Recommended Posts

Panorama Numismatico n.352 di Luglio-Agosto 2019

 

Panorama Numismatico n. 352

In copertina si ricordano i 50 anni dallo sbarco sulla Luna, grazie all’articolo di Gianni Graziosi sulle emissioni commemorative che numerose nazioni hanno dedicato alla ricorrenza.

Troverete, all’interno

Per la monetazione antica:  

  • Le monete ibride, ossia quelle che accoppiano un diritto proprio di un imperatore al rovescio di un altro, sono uno degli enigmi della monetazione romana imperiale perché esistono solo per alcuni imperatori e solo nei denari. Ne parla Lorenzo Bellesia in Un nuovo denario ibrido di Giulia Domna.
  • L’imperatore Elagabalo portò a Roma, dalla Siria, una pietra nera venerata e dedicò a essa numerose coniazioni. Ne tratta Roberto Diegi in La Pietra nera di Elagabalo era quasi certamente un meteorite. Uno sguardo rapido alle sue monete.

 

Per la monetazione italiana medievale e moderna:

  • Quanto tempo rimanevano in circolazione le monete? C’è da stupirsi della loro longevità leggendo una grida che cita emissioni precedenti almeno di mezzo secolo, come illustra Lorenzo Bellesia in Una grida bolognese del 1710 e le monete ancora in circolazione di Mantova, Guastalla e Mirandola.
  • Marco Bianchi ha rintracciato due diverse coppie di conii per le monete di Maria Luigia con data 1815; ne parla in Conio variato nelle monete da 40 lire 1815 Maria Luigia per Parma.
  • Giuseppe Gasbarro ha trovato la citazione di una rara moneta medievale marchigiana in un documento trecentesco, come riporta in È un mezzo denaro di Macerata?
  • Da una recente asta numismatica, la “ricomparsa” e la “riabilitazione” di una rarissima moneta appartenuta alla Collezione Martinori e ritenuta all’epoca non autentica, nell’articolo di Giorgio Fusconi Un interessante denaro Antiquiore di papa Valentino.

Per la medaglistica:  

  • Fabio Robotti parla di due medaglie pontificie dedicate alla Sindone e della storia della santa reliquia, in La Sacra Sindone e Casa Savoia.

Per la cartamoneta:

  • Una banconota può rappresentare la testimonianza delle molteplici culture che hanno lasciato la loro impronta nella storia della Sicilia, come illustra Giovanni Ardimento in Il Banco di Sicilia negli itinerari trasfigurativi di una emissione: il 500 lire tipo 1897.
  • La banconota da 500 lire emessa nel periodo di transizione tra monarchia e Repubblica italiana è rarissima. Ne parla Gaetano Russo, tracciando anche la storia di quel periodo travagliato, in Dalla monarchia alla Repubblica: una transizione epocale a margine di una banconota.

Per la rubrica Notizie dal mondo numismatico, il 68° Congresso IANP tenutosi a Carefree, in Arizona, e le conclusioni della Giornata di Studio “Napoleone e la sua famiglia: un’Europa da rivedere, tenutasi il 18 maggio scorso a Castiglion Fiorentino.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now