Sign in to follow this  
carledo49

1000 Lire Italia turrita, la vera antesignana dell'euro

Recommended Posts

               A tutti gli effetti, questa bella ma tardiva moneta della Repubblica può considerarsi la vera antesignana dell'euro. Moneta bimetallica, ci mostra una bella immagine della prossima Europa che verrà e che cambierà il corso monetario della nostra nazione.

Ma c'è un però! Non nasce sotto buoni auspici in quanto viene coniata sbagliata. Il numero di pezzi emessi è talmente elevato e si è speso una fortuna per coniarla che toglierla dalla circolazione dopo pochissimo tempo sarebbe stato antieconomico con danno erariale enorme.

Ma andiamo per ordine.

Di questa moneta ne sono stati coniati due tipi.

Entrambi in cupronichel/Bronzital

27mm di diametro

8,8g di peso

contorno con godronatura discontinua

moneta di I classe anche se vi sono numerose debolezze di conio ed i marchi degli incisori abbastanza spesso non definiti.

Autori: Laura Cretara e Uliana Pernazza.

Diritto: Italia turrita volta a sinistra e nel giro esterno Repubblica Italiana e stelle

Rovescio: carta dell'Europa con meridiani e paralleli che formano una stella a cinque punte, esternamente millesimo ed autore

 

     I° TIPO: 1997  zecca di R  100 milioni di unità coniate

Col I° tipo la cartina dell'Europa risulta sbagliata in alcuni particolari, sia nei confini dell'Olanda e Danimarca, sia per la Germania che ancora risulta divisa. L'intero quantitativo non è stato mai ritirato.

 

     II° TIPO: 1997 zecca di R  80 milioni di unità coniate

                    1998 zecca di R 180 milioni di unità coniate

                    1999-2000-2001 da serie annuale della zecca R  210 mila unità coniate

Col II° tipo la cartina d'Europa viene corretta sia nei confini di Olanda e Danimarca e sia nei reali confini della Germania unita.

 

La coniazione della moneta sbagliata creò all'Italia non pochi fastidi per le ripetute proteste della Germania che vedeva ancora diviso il suo territorio nazionale. Una sorta di incidente diplomatico che si concluse con le scuse ufficiali dell'Italia e la sospensione della moneta incriminata. Buona norma sarebbe stata ritirarla dalla circolazione, ma il quantitativo emesso era troppo grande (100 milioni di unità), per cui successivamente, con il II° tipo, si optò per una prosecuzione della coniazione ma con gli errori corretti, costringendo appunto il Ministero delle Finanze e la Zecca a realizzare un nuovo rovescio. Molte furono le responsabilità attribuite alla Zecca, molte anche agli organismi deputati al controllo qualità e della regolare conformità della moneta stessa, ma...siamo in Italia e le vere responsabilità se le scaricarono regolarmente, persino sulla medaglista Uliana Pernazza che aveva commesso l'errore originale dei confini Europei.

Al di là di tutti questi aspetti, questa moneta, creata alla vigilia dell'euro in notevoli quantitativi, rimane sempre il simbolo di un'epoca che cambia, una moneta di transizione che lascerà del rammarico nei nostalgici della lira ed il ricordo di un valore che ci ha accompagnato per alcune centinaia di anni.

"Molti sono concordi nel sostenere, anche se questa non sarebbe la sede più opportuna per parlarne, che questo sarebbe dovuto essere il VERO valore dell'Euro, come in effetti lo fu il Marco di una Germania che creò il primi dissidi.  Ma questa è un'altra storia!"   Naturalmente il virgolettato è e rimane sempre un mio pensiero di cui mi assumo le mie responsabilità.

 

In foto: il diritto comune ai due tipi ed il rovescio sbagliato e corretto.

Carlo

 

003.JPG

001.JPG

002.JPG

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccezionale Carlo!

Complimenti...gran pezzo di numismatica!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordate la questione della "Lira Pesante" promossa dal governo Craxi (vado a memoria 1984?). Aveva ipotizzato 1 Lira Pesante = 1000 Lire. Questo ci avrebbe portato verso il cambio di 1 LP = 1 DM. Questo sarebbe stato una buona base per i parametri di conversione all'Euro

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, danieles1981 dice:

Ricordate la questione della "Lira Pesante" promossa dal governo Craxi (vado a memoria 1984?). Aveva ipotizzato 1 Lira Pesante = 1000 Lire. Questo ci avrebbe portato verso il cambio di 1 LP = 1 DM. Questo sarebbe stato una buona base per i parametri di conversione all'Euro

La Lira Pesante (o nuova lira) era un progetto di una nuova valuta fortemente voluto da Bettino Craxi nel 1986 e che venne proposto ad Azelio Ciampi, l'allora governatore della Banca d'Italia. Il progetto sarebbe dovuto essere analizzato e realizzato nell'arco di un anno massimo, invece fu dibattuto a lungo. Ricevette nel 1991 una pesante bocciatura dai deputati della commissione finanze con il giudizio inappellabile di inutile, costoso e fuori moda, in quanto l'unità dell'Europa non sarebbe stata lontana.

Alcuni esempi di progetti e studi del Poligrafico dello stato sulla nuova lira pesante.

1_Lira_Pesante.jpg

50lirepesanti.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bel lavoro Carlo...veramente!

Grande competenza e grande interesse.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, carledo49 dice:

Ricevette nel 1991 una pesante bocciatura dai deputati della commissione finanze con il giudizio inappellabile di inutile, costoso e fuori moda, in quanto l'unità dell'Europa non sarebbe stata lontana.

Con tutta la schifezza e le crisi che ne sono conseguite...ah cara vecchia Lira

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minuti fa, Riccardo Paolucci dice:

Con tutta la schifezza e le crisi che ne sono conseguite...ah cara vecchia Lira

Neppure il sottoscritto è un detrattore della vecchia liretta, seppur con tutti i suoi limiti ed incongruenze.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, carledo49 dice:

Neppure il sottoscritto è un detrattore della vecchia liretta, seppur con tutti i suoi limiti ed incongruenze.

Ho appena finito di scrivere un articolo sui "20 anni di euro tra vincitori e vinti" (credo di pubblicarlo per fine settembre). Mi sono documentato e letto molte relazioni economiche, e devo dire che aver letto tutte queste notizie non mi ha del tutto chiarito se era meglio la lira o l'euro. Di certo il grande problema dell'Europa è la mancanza degli "Stati Uniti d'Europa": 19 paesi, 19 politiche economiche e sociali differenti, 1 sola moneta. Mmmh, non la vedo benissimo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, danieles1981 dice:

19 paesi, 19 politiche economiche e sociali differenti, 1 sola moneta. Mmmh, non la vedo benissimo... 

Ecco, hai centrato il problema!

Carlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli Stati Uniti d'Europa sarebbero bellissimi pur con tutte le contraddizioni e le differenze dei paesi membri. Dovrebbero abolire i Parlamenti nazionali e far si che ci sia solo il Parlamento europeo.

Per quanto riguarda l'Euro abbiamo capito benissimo che questa è, purtroppo, l'Europa delle Banche

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this