Sign in to follow this  
carledo49

Piastra 120 grana Francesco II di Borbone

Recommended Posts

               Con questo sovrano troviamo le ultime emissioni del Regno delle Due Sicilie per le note vicende risorgimentali. Durano un brevissimo periodo, poche per tipologia e molto contenute nei quantitativi appunto per il precipitare degli eventi. Il 120 grana, stilisticamente parlando, è molto più curato nei dettagli, assistiamo a minori deturpazioni dovute alla coniazione ed i particolari incisori sono decisamente più eleganti ed accurati.

Le monete in argento di Francesco II sono le uniche che recano sul taglio la legenda PROVIDENTIA OPTIMI PRINCIPIS in rilievo anzichè in incuso.

Osservando il taglio di questa moneta, mi sono accorto che oltre ad essere in rilievo è anche rigato, non solo sulla base del tondello, ma anche sulle lettere che compongono il motto.

Non ho riscontri in tal senso. La zigrinatura dei contorni di questi grossi moduli, anche di sovrani precedenti, non mi pare fosse pratica in uso.

La moneta è in ottimo stato di conservazione ed il contorno è nettamente conseguente.

Carlo

 

Francesco II dritto.JPG

Franceso II rovescio.JPG

004.JPG

005.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

bella moneta,

alcune piastre erano ribattute su precedenti  repubblicane tipo il dodici carlini di G.N. Murat [ contorno: tra stelle in rilievo DIO PROTEGGE IL REGNO ]

ci sono alcuni esemplari con contorno rigato sia di Francesco II  che di Ferdinando II, con buona probabilità si tratta di un fattore di lavorazione della ghiera

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' da considerarsi una variante o una semplice..."bizzarria" (termine non proprio consono, numismaticamente parlando)?

Avevo escluso altri tondelli rigati di grosso modulo del regno delle due Sicilie, riutilizzati per la nuova coniazione, in quanto pratica non in uso per questo tipo di moneta. Di qualche altro stato? Credo che la zigrinatura sia successiva, non di tondello precedente, la si nota anche sopra le lettere del moto. Mah!!!

Carlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non avevo letto la modifica della risposta. Grazie comunque del tuo intervento e della spiegazione.

Carlo

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, carledo49 dice:

               Con questo sovrano troviamo le ultime emissioni del Regno delle Due Sicilie per le note vicende risorgimentali. Durano un brevissimo periodo, poche per tipologia e molto contenute nei quantitativi appunto per il precipitare degli eventi. Il 120 grana, stilisticamente parlando, è molto più curato nei dettagli, assistiamo a minori deturpazioni dovute alla coniazione ed i particolari incisori sono decisamente più eleganti ed accurati.

Le monete in argento di Francesco II sono le uniche che recano sul taglio la legenda PROVIDENTIA OPTIMI PRINCIPIS in rilievo anzichè in incuso.

Osservando il taglio di questa moneta, mi sono accorto che oltre ad essere in rilievo è anche rigato, non solo sulla base del tondello, ma anche sulle lettere che compongono il motto.

Non ho riscontri in tal senso. La zigrinatura dei contorni di questi grossi moduli, anche di sovrani precedenti, non mi pare fosse pratica in uso.

La moneta è in ottimo stato di conservazione ed il contorno è nettamente conseguente.

Carlo

 

Francesco II dritto.JPG

Franceso II rovescio.JPG

004.JPG

005.JPG

Buonasera,il motto in rilievo sul taglio fu stabilito con decreto n°35 del 16 Giugno 1859,

Articolo 2:la legenda:PROVIDENTIA OPTIMI PRINCIPIS,nel contorno delle quintuple e decuple d'oro,e delle monete d'argento  da 12 e 6 carlini sarà a lettere rilevate,tutte le altre monete continueranno ad avere il contorno riccio(rigato)nel modo che si trova stabilito.

A tal proposito voglio ricordare che all'asta Montenapoleone 4 del 1 Marzo 1984,al lotto 1659,fu esitata una prova di ghiera in rilievo su una piastra da 120 grana in rame del 1856,quindi si facevano prove per la nuova ghiera con motto in rilievo per le future monete di Francesco II già sotto il regno di suo padre Ferdinando II.

Questa prova è descritta sul Pagani-prove e progetti,al numero 775,pagina 143(collezione Cosentini)inoltre è riportata dal Magliocca al numero 805,pagina 441.

Share this post


Link to post
Share on other sites

per quanto riguarda la rigatura non sono a conoscenza del perchè ma potrebbe essere,a mio avviso,semplicemente un decoro quanto un modo per evitare la tosatura nelle zone lisce del taglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@D.B.G grazie per la esaustiva spiegazione. Veramente molto interessante. Quindi secondo te una ghiera siffatta come la si può considerare? Prova? Variante? Accidentale? Occasionale? Decoro a parte, naturalmente.

Carlo

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, carledo49 dice:

@D.B.G grazie per la esaustiva spiegazione. Veramente molto interessante. Quindi secondo te una ghiera siffatta come la si può considerare? Prova? Variante? Accidentale? Occasionale?

Carlo

se intendi la rigatura su tutto il taglio motto compreso è tutto regolare,tutti i tagli dei  120 grana di Francesco II sono così.

Nel mio post precedente intendevo dire che non sono a conoscenza del perchè rigavano i tagli che comunque sono tutti così.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest zeccadibronzo
Adesso, realino santone dice:

dove hai visto tutti i tagli rigati ???

Ciao. Il Magliocca riporta il taglio “ con marcate rigature” sovrapposto,come norma per tutte le piastre.

Magari le hanno ripassate con le ghiere del 10 Tornesi,chissà...

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma ci sono anche i tagli LISCI senza rigatura, che poi sono sicuramente di numero superiore rispetto ai " rigati "

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, zeccadibronzo dice:

Ciao. Il Magliocca riporta il taglio “ con marcate rigature” sovrapposto,come norma per tutte le piastre.

Magari le hanno ripassate con le ghiere del 10 Tornesi,chissà...

Buonasera,volevo ricordare che i tagli dei 10 tornesi sono si rigati ma obliqui.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest zeccadibronzo
5 minuti fa, realino santone dice:

ma ci sono anche i tagli LISCI senza rigatura, che poi sono sicuramente di numero superiore rispetto ai " rigati "

Ho solo riportato quello che c’e scritto sul libro citato..Non ho esperienza diretta, in quanto sono sempre stato disinteressato,sia alle piastre che alla monetazione di Francesco

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, realino santone dice:

dove hai visto tutti i tagli rigati ???

Buonasera,ne ho uno in collezione ,inoltre altri due esemplari che ho ceduto erano così,compresi tutti quelli che ho visionato.

Visto che affermi che ce ne siano di lisci puoi postare un'immagine,te ne sarei veramente grato visto che personalmente non ne ho mai visti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest zeccadibronzo
3 minuti fa, realino santone dice:

come già detto la rigatura dei dieci tornesi non è verticale ma obliqua

 

6 minuti fa, D.B.G dice:

Buonasera,volevo ricordare che i tagli dei 10 tornesi sono si rigati ma obliqui.

Grazie ad entrambi per le precisazioni ma la mia era una battuta...evidentemente poco efficace..

Share this post


Link to post
Share on other sites
41 minuti fa, realino santone dice:

ma ci sono anche i tagli LISCI senza rigatura, che poi sono sicuramente di numero superiore rispetto ai " rigati "

Io sapevo che il taglio era liscio con il motto in rilievo. Così almeno me lo riporta il Gigante.

Carlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

forse qualcosa non mi è chiaro,si discute sui tagli delle piastre di Francesco II quindi le foto postate delle piastre di Ferdinando II non sono attinenti,i link postati non mi si aprono ma forse è il mio PC che ha qualche problema.

Ricapitoliamo,le piastre di Francesco II hanno tutte il motto sul taglio in rilievo come da decreto,la rigatura,sempre sul taglio,delle piastre di Francesco II lo vista su tutti gli esemplari che ho visionato(e non pochi)ma non  conosco il motivo di questa rigatura anche se ho espresso la mia idea,se poi esistono anche senza rigatura sarei felice di vederne almeno una visto che non ne ho mai viste.

Detto ciò se qualcuno possiede piastre di Francesco II ,e non di Ferdinando II,può verificare il taglio e riferire.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this