Recommended Posts

Panorama Numismatico nr.348 di marzo 2019

 

PANORAMA NUMISMATICO nr.348 MARZO 2019

In copertina, Un insieme di prove apparentemente inedito della medaglia premio di Pietro Thermignon per l’Esposizione Generale Italiana in Torino del 1884, di Roberto Caccuri, una delle più belle tra le medaglie coniate per essere assegnate nel corso delle Esposizioni ottocentesche.

Troverete, all’interno

Per le curiosità numismatiche:

  • Gianni Graziosi parla del Penny sfregiato dalle Suffragette, una moneta, conservata al British Museum di Londra, che racconta la battaglia per i diritti e l’emancipazione delle donne.

Per la monetazione antica:  

  • Attraverso le medaglie emesse dall’imperatore Costantino, Alberto Castellotti racconta del suo atteggiamento verso i culti sacri, in La religiosità di Costantino il Grande e della sua famiglia: un approccio storico-numismatico.

 

Per la monetazione italiana medievale e moderna:

  • La monetazione mantovana riserva ancora alcune sorprese. È il caso dell’Inedito ducato d’oro di Francesco IV Gonzaga duca di Mantova, che Lorenzo Bellesia illustra nel suo articolo.
  • Una moneta inedita che pone un problema difficile da risolvere è quella pubblicata e descritta da Franco Comoglio in Monetazione della Langobardia Maior. Un enigmatico tremisse di Cuniperto.
  • In Monete medievali molisane. Denari tornesi di Campobasso: una interessante e rarissima variante, Realino Santone presenta un esemplare con un particolarissimo abbinamento di conii.
  • Giuseppe Gasbarro pubblica un esemplare inedito del Mezzanino aragonese coniato nella zecca di Sulmona.
  • Stile, forma, lettere e punti segreti permettono di porre in relazione tra loro alcune monete. Ne parla Lorenzo Bellesia in Note su tre monete medievali di Ancona: grosso agontano, grosso bolognino e denaro.

Per la medaglistica:

  • Renzo Bruni ha rintracciato a Ferrara un’opera “gemella” di una medaglia coniata per l’Archiginnasio di Bologna. Ne parla in Un’inedita medaglia di Leone XII per l’Università di Ferrara. Resoconto di una travagliata emissione.

Per le monete estere:

  • Nelle miniere russe presso il villaggio di Barentsburg, nell’arcipelago delle Svalbard, circolavano gettoni monetiformi coniati a Leningrado. Ne parla Giuseppe Carucci in Le monete di Spitzbergen.

Per la rubrica Notizie dal Mondo Numismatico, si parla della Giornata di Studio dedicata ad Arturo Lusuardi che si terrà il prossimo 23 marzo a Correggio, presso il Palazzo dei Principi. Inoltre del Convegno Le tracce materiali di gesti, riti ed emozioni tra Medioevo e prima Età Moderna, che si terrà a Milano, presso la Sala Napoleonica di Palazzo Greppi, il 27 e 28 marzo prossimi. 

Per la rubrica Recensioni, si parla dei volume di Renzo Bruni, La verifica delle monete a Modena dal XVII al XIX secolo, e di Giuseppe Lulliri, La monetazione cartaginese in Sardegna. Emissione e circolazione (375-216 a.C.).

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

SEmpre interessante e immancabile.

Complimenti a Realino!

Confesso che sono intrigato dallo studio di Castellotti sulla religiosità di Costantino.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 11/3/2019 at 23:19, Lugiannoni dice:

Per la rubrica Recensioni, si parla dei volume di Renzo Bruni, La verifica delle monete a Modena dal XVII al XIX secolo, e di Giuseppe Lulliri, La monetazione cartaginese in Sardegna. Emissione e circolazione (375-216 a.C.).

Peccato mi sia perso la presentazione del libro dell'amico Giueppe. Ex membro del nostro staff Gielle.

Carlo

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, carledo49 dice:

Peccato mi sia perso la presentazione del libro dell'amico Giueppe. Ex membro del nostro staff Gielle.

Carlo

Che fine ha fatto Gielle...potrebbe essere recuparabile? Non è da escludere, che dici Carlo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Piakos dice:

Che fine ha fatto Gielle...potrebbe essere recuparabile? Non è da escludere, che dici Carlo?

No Renzo, non scrive più da anni nei forum, da quel che so si dedica ad altro. Alle nostre ultime riunioni in associazione, circa tre o quattro anni fa, su mia precisa richiesta, mi disse che mai sarebbe rientrato. Primo perchè l'esperienza passata gli ha fatto perdere l'entusiasmo, e poi perchè non trova chi riesce ad interloquire con lui con cognizione di causa ed in maniera serena e pacata. Come dargli torto? Gli scontri pesanti li ha avuti qui da noi e nell'altro forum. Se ben ricordi gli è stato dato pure del cialtrone. Ora che la nostra associazione si è praticamente dissolta, con i vecchi soci ho scarsi, o nulli, contatti.

Carlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se le andò a cercare lui dall'altra parte dove lo aspettavano per farlo a pezzi ,invece di usare qui una tribuna in ambiente amico.

😶

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Piakos dice:

Se le andò a cercare lui dall'altra parte dove lo aspettavano per farlo a pezzi ,invece di usare qui una tribuna in ambiente amico.

😶

Anche qui, se ben ricordi, dovemmo bannare un certo personaggino. Non c'era pace, una lite continua. Da un lato Gielle è scusabile. Non lo vedo e non lo sento più da anni.

Carlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.