Sign in to follow this  
carledo49

1000 Lire Italia turrita, la vera antesignana dell'euro

Recommended Posts

               A tutti gli effetti, questa bella ma tardiva moneta della Repubblica può considerarsi la vera antesignana dell'euro. Moneta bimetallica, ci mostra una bella immagine della prossima Europa che verrà e che cambierà il corso monetario della nostra nazione.

Ma c'è un però! Non nasce sotto buoni auspici in quanto viene coniata sbagliata. Il numero di pezzi emessi è talmente elevato e si è speso una fortuna per coniarla che toglierla dalla circolazione dopo pochissimo tempo sarebbe stato antieconomico con danno erariale enorme.

Ma andiamo per ordine.

Di questa moneta ne sono stati coniati due tipi.

Entrambi in cupronichel/Bronzital

27mm di diametro

8,8g di peso

contorno con godronatura discontinua

moneta di I classe anche se vi sono numerose debolezze di conio ed i marchi degli incisori abbastanza spesso non definiti.

Autori: Laura Cretara e Uliana Pernazza.

Diritto: Italia turrita volta a sinistra e nel giro esterno Repubblica Italiana e stelle

Rovescio: carta dell'Europa con meridiani e paralleli che formano una stella a cinque punte, esternamente millesimo ed autore

 

     I° TIPO: 1997  zecca di R  100 milioni di unità coniate

Col I° tipo la cartina dell'Europa risulta sbagliata in alcuni particolari, sia nei confini dell'Olanda e Danimarca, sia per la Germania che ancora risulta divisa. L'intero quantitativo non è stato mai ritirato.

 

     II° TIPO: 1997 zecca di R  80 milioni di unità coniate

                    1998 zecca di R 180 milioni di unità coniate

                    1999-2000-2001 da serie annuale della zecca R  210 mila unità coniate

Col II° tipo la cartina d'Europa viene corretta sia nei confini di Olanda e Danimarca e sia nei reali confini della Germania unita.

 

La coniazione della moneta sbagliata creò all'Italia non pochi fastidi per le ripetute proteste della Germania che vedeva ancora diviso il suo territorio nazionale. Una sorta di incidente diplomatico che si concluse con le scuse ufficiali dell'Italia e la sospensione della moneta incriminata. Buona norma sarebbe stata ritirarla dalla circolazione, ma il quantitativo emesso era troppo grande (100 milioni di unità), per cui successivamente, con il II° tipo, si optò per una prosecuzione della coniazione ma con gli errori corretti, costringendo appunto il Ministero delle Finanze e la Zecca a realizzare un nuovo rovescio. Molte furono le responsabilità attribuite alla Zecca, molte anche agli organismi deputati al controllo qualità e della regolare conformità della moneta stessa, ma...siamo in Italia e le vere responsabilità se le scaricarono regolarmente, persino sulla medaglista Uliana Pernazza che aveva commesso l'errore originale dei confini Europei.

Al di là di tutti questi aspetti, questa moneta, creata alla vigilia dell'euro in notevoli quantitativi, rimane sempre il simbolo di un'epoca che cambia, una moneta di transizione che lascerà del rammarico nei nostalgici della lira ed il ricordo di un valore che ci ha accompagnato per alcune centinaia di anni.

"Molti sono concordi nel sostenere, anche se questa non sarebbe la sede più opportuna per parlarne, che questo sarebbe dovuto essere il VERO valore dell'Euro, come in effetti lo fu il Marco di una Germania che creò il primi dissidi.  Ma questa è un'altra storia!"   Naturalmente il virgolettato è e rimane sempre un mio pensiero di cui mi assumo le mie responsabilità.

 

In foto: il diritto comune ai due tipi ed il rovescio sbagliato e corretto.

Carlo

 

003.JPG

001.JPG

002.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccezionale Carlo!

Complimenti...gran pezzo di numismatica!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this