Recommended Posts

non credo che abbia emesso moneta

se non erro amalfi faceva parte prima del ducato di benevento e poi nel regno di sicilia

cesso` di essere indipendente nel 1150 quando le monete praticamente erano scomparse

quella delle 4 repubbliche marinare e` un invenzione 800centesca e si dimenticano anche le repubbliche di ancona o gaeta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tratto da RIN 1891 SAMBON G.Arturo, "Il Tarì Amalfitano."

"Tarì boni de Amalfi de unciis quinque de auro et quinque de argento ana tari quatuor per solidum"

Vedasi anche l'opera di Matteo Camera  "Importante scoperta del famoso tarèno di Amalfi" (1872), facilmente reperibile in rete.

post-370-1392074781,99_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Altri articoli, più recenti sull'argomento:

- Giuseppe Libero Mangieri, I follari amalfitani di Mansone V in Rassegna Storica Salernitana.

- Giuseppe Libero Mangieri, La monetazione di Salerno e Amalfi alla luce del tesoretto di S. Salvatore de Fondaco in Rassegna storica Salernitana.

- Lucia Travaini, The fineness of Sicilian taris and of those of Amalfi and Salerno (11th to 13th centuries), in Metallurgy in Numismatics, 4, ed. by W.A. Oddy and M.R.Cowell (Royal Numismatic Society, special publication 30; 1998), pp. 504-17.

- Lucia Travaini, Un follaro di Marino Sébastos, duca di Amalfi (1096-1100)?, “Rassegna Storica Salernitana”, 11, n. 21, 1994, pp. 261-265.

- Lucia Travaini, I tari’ di Salerno e di Amalfi, “Rassegna del Centro di Cultura e Storia Amalfitana”, a.X,n.20, dicembre 1990, pp.7-71.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie essepi per il contributo fotografico.
Ecco il Tari mostrato in disegno.

post-1-1392074782,36_thumb.jpg
Fonte Numismatica Ars Classica NAC AG
Aste 57 (18.12.2010)
Lotto 2
Amalfi
Tarí circa 1100 (?), AV 1,00 g. Doppio giro di leggenda pseudo-cufica intorno a cerchio lineare con crocetta al centro. Rv. Simile al dr. MIN 36 (Salerno). MEC 14, 44. Friedberg 43.

La zecca di Amalfi venne chiusa da Federico II nel 1220

Amalfi utilizzava il tarì, ovvero una moneta di ispirazione araba.
Ma questa moneta non era fatta con false lettere arabe?? tanto i cittadini non sapevano l'arabo  ;D
Sempre in riferimento alla monetazione d'oro,nella città se non sbaglio circolava anche il solido bizantino, che aveva un valore di 4 tarì...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Amalfi coniava moneta già nel XI, probabilmente presso il Palazzo Ducale.
I tarì erano in lega, oro-argento-rame.

Su alcuni tarì si osserva la croce a 8 punte, simbolo della città.
Fitzwilliam Museum, Cambridge, England

post-1-1392074819,56_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve ma quanto potrebbe valere un tarì oggi

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dipende dalla conservazione, dal metallo, dalla rarità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora