Admin

I grandi collezionisti italiani di numismatica

Recommended Posts

Ciao ragazzi leggendo I cataloghi d'asta a volte vedo citate le collezioni appartenute a grandi numismatici perlopiù stranieri.

In italia sono esistiti o esistono grandi ed illustri collezionisti di numismatica???

Non mi riferisco però  a gente che traffica o si muove nell'ombra  o commercianti, ma solo a collezionisti.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Filippo Patti, la sua collezione di monete meridionali è stata battuta in asta da NAC qualche anno fa, una roba impetuosa, once di Carlo di Borbone che potresti pensare doppie perché vedi due 1736 ma solo guardando bene noti che in realtà sono varianti differenti, le Doppie once c'erano tutte, monete di Messina per un calibro importantissimo 

E questo è solo uno dei nomi  Italiani importanti. Il sig. Patti si è spento anni or sono però è innegabile l'importanza della sua collezione il cui catalogo d'asta da solo vale più di un catalogo vero e proprio. 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

ci sono

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, realino santone dice:

ci sono

Mi piacerebbe conoscere le loro storie e le loro collezioni

Share this post


Link to post
Share on other sites

purtroppo per motivi di privacy e sicurezza non posso dire di più,

peccato che ci sono sempre meno giovani

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Admin dice:

Non mi riferisco però  a gente che traffica o si muove nell'ombra  o commercianti, ma solo a collezionisti.

Esclusi i presenti? 🙂

Perché, riagganciandomi ad altra discussione, qui ci sono Paperon De Paperpiakos e Realinoduck.

...scusate l'OT demenziale, mi è scappata.

Ave!

Q.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, realino santone dice:

purtroppo per motivi di privacy e sicurezza non posso dire di più,

peccato che ci sono sempre meno giovani

Per forza.

Ahimè, mancano i soldi, ragazzi.

La voglia di sapere, conoscere, scoprire, no. Quella resta, nonostante tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi riferisco naturalmente ai grandi collezionisti che hanno pubblicato cataloghi, esposto le loro collezioni, o concesso autorizzazioni per visionarle.

Anche i grandi del passato...

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è un nome che purtroppo non so se posso fare. Qualche anno fa hanno battuto in asta la sua collezione, stavolta Nomisma. Forse tra le più importanti per le siciliane, forse supera quella  di Filippo Patti per quanto riguarda Carlo di Borbone anche se c'è da dire che entrambe le collezioni hanno perso pezzi prima per vie private e che quindi stiamo giudicando solo alcuni esemplari.

 

Ci sono nomi che non possono o non vogliono diventare conosciuti nel settore.

 

Per montare un'importante collezione a me manca il grano... però sto studiando veramente tanto per diventare preparato, impegnandomi notte e giorno. Vediamo cosa ne esce fuori 😁

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi la nostra Storia numismatica, e mi riferisco alle grandi Case del passato, è piena di nomi di importanti collezionisti italiani, basti pensare allo Gnecchi o a tutte le importanti vendite svolte da Baranowsky, Ratto e Santamaria prima e dopo la guerra. Ora purtroppo è difficile, al massimo si mettono le iniziali ma è difficile anche così

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Riccardo Paolucci dice:

Ragazzi la nostra Storia numismatica, e mi riferisco alle grandi Case del passato, è piena di nomi di importanti collezionisti italiani, basti pensare allo Gnecchi o a tutte le importanti vendite svolte da Baranowsky, Ratto e Santamaria prima e dopo la guerra. Ora purtroppo è difficile, al massimo si mettono le iniziali ma è difficile anche così

Ma si tratta solo di questioni di privacy o c'è dell'altro anche? Vedo che i collezionisti, spesso facoltosi, non hanno molta voglia di farsi vedere [e parlo di gente che colleziona monete moderne]

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Giuseppe Gugliandolo dice:

Ma si tratta solo di questioni di privacy o c'è dell'altro anche? Vedo che i collezionisti, spesso facoltosi, non hanno molta voglia di farsi vedere [e parlo di gente che colleziona monete moderne]

E' un po' di tutto: privacy, redditometro, non far sapere in giro cosa si fa o come si investe il proprio denaro (o il proprio piacere)

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Riccardo Paolucci dice:

E' un po' di tutto: privacy, redditometro, non far sapere in giro cosa si fa o come si investe il proprio denaro (o il proprio piacere)

Grande Riccardo...

temo che, sempre più, costoro investano nel loro piacere...piuttosto che per le loro finanze.

atteso che:

1) il mercato d'arte, d'antiquariato, numismatico (che è una nicchia dell'antiquariato) italiano è in ritirata costante.

2) Ultimamente ho sentito questa frase detta da un grosso operatore numismatico italico: l'Italia è morta!

3) qualche mese fa' uno di voi, non rammento chi, sul tema ebbe a dire: in un paese in declino costante e irreversibile cosa vogliamo aspettarci dalla numismatica? Semplice: che sia in declino anch'essa...e che lo sarà ancor di più nel futuro prossimo.

4) Uno dei motivi, per le monete costose, è il timore di apparire...di essere poi interrogati sulla provenienza della provvista che è stata necessaria all'acquisto delle monete.

In una simile micragna è ovvio che i pochi che ancora operano per le proprie collezioni ci vadano con i piedi di piombo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' tutto giusto @Piakos purtroppo l'Italia è morta da un pezzo. Pur con tutta la simpatia che ho per qualche persona di Governo (attuale sia chiaro) non credo che questo Paese potrà mai risorgere.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Piakos dice:

temo che, sempre più, costoro investano nel loro piacere...piuttosto che per le loro finanze.

Ma questo perché sono insensibili all'arte. La numismatica è essa stessa un piacere, forse uno dei più sofisticati, di quelli dal sapore molto rotondo ma sfaccettato che non sempre risultano facili da comprendere a pieno.

 

Nell'ultimo periodo, per questioni di studio, ho osservato circa 700 aste che sono state battute online dal 2009 ad oggi e posso dirti con certezza che i prezzi per Napoli e Sicilia sono saliti fuor dubbio, per le monete considerate Rare [da R in su] anche la bassa conservazione costa più che in passato. Mi permetto di fare qualche esempio.

- Un 10 grana di Carlo di Borbone [R2] intorno al 2010 si trova esitato a 30-40 euro in condizioni da MB+/qBB, adesso la stessa moneta si vende intorno ai 200€.

- Il FDC del 2 tornesi di Francesco II, molto comune, non superava gli 80€. Adesso ce ne vogliono almeno altri 100 per portarne uno a casa.

 

È anche vero che per monetazioni quali Regno d'Italia e repubblica è possibile vedere il trend inverso. Prezzi più alti non significa che il mercato sia in crescita anzi, se è vero che gli interessati alla numismatica son meno ed i prezzi in rialzo, il prospetto è tutt'altro che rassicurante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Amici miei ma se pensate che già succede un casino quando qualcuno vuole donare la propria Collezione ad un Museo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Riccardo Paolucci dice:

Amici miei ma se pensate che già succede un casino quando qualcuno vuole donare la propria Collezione ad un Museo...

E parliamo di donazioni... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now