Sign in to follow this  
Guest

I Visconti nel Veneto. Il Denaro

Recommended Posts

Guest

Alla fine del 1387 Verona cade nelle mani di Galeazzo Visconti e la zecca sembra interrompere la sua attività (probabilmente ripresa nel 1398). Nel 1388 si coniano il grosso con la biscia, sesini e probabilmente le prime emissioni di denari. Le monete propongono elementi iconografici del tutto affini a quelli dei corrispondenti nominali realizzati dalla zecca di Milano e il patrono di Verona, S. Zeno, viene proposto visto di fronte, in cattedra, con caratteristiche simili quelle di S. Ambrogio sulle corrispondenti emissioni milanesi, indice di una forte dipendenza di Verona da Milano. Il secondo grosso o pegione d’Argento è stato coniato da Gian Galeazzo Visconti tra il 1398, quando anche a Milano venne disposta una nuova emissione e quando , forse, la zecca veronese viene riattivata, e il 1400. Nella stessa circostanza si coniano il soldo e il sesino con croce accantonata da trifogli.

image.png.c349e2c386f06fcc81ea97106585425a.pngcoll. personale

VERONA

GALEAZZO VISCONTI 1388-1390, Denaro (con N, prima emissione): D/ ✠ •D•MDL'•VERONE• ՅȻ'• nel campo le lettere gotiche G Z sopra Ω - R/ ✠ COMES•VIRԎVԎVM • nel campo croce fiorita

Varianti: ... VEROͶE... (lettera N inversa) Al R/ Croce con in ciascuno dei quarti globetto; Croce con/senza in ciascuno degli angoli globetto

image.png.4b40f6770a8979eb21abebf55bf3f79e.png

image.png.47362a844a0b273dffdc7080716df516.pngcoll. personale

VERONA (1398)

GALEAZZO VISCONTI 1388-1390, Denaro (con ח) : D/ ✠ •D•MDL'•VERO חE• ՅȻ'• nel campo le lettere gotiche G Z sopra Ω - R/ ✠ COMES•VIRԎVԎVM • nel campo croce fiorita

Varianti:

Diversa posizione della legenda (vedi immagine e come riferimento la crocetta ad ore 12)

image.png.90813518437b766bded48a7c760897cc.png

Al R/ Croce con/senza in ciascuno dei quarti globetto

Nel 1388 Padova è occupata da Gian Galeazzo Visconti e Francesco da Carrara viene fatto prigioniero. Nei due anni di occupazione da parte dei Visconti, non vengono battute monete a Padova,
anche se alcuni denari piccoli coniati a Milano (alcuni studiosi azzardano Verona) portano in leggenda il nome della città.

image.png.632f6244087db40c84b4c3bd95a3b94c.pngcoll. personale

PADOVA

GALEAZZO VISCONTI 1388-1390, Denaro: D/ ✠ D•MDL'• PADVE•ՅȻ'• nel campo le lettere gotiche G Z sopra Ω - R/ ✠ COMES•VIRԎVԎVM • nel campo croce fiorita

Varianti: D/ ✠ •D•...; ...PADVEՅȻ'•

image.png.f04864157b51b91043bcc284ce6ae3cf.pngNel campo: Nulla / Globetto sotto la Z / Globetto tra G e Z / Globetto a sx di Ω

Al R/ Croce con/senza in ciascuno dei quarti globetto

Ricordo che l'Ω rappresenta un segno di abbreviatura

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grandioso Andrea!

Sopratutto...interessante.

Perdona adesso l'off topic...potresti aprire un altro tema sulla moneta che tu ritieni più affascinante e/o più rara...nell'ambito delle tue conoscenze specialistiche?

Intanto puoi continuare sul topic in esame...se hai altro.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this