Guest

Panorama Numismatico dicembre 2018

Recommended Posts

Guest

image.png.5b01d67a8a25e6092a9d8a82fbd3cd3d.png

È uscito il nuovo numero di «Panorama Numismatico» (n. 345, dicembre 2018).

In copertina, Analisi di due denari patriarcali. Gregorio di Montelongo, i denari della serie “electus”, di Andrea Keber: l’uso di segni indicativi dell’attività di zecca è frequente in questo tipo di moneta; l’autore li classifica e ne traccia la storia.

Troverete, all’interno

Per le curiosità numismatiche:

  • Lo sbarco delle am-lire avvenne nel 1943, in previsione dell’occupazione militare dell’Italia da parte degli Alleati. Gianni Graziosi ne illustra le diverse serie in parallelo alla storia di quegli anni.

 

Per la monetazione antica:  

  • Roberto Diegi parla di colui che si considerava il quinto tetrarca e di alcune sue rare emissioni, in Carusio e le sue monete. Un usurpatore che non si considerava tale.

Per la monetazione italiana medievale e moderna:

  • In tutta la monetazione di Bologna non si trova nessuna moneta che porti il titolo di civitas. In Un enigmatico quattrino di Bologna con leggenda “de bononia ci”, Lorenzo Bellesia indaga sull’origine di un esemplare trovato in collezione privata.
  • Un soldino veneziano di Andrea Contarini presenta alcune incongruenze. Fabrizio Leali, in Un amabile rebus, cerca di spiegarle analizzando altre monete dello stesso periodo.
  • I quattrini di Castro sono tra le più comuni monete del Cinquecento italiano. Lorenzo Bellesia ne tenta una classificazione completa e un ordinamento cronologico.

Per la monetazione estera:

  • Lo zar Alessandro II fu ucciso in un attentato terroristico nel 1881. In sua memoria venne realizzato un complesso monumentale a Mosca, oggi non più esistente ma ricordato in una moneta e una medaglia, entrambe coniate nel 1898. Ne parla Giuseppe Carucci in Attentato mortale.

Per le notizie varie di numismatica:

  • Angelo Cutolo racconta di Quando mancavano gli spiccioli e si cercava di far conoscere i paesi italiani: i miniassegni figurativi della Cassa Rurale ed Artigiana di Barlassina, appartenenti a quelle serie figurate, per qualche tempo molto ambite dai collezionisti.

Per la rubrica Recensioni sono presentati i volumi: Le monete di Messina dalle origini alla chiusura della zecca (530 a.C.-1676 d.C.), di Giuseppe Ruotolo, e Piero Monassi, medaglista, autore e incisore, di Ascanio Vattolo.

Per la rubrica Notizie dal Mondo Numismatico, si parla delle Giornate di studio Napoleone e la sua famiglia: un’Europa da rivedere, che si terranno al Museo Medagliere dell’Europa Napoleonica di Castiglion Fiorentino (Ar) il 17 e 18 maggio 2019; inoltre si conferma l’evento Agorà della Numismatica, nuova formula di Convegno numismatico, che si terrà a Padova l’1 e il 2 febbraio 2019. Infine viene presentato il secondo numero di «AIC Magazine», pubblicazione dedicata interamente alla cartamoneta.

Per la rubrica Emissioni numismatiche, si parla di alcune coniazioni in argento della Repubblica di San Marino, tra cui il divisionale fior di conio dedicato alla Giornata mondiale della natura.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto interessante...

sempre da non perdere i numeri di Panorama...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 7/12/2018 at 21:05, andreakeber dice:

Per la monetazione antica:  

  • Roberto Diegi parla di colui che si considerava il quinto tetrarca e di alcune sue rare emissioni, in Carusio e le sue monete. Un usurpatore che non si considerava tale.

Ma avete visto che errore?

Carusio...  tutti sanno che era un usurpatenore! 😛

Bah!

Ave!

Q.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now