Piakos

Nuove Aste NAC n°116-117 del 1/10/2019

Recommended Posts

Che greche che ho visto, mamma mia! 

Quel tetra di Anfipoli....capisco chi voglia fare una pazzia. Tra un appartamento e un Anfipoli come quello io non avrei dubbi... 😜 

Che magnificenza! E non è l'unica per la quale varrebbe la pena fare più di un pensiero

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 24/9/2019 at 11:24, Cliff dice:

Che greche che ho visto, mamma mia! 

Quel tetra di Anfipoli....capisco chi voglia fare una pazzia. Tra un appartamento e un Anfipoli come quello io non avrei dubbi... 😜 

Che magnificenza! E non è l'unica per la quale varrebbe la pena fare più di un pensiero

 

e poi, dormire sotto un ponte?🤔  Comunque è stupendo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella asta indubbiamente...per l'Anfipoli ho visto di meglio assai...che veramente farebbe vendere un apaprtamento pur di acquisirla...questa non è il massimo a mio modesto avviso, anche se un tetra di Anfipoli rimane.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per fare turismo - anche numismatico - sono stato in asta: prima sessione, monete greche ex sceicco Dubai, ...e ho avuto conferma che nel mercato internazionale deve esserci gente che non sa cosa fare dei propri  propri soldi...tanti avendone da impegnare: in tre...dico solo tre...uno tramite incaricato amerecano, uno al telefono, uno era on line sul computer...non hanno fatto prendere nulla a nessuno degli altri presenti tra le monete più belle e rare , sicuramente anche loro ricchi..a volte anche in collisione tra loro... e, nella competizione a tre,  ha vinto sempre l'incaricato what's amereca! Anche un grande commerciante come Alain Baron...CEO della Numismatica Genevensis...non è riuscito a comprare nulla...per se medesimo o per i propri clienti.

..Sinceramente non so cosa pensare...anzi lo so!

Se non molto tempo fa' due covoni di fieno di Monet...(una nota serie dell'artista  en plein air) ha realizzato credo a New York 110 milioni di euro...ci stiamo a preoccupare della sala della Nac con tre super acquirenti?...Anzi! I prezzi....in proporzione sono ancora bassi. Vedrete tra qualche anno. Chi può compri qualche moneta veramente bella con appeal internazionale...datemi retta! Vendetevi qualcosa...anche l'appartamento, andate in affitto e comprate...se vi fanno comprare!

😜

@Admin  @Spoudaios @Giuseppe Gugliandolo @Cliff @danieles1981  @Arka @Lugiannoni @realino santone @Quintus @GAUDEN

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Piakos non  per insistere, ma  in una passata discussione  ragionammo delle <due numismatiche>. 

Da un lato quella degli appassionati e/o studiosi che centellinano i loro acquisti e, una volta acquisita la monetina tanto desiderata, la pongono a riposare in una cassettiera da dove periodicamente la estraggono un po' per gustarne l'aspetto e anche  per studiarla, apprezzarne lo stile o certe particolarità del conio, ecc.

Esiste poi il <finanziere>, che mi piace pensare somigliante a certi   personaggi di  Grosz  (vedi sotto) che girano avidi per le aste, insensibili alla bellezza di un tetra di un Cimone o di un Euclide, ma attenti a calcolare il probabile tasso di accrescimento di valore della moneta oggetto delle loro brame.

GROSZ-kurfurstendamm.jpg.57a586f6171dd45b681f9b4cebccb067.jpg

Ebbene - e non lo dico con lo spirito della volpe di fronte all'uva troppo alta - non cambierei la mia passione, il mio impegno e la mia soddisfazione nel collezionare i quattrinelli in rame di Niccolò Ludovisi o di Giovan Battista (per intendersi quelli che venivano regolarmente banditi dai Granduchi) con la loro arida e avida brama di investimenti redditizi.

E per dirla alla  @Quintus: sic cogitavi atque dixi. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, Lugiannoni dice:

Da un lato quella degli appassionati e/o studiosi che centellinano i loro acquisti e, una volta acquisita la monetina tanto desiderata, la pongono a riposare in una cassettiera da dove periodicamente la estraggono un po' per gustarne l'aspetto e anche  per studiarla, apprezzarne lo stile o certe particolarità del conio, ecc.

Uno così lo conosco anch'io... è veramente mooooolto simpatico! 🙂

15 minuti fa, Lugiannoni dice:

Ebbene - e non lo dico con lo spirito della volpe di fronte all'uva troppo alta - non cambierei la mia passione, il mio impegno e la mia soddisfazione nel collezionare i quattrinelli in rame di Niccolò Ludovisi o di Giovan Battista (per intendersi quelli che venivano regolarmente banditi dai Granduchi) con la loro arida e avida brama di investimenti redditizi.

BRAVO!!!  👏👏👏👏👏👏👏

Ave!

Quintus

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi...qui non volevamo fare una gara tra due mondi.

Ho solo fatto cronaca...come marco Polo quando tornava dal mondo prezioso d'oriente...un mondo da favola.

E caro Luciano...lasciamo ogni latente polemica: ti assicuro che hanno comprato tra il 60.000 e i 120.000 franchi solo le monete più belle...quelle per cui la notte non si dormee...quindi non sono finanzieri o non sono solo tali...è anche gente che capisce la bellezza e ama possederla.

Guardate questa moneta.

image.thumb.png.d33867e4e73d541b632b734b654582d5.png

image.thumb.jpeg.4800afaf3ab1ae4c0c32222e8ac2890c.jpeg

@GAUDEN guarda Gauden...

 

Prezzo di partenza: 40.000 CHFStima: 50.000 CHFRisultato: 85.000 CHF

 

Lotto 133. Eubea, Eretria Tetradrachm circa 160, AR 16,95 g. Busto drappeggiato di Artemide r., Capelli in korymbos, fiocco e faretra sopra la sua l. spalla. Rev. ΕΡΕΤΡΙΕΩΝ Mucca in piedi r., Con corna filettate, testa rivolta; in esergo, ΦΑΝΙΑΣ. Tutto dentro la corona. Gillet 1177 (questa moneta). Thompson, ANSMN 5, pag. 27, 2 e pl. VIII, 4 (questa moneta illustrata). Wagoner, ANSMN 25, 1980, pag. 8 (questa moneta citata). Mørkholm, Early Hellenistic Coinage, pl. XLI, 612 var. (diverso magistrato). BCD Euboia 340 (questa moneta). 
Estremamente raro e tra i migliori esemplari in mani private. Un meraviglioso ritratto 
nel migliore stile ellenistico
, leggero tono iridescente, lievi tracce di spostamento del dado 
sul retro, altrimenti estremamente fine

Ex Leu / M & M 28 maggio 1974, Kunstfreund, 241; Lanz 111, 2002, BCD, 340 e Nomos 3, 2011, 87 vendite. Dalle collezioni Spina e Charles Gillet. Dal tesoro di Anthedon del 1935 (IGCH 223).
Una varietà di monete furono colpite dall'arcaico fino all'epoca romana sull'Eubea, un'isola al largo della costa orientale della terraferma greca che, come suggerisce il nome, era "una terra ricca di mucche". Essendo così chiamato, non sorprende che le mucche siano un distintivo di spicco sulle monete dell'isola. Sono stati prodotti numeri nelle città di Chalkis, Eretria, Histiaia e Carystus, nonché dalla Lega Eubea. BCD ha osservato che le città tendevano a smettere di colpire le loro monete indipendenti quando le monete della lega erano in produzione. Eretria era una prospera città costiera situata di fronte alla punta più settentrionale dell'Attica. Aveva due fasi principali di conio. Il primo, dal 525 circa al 465 a.C., è costituito da tetradracmi e statori che mostrano sul loro fronte una mucca in piedi a sinistra, con la testa rovesciata per ricevere un graffio dal suo zoccolo posteriore sinistro. I rovesci raffigurano un polpo con le punte dei suoi tentacoli arricciati ad arte. C'era un certo grado di varietà nella composizione di questi disegni e, sulle più piccole monete d'argento, oboli ed emio simboli frazionari, il dritto portava solo la testa di una mucca di fronte. Questo incantevole tetradrachm è una delle monete di punta della seconda fase, che potrebbe essere iniziata intorno al 180 a.C., circa una generazione dopo che l'isola fu liberata dal dominio macedone nel 196 con l'annuncio di T. Quinctius Flamininus (stranamente, in 198 Flaminino aveva praticamente distrutto Eretria nel tentativo di sconfiggere i macedoni, portando con sé molte opere d'arte come parte del bottino). Lo stile e il tessuto di questi numeri sono maturati considerevolmente e rappresentano alcune delle migliori lavorazioni fin dall'età della monetazione ellenistica. Artemide ebbe un fiorente culto nelle vicinanze di Amarynthus, quindi è ritratta sul dritto. Il rovescio mostra una corona di alloro in cui una mucca docile sta con la testa rivolta verso lo spettatore. I filetti che pendono dalla testa della mucca indicano che è stato selezionato per il sacrificio. Questo è quasi certamente il caso, poiché il culto di Artemide Amarysia aveva localmente due aspetti: un Artemico ctonico a cui venivano offerte pecore difettose o mutilate, e Artemide Olimpia, per la quale venivano sacrificati i tori. Questa particolare moneta faceva parte del tesoro di Anthedon (ICGG 223) trovato in Beozia nel 1935. È un tesoro importante che conteneva più di 25 monete d'argento, tra cui quattro tetradracmi e un ottagono di Calcide, sei tetradracme e quattro octo simboli di Eretria, e dieci tetradracmi del Nuovo Stile di Atene. La scoperta è stata molto discussa da coloro che cercavano di stabilire date assolute per il conio New Style perché conteneva i primi quattro numeri di quella serie. Margaret Thompson era convinta che i tetradracmi di Eretria in questo tesoro furono colpiti nel 196 circa, immediatamente dopo la liberazione della città da Macedon, e sulla base di tale presunzione e di questo tesoro, legò l'inizio della monetazione del Nuovo Stile al 196/5 BCDM Lewis, che ha sostenuto una "bassa cronologia" che ha declassato la stima di Thompson di circa 30 a 35 anni (che è ancora l'opinione più diffusa), non era convinto che le monete di Eretria fossero state bloccate subito dopo la sua liberazione, e suggerì che il tesoro di Anthedon fosse sepolto intorno al 161 a.C.

 
Vi assicuro che qualche bella moneta mi è capitato di vederla in mano nel tempo...compreso il medagliere di Siracusa...attraverso le vetrine ma sotto i miei occhi.
Ma una moneta così...che in foto rende solo per un 50%, mi ha colpito...me ne sono innamorato...e avrei potuto fare una pazzia...
ma in due minuti è arrivata a 85.000 e sicuramente se qualcuno avesse detto 90.000 avrebbero risposto 95.000...
 
@Lugiannoni vedi Luciano...chi compra una tale meraviglia...non è un finanziere incolto. E' un Numismatico raffinato...con un.occhio ben formato...non è una moneta da investimento ma da collezionista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now