Sign in to follow this  
Guest

Prossimo convegno di Verona

Recommended Posts

Caro Andrea...ha ancora un senso andare a Verona?

Per rivedere gli amici...sì.

Per farsi un giro...sì.

Per sperare di trovare qualcosa...sempre! La speranza non può morire.

Per ritrovare il convegno di quando la Numismatica in Italia tirava ancora...e chiunque poteva avere cose interessanti o egregie sui platau e/o  in tasca...NO!

Ergo...chi ha cose migliori o importanti da fare...se non va a Verona...numismaticamente perde poco, umanamente...perde qualcosa se ancora interessa l'ambito umano.

E ho detto tutto...😃

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rapina a Verona per Riccardo Rossi
"Vi informiamo di un fatto increscioso accaduto ieri Venerdi alla fiera nella 2ª giornata di Veronafil . Una volta caricata l'auto e usciti dalla fiera direzione Castel D'Azzano siamo stati seguiti.
Durante il ritorno mio marito si fermava a una ricevitoria - tabacchi ,scendendo nello stesso frangente abbiamo sentito io e mio figlio aprirsi il baule dell'auto e 2 ladri asportavano dall'auto 1 valigetta contenente monete italiane estere e classiche, 1 borsone contenente vari album di cartamoneta italiana ed estera ed 1 borsello contenente altro materiale .
Inutile il tentativo di mio figlio di fermarli aggrappandosi alla macchina che lo trascinava ad alta velocità per circa 150 metri. Vi chiederei se vi proponessero di acquistare cartamoneta italiana ed estera in alta conservazione di inviarci delle foto e aiutarci a recuperare qualcosa in modo da verificare che non sia quella rubata. Per noi la fiera è finita e abbiamo preferito anticipare il rientro. Sicuramente non parteciperemo più alla fiera di Verona. Grazie per la collaborazione"

Queste le parole della moglie di Riccardo, Maria Carmela Picciau

Non si può rischiare la vita, oltre a perdere il capitale, per cercare di fare onestamente il proprio lavoro.
Ormai è diventato un tiro al bersaglio e se questa è l 'Italia pronta a chiederti solo tasse e gabelle (per i lavoratori onesti) rimango all'estero

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che tristezza apprendere queste cose. All'amico fraterno Riccardo tutta la mia solidarietà per l'increscioso episodio. E' deprimente che certi eventi non possano essere prevenuti, si spera che gli autori vengano arrestati, perseguiti e la merce restituita al legittimo proprietario. Me lo diceva sempre che nonostante le sue mille precauzioni prima o poi...

Una nota per Riccardo Paolucci: il cosiddetto tiro al bersaglio viene contrastato proprio dai cittadini onesti, da quelli che rimangono in Italia, che lavorano, non sono omertosi, sudano e rischiano tutti i giorni e che soprattutto hanno il coraggio di continuare a lottare a casa propria. Bisogna crederci e dare esempi di buon comportamento, isolando questi elementi, non standosene al di fuori e criticare.

Carlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi spiace per RR e famiglia, 

purtroppo abbiamo leggi troppo permissive,

i ladri se vengono arrestati sono fuori dopo 2 giorni, mah.......

Share this post


Link to post
Share on other sites

Verona?

Ecco...e non è la prima volta che accade e svaligiano qualcuno...

Ovvio che simili episodi favoriscono la criptonumismatica...che a sua volta favorisce le aste e riduce le possibilità di incontro e di scambio.

Grande solidarietà a Riccardo Rossi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, carledo49 dice:

Una nota per Riccardo Paolucci: il cosiddetto tiro al bersaglio viene contrastato proprio dai cittadini onesti, da quelli che rimangono in Italia, che lavorano, non sono omertosi, sudano e rischiano tutti i giorni e che soprattutto hanno il coraggio di continuare a lottare a casa propria. Bisogna crederci e dare esempi di buon comportamento, isolando questi elementi, non standosene al di fuori e criticare.

Carlo

Carlo vuol dire che tutti gli italiani, anzi ITALIANI, come me che sono andati via da questo paese (volutamente in minuscolo) fatto da una magistratura disonesta e politicizzata, da dei governanti disonesti, da ladri, prostitute, nani e ballerine sono dei disonesti.

E' proprio per non lottare contro i mulini a vento che uno se ne va, se ne va in paesi più civili, dove in 24 ore ed anche meno ottieni un permesso, dove non sei vessato da mille balzelli, dove sei certo dei tuoi diritti e soprattutto dove puoi vivere e lavorare con tutta tranquillità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Riccardo Paolucci dice:

Carlo vuol dire che tutti gli italiani, anzi ITALIANI, come me che sono andati via da questo paese (volutamente in minuscolo) fatto da una magistratura disonesta e politicizzata, da dei governanti disonesti, da ladri, prostitute, nani e ballerine sono dei disonesti.

No, caro Riccardo, mai affermato che tu sia disonesto. Dico solo che forse ci vuol più coraggio a cambiare questo stato di cose stando in Italia, piuttosto che dal di fuori. Mai mi perrmetterei di fare simili affermazioni gratuite ed offensive nei confronti di chicchessia. Mi spiace abbia frainteso. Questi episodi incresciosi da te descritti in occasione della mostra di Verona sono lo specchio della realtà italiana e del suo lassismo nel non riuscire ad individuare e punire i responsabile. La critica, da che mondo è mondo, non ha portato mai a nulla. Ecco perchè TUTTI dovremmo fare qualcosa, e non certamente...andandocene perchè nauseati.

Carlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Carlo è proprio questa nausea che ti assale che ti porta a scappare da questo paese. Ci sono grandi ditte numismatiche italiane (non faccio nomi) che stanno pensando seriamente di andare all'estero. E' la realtà italiana hai detto bene, ma qui veramente si combatte contro i mulini a vento

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Riccardo Paolucci dice:

Carlo è proprio questa nausea che ti assale che ti porta a scappare da questo paese. Ci sono grandi ditte numismatiche italiane (non faccio nomi) che stanno pensando seriamente di andare all'estero. E' la realtà italiana hai detto bene, ma qui veramente si combatte contro i mulini a vento

Non posso comunque darti torto, Riccardo. Rimane sempre comunque il dispiacere ed il senso di impotenza nel non riuscire a correggere questo stato di cose perchè a volerlo veramente si è sempre in troppo pochi.

Le avvisaglie dei fatti di Verona comunque c'erano tutte. Già da anni si lamentavano furti, si notavano personaggi loschi tra i banchi e rapine nel comprensorio fieristico. Il canone di una misera postazione nel capannone costa un botto, se poi aggiungiamo anche le spese di controlli e sorveglianza particolare a carico totale degli espositori...

Carlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Capisco che si provi amarezza di fronte a certi episodi, ma mi pare che @Riccardo Paolucci ne tragga deduzioni troppo  generalizzate e perciò tendenzialmente "qualunquistiche".

In Italia ci sono ladri, una magistratura disonesta e politicizzata, da dei governanti disonesti, da ladri, prostitute, nani e ballerine; tutto vero, ma sono più i magistrati seri che magari non fanno notizia perchè emettono sentenze "normali", sono di più i politici seri ed onesti di quelli che "trafficano". Facciamo attenzione che spesso  esiste un grande divario tra il reale tasso di criminalità e quello percepito dai cittadini.  Un esempio classico:  la Germania dovrebbe essere uno dei Paesi più sicuri e felici del mondo. Ma i dati positivi del Ministero degli Interni non coincidono con la percezione della sicurezza di molti cittadini tedeschi. Secondo un recente sondaggio svolto per conto del settimanale Stern, il 58% dei cittadini lamenta un aumento della criminalità e teme per la propria sicurezza.

Ritornando alle "generalizzazioni" pericolose: alcuni anni fa acquistai ad un'asta - e non  era Ebay -  una moneta d'oro napoleonica data come BB+.  Quando decisi, dopo un paio d'anni di rivenderla tramite la stessa casa d'aste mi accorsi con stupore che era stata considerata <qBB con tracce di montatura>.  Certamente bischero io che non me ne ero accorto ma poco seria, come minimo, la ditta venditrice che non aveva il diritto di <non essersene accorta>. E allora i venditori d'aste tutti disonesti e incapaci? Assolutamente no, come i politici, i magistrati, i funzionari dello Stato, ecc.; quando, come oggi, vado a comprare un paio di chili di cozze per farle alla livornese, sono consapevole che ne potrò trovare qualcuna rotta o morta, ma il resto, la quasi totalità,  sono integre e saporite!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 31/5/2019 at 22:51, Lugiannoni dice:

Capisco che si provi amarezza di fronte a certi episodi, ma mi pare che @Riccardo Paolucci ne tragga deduzioni troppo  generalizzate e perciò tendenzialmente "qualunquistiche".

In Italia ci sono ladri, una magistratura disonesta e politicizzata, da dei governanti disonesti, da ladri, prostitute, nani e ballerine; tutto vero, ma sono più i magistrati seri che magari non fanno notizia perchè emettono sentenze "normali", sono di più i politici seri ed onesti di quelli che "trafficano". Facciamo attenzione che spesso  esiste un grande divario tra il reale tasso di criminalità e quello percepito dai cittadini.  Un esempio classico:  la Germania dovrebbe essere uno dei Paesi più sicuri e felici del mondo. Ma i dati positivi del Ministero degli Interni non coincidono con la percezione della sicurezza di molti cittadini tedeschi. Secondo un recente sondaggio svolto per conto del settimanale Stern, il 58% dei cittadini lamenta un aumento della criminalità e teme per la propria sicurezza.

Ritornando alle "generalizzazioni" pericolose: alcuni anni fa acquistai ad un'asta - e non  era Ebay -  una moneta d'oro napoleonica data come BB+.  Quando decisi, dopo un paio d'anni di rivenderla tramite la stessa casa d'aste mi accorsi con stupore che era stata considerata <qBB con tracce di montatura>.  Certamente bischero io che non me ne ero accorto ma poco seria, come minimo, la ditta venditrice che non aveva il diritto di <non essersene accorta>. E allora i venditori d'aste tutti disonesti e incapaci? Assolutamente no, come i politici, i magistrati, i funzionari dello Stato, ecc.; quando, come oggi, vado a comprare un paio di chili di cozze per farle alla livornese, sono consapevole che ne potrò trovare qualcuna rotta o morta, ma il resto, la quasi totalità,  sono integre e saporite!

La numismatica come altre cose della vita...richiederebbe massima attenzione e sempre di stare sul "pezzo". Prenderla leggera...si rischia sempre. in Italia di più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this