queste orribili divinazioni, ma non credo ci siano prove.

Almeno credo non ci siano..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho trovato però questo testo, sul sito dirittoestoria.it

Col progredire della storia di Roma, i sacrifici umani divennero del tutto eccezionali: per essi trovarono più frequente applicazione sia il principio della sostituzione dell’uomo[91] con gli animali (vigente già nelle antichissime

[p. 203]

leges regiae, per il colpevole di omicidio involontario)[92], sia la regola in sacris simulata pro veris accipi, certamente elaborata dai sacerdoti già in età arcaica, per quanto attestata da una fonte piuttosto tarda:

 

Servio, in Verg. Aen. 2.116: VIRGINE CAESA non vere, sed ut videbatur. Et sciendum in sacris simulata pro veris accipi: unde cum de animalibus quae difficile inveniuntur est sacrificandum, de pane vel cera fiunt et pro veris accipiuntur[93].

 

[p. 204]

Tuttavia i sacrifici umani, nonostante il Senato di Roma li avesse proibiti fin dal 97 a.C.[94], continuarono ad essere praticati eccezionalmente fino all’età imperiale avanzata. Depone in tal senso la testimonianza di Plinio il Vecchio, il quale tratta di sacrifici umani (in forma di sepoltura rituale) nel libro ventottesimo della Naturalis historia, descrivendoli come cerimonie religiose ancora praticate nel suo tempo (etiam nostra aetas vidit😞

 

Edited by Otrebla

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 23/9/2018 at 23:48, Otrebla dice:

continuarono ad essere praticati eccezionalmente fino all’età imperiale avanzata

Mi sembra un contro senso...come farebbe Plinio il Vecchio ad attestare i sacrifici in epoca imperiale addirittura avanzata?

Tito Livio se non sbaglio narra di un sacrificio umano prima dello scontro di Canne. Avevano sacrificato due prigionieri..

A mio avviso non bisogna però confondere le pene con i sacrifici...ad esempio anche in epoca imperiale se una "vestale" perdeva la verginità la seppellivano viva con un rituale tutto particolare...ma questa era una pena inflitta per aver commesso un delitto (secondo il credo del tempo) non era considerato sacrificio rituale. Nei sacrifici la vittima  di solito veniva sacrificata senza aver commesso nessun delitto veniva semplicemente scelta e uccisa per ingraziarsi  gli dei..

Cmq solo a scrivere certe cose ti vengono i brividi e la speranza è che l'uomo.sia progredito...

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Admin dice:

Mi sembra un contro senso...come farebbe Plinio il Vecchio ad attestare i sacrifici in epoca imperiale addirittura avanzata?

Tito Livio se non sbaglio narra di un sacrificio umano prima dello scontro di Canne. Avevano sacrificato due prigionieri..

A mio avviso non bisogna però confondere le pene con i sacrifici...ad esempio anche in epoca imperiale se una "vestale" perdeva la verginità la seppellivano viva con un rituale tutto particolare...ma questa era una pena inflitta per aver commesso un delitto (secondo il credo del tempo) non era considerato sacrificio rituale. Nei sacrifici la vittima  di solito veniva sacrificata senza aver commesso nessun delitto veniva semplicemente scelta e uccisa per ingraziarsi  gli dei..

Cmq solo a scrivere certe cose ti vengono i brividi e la speranza è che l'uomo.sia progredito...

Ma infatti, plinio il vecchio è morto 400 anni prima...bo...

Comunque l uomo è progredito si...adesso ha la bomba atomica😂

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now