Girosa

Assegno (circolare) o a taglio fisso ?

Recommended Posts

Salve, 

mi sono appena iscritto; il motivo è semplice, è un sito molto carino , dove chi muove i primi passi in questo mondo come me, ha modo di trovare numerose informazioni e notizie.

Il punto del mio articolo è il seguente:

Io, insieme

Io, insieme a mio padre, ho deciso di compiere degli studi più approfonditi riguardanti gli assegni a taglio fisso comparsi durante la seconda guerra mondiale.
Dei documenti analizzati e delle informazioni ricevute dagli addetti agli archivi delle varie Banca Italiane, mi è balzata all'occhio però,  un osservazione che vorrei esprimere con voi:

Gli assegni a taglio fisso, che tra l'altro già sono stati menzionati in un articolo comparso su questo forum, sono circolati dal 1943 al 1945; per essere più precisi, si ebbero già nel periodo pretendete alla R.S.I. ma sono rimasto sbalordito quando da questa lettera ho potuto constatare come gli assegni a taglio fisso già circolavano nel 1938, in maniera al quanto particolare: 

infatti, ciò che appare da un esame di questo documento, è come nel 1938 circolassero degli assegni a taglio fisso che erano in contrasto formale e sostanziale con le disposizioni di legge. In questa lettera, il Presidente della Banca Commerciale Italiana, vuole spiegare all'Ispettorato come non sia stata commessa nessuna irregolarità nei confronti della legge nel far circolare gli assegni in questione; infatti, gli assegni su cui l'Ispettorato sembra voglia far luce, secondo la Banca Commerciale Italiana, non sono altro che titoli all'ordine non espressamente disciplinati dalla legge. 

Ora  il dubbio che mi è venuto è il seguente: visto che sono assegni all'ordine non espressamente regolamentati dalla legge, secondo quanto ci dice il presidente della Banca Commerciale Italiana, e visto anche che l'assegno che vi voglio mostrare sembra avere tutte le caratteristiche presentate nella lettera anche se in quelli c'è la dicitura "assegno bancario", non è che ci troviamo nello stesso caso?

l'assegno che vi mostro ha anche un timbro, "abusivamente in circolazione"; era uno di quegli assegni che venne trafugato nel corso di quegl'anni dagli istituti di credito e poi rimesso in circolazione con delle alterazioni o "l'abusivamente in circolazione è per qualcos'altro?

Per essere più chiari, ripeto in termini più espliciti la prima domanda, ci troviamo in un caso di assegno circolare a taglio fisso?

 

gio.jpg

2019_01_25 10_55 Office Lens.jpg

Modificato da Girosa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve, benvenuto nel forum. Ti ringrazio per i complimenti e per il topic interessante. Parte dell'argomento che ti sta a cuore è stato trattato. Posto il link che è di quasi tre anni orsono, anche se, immagino, lo abbia probabilmente visto.

Carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, carledo49 dice:

Salve, benvenuto nel forum. Ti ringrazio per i complimenti e per il topic interessante. Parte dell'argomento che ti sta a cuore è stato trattato. Posto il link che è di quasi tre anni orsono, anche se, immagino, lo abbia probabilmente visto.

Carlo

Si l avevo già visto, Grazie 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Girosa dice:

Salve, 

mi sono appena iscritto; il motivo è semplice, è un sito molto carino , dove chi muove i primi passi in questo mondo come me, ha modo di trovare numerose informazioni e notizie.

Il punto del mio articolo è il seguente:

Io, insieme

Io, insieme a mio padre, ho deciso di compiere degli studi più approfonditi riguardanti gli assegni a taglio fisso comparsi durante la seconda guerra mondiale.
Dei documenti analizzati e delle informazioni ricevute dagli addetti agli archivi delle varie Banca Italiane, mi è balzata all'occhio però,  un osservazione che vorrei esprimere con voi:

Gli assegni a taglio fisso, che tra l'altro già sono stati menzionati in un articolo comparso su questo forum, sono circolati dal 1943 al 1945; per essere più precisi, si ebbero già nel periodo pretendete alla R.S.I. ma sono rimasto sbalordito quando da questa lettera ho potuto constatare come gli assegni a taglio fisso già circolavano nel 1938, in maniera al quanto particolare: 

infatti, ciò che appare da un esame di questo documento, è come nel 1938 circolassero degli assegni a taglio fisso che erano in contrasto formale e sostanziale con le disposizioni di legge. In questa lettera, il Presidente della Banca Commerciale Italiana, vuole spiegare all'Ispettorato come non sia stata commessa nessuna irregolarità nei confronti della legge nel far circolare gli assegni in questione; infatti, gli assegni su cui l'Ispettorato sembra voglia far luce, secondo la Banca Commerciale Italiana, non sono altro che titoli all'ordine non espressamente disciplinati dalla legge. 

Ora  il dubbio che mi è venuto è il seguente: visto che sono assegni all'ordine non espressamente regolamentati dalla legge, secondo quanto ci dice il presidente della Banca Commerciale Italiana, e visto anche che l'assegno che vi voglio mostrare sembra avere tutte le caratteristiche presentate nella lettera anche se in quelli c'è la dicitura "assegno bancario", non è che ci troviamo nello stesso caso?

l'assegno che vi mostro ha anche un timbro, "abusivamente in circolazione"; era uno di quegli assegni che venne trafugato nel corso di quegl'anni dagli istituti di credito e poi rimesso in circolazione con delle alterazioni o "l'abusivamente in circolazione è per qualcos'altro?

Per essere più chiari, ripeto in termini più espliciti la prima domanda, ci troviamo in un caso di assegno circolare a taglio fisso?

 

gio.jpg

2019_01_25 10_55 Office Lens.jpg

vorrei aggiungere a quanto ho scritto sopra, che quest'assegno è del 1942 ma è stato ri-datato 1944. In più è stato nella stanza di compensazione il 3 gennaio 1943 ed è stato ri-datato 25 febbraio 1944. E' stato chiuso il 4 novembre 1944; quindi ha circolato per 9 mesi. Da un altro esemplare che ho, sembra che la data impressa sotto il timbro abusivamente in circolazione, sia dello stesso giorno; mi viene da pensare che quest'assegno se ci troviamo nel caso appena esposto, sia stato preventivamente etichettato come abusivo  e che quindi non abbia circolato da "abusivo". 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Benvenuto @Girosa

per me si tratta di un Assegno Circolare .

Non ha le caratteristiche di un ATF.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, DeAritio dice:

Benvenuto @Girosa

per me si tratta di un Assegno Circolare .

Non ha le caratteristiche di un ATF.

Si forse non sono stato chiaro; che si tratti di un assegno circolare ci siamo, ma è la ridatazione che mi fa pensare. E' stato nuovamente fatto circolare per mancanza di contante, visto che ci troviamo in quel particolare momento storico o mancavano proprio gli assegni? E poi il timbro " abusivamente in circolazione @DeAritio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, Girosa dice:

Per essere più chiari, ripeto in termini più espliciti la prima domanda, ci troviamo in un caso di assegno circolare a taglio fisso?

No, non è un Assegno Circolare a tasso fisso.

Ha anche un particolare che.................

29 minuti fa, Girosa dice:

vorrei aggiungere a quanto ho scritto sopra, che quest'assegno è del 1942 ma è stato ri-datato 1944. In più è stato nella stanza di compensazione il 3 gennaio 1943 ed è stato ri-datato 25 febbraio 1944. E' stato chiuso il 4 novembre 1944; quindi ha circolato per 9 mes

E' un Assegno Circolare emesso nel 1942, andato in Stanza di Compensazione i primi mesi del '43 e poi rimesso in circolazione con data nella R:S:I.

Il fatto che ci siano 9 mesi di differenza , non vuol dire assolutamente che ha circolato.

Il timbro è stato fatto con un semplice bollo con datario, di facile reperimento in tutti gli uffici dell'epoca.

16 minuti fa, Girosa dice:

E' stato nuovamente fatto circolare per mancanza di contante, visto che ci troviamo in quel particolare momento storico o mancavano proprio gli assegni? E poi il timbro " abusivamente in circolazione @DeAritio?

No.

Si tratta di un tentativo di frode (scoperta).

Da qui il timbro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, DeAritio dice:

No, non è un Assegno Circolare a tasso fisso.

Ha anche un particolare che.................

E' un Assegno Circolare emesso nel 1942, andato in Stanza di Compensazione i primi mesi del '43 e poi rimesso in circolazione con data nella R:S:I.

Il fatto che ci siano 9 mesi di differenza , non vuol dire assolutamente che ha circolato.

Il timbro è stato fatto con un semplice bollo con datario, di facile reperimento in tutti gli uffici dell'epoca.

No.

Si tratta di un tentativo di frode (scoperta).

Da qui il timbro.

Sei stato molto esaustivo; probabilmente, gli assegni, descritti nella lettera che ho trovato nell archivio della Banca Sanpaolo, (menzionata all inizio della discussione)mi hanno mandato fuori strada;

credevo di trovare in quella lettera i

" precursori" di questi assegni. Invece, credo non siano altro che semplici assegni bancari che non erano stati regolamentati dalla legge e perciò natura di fraintendimenti tra gli addetti ai lavori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
58 minuti fa, DeAritio dice:

Ha anche un particolare che.................

Aldilà di quelle descritte , anche nel vecchio topic, l'assegno in tuo possesso, ha un particolare che è raro trovare negli ATF.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora