NeroCupo

Once in argento

Recommended Posts

Nessuno è interessato a questo genere di monetazione?

So che a volte è arduo considerarle vere e proprie monete, ma alcune hanno una loro ragion di esistere, una storia sulle loro spalle

Che ne pensate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottima considerazione...ma per rendere al massimo il fascino delle once: postaci delle belle  immagini.

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, NeroCupo dice:

Nessuno è interessato a questo genere di monetazione?

So che a volte è arduo considerarle vere e proprie monete, ma alcune hanno una loro ragion di esistere, una storia sulle loro spalle

Che ne pensate?

Io penso di essere completamente ignorante riguardo questa tua passione! 😞

Quindi attendo foto e tuoi commenti e spiegazioni.

Ave!

Quintus

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, allora iniziamo :)

Io direi che le once in argento più vicine alla monetazione standard possano essere quelle messicane, dedicate alle civiltà precolombiane, e questo per vari motivi:

  1. Arrivano da un paese (il Messico) con una grande tradizione di monetazione in argento 'reale', visti anche i giacimenti presenti sul territorio
  2. Alune di queste once arrivano quasi a trent'anni, essendo una delle prime nazioni ad affacciarsi a questo genere di monetazione
  3. Molte di queste monete non hanno mai visto una capsula, e arrivano abbastanza vissute
  4. Ci sono più sottounità: da un'oncia, da mezza oncia e da un quarto di oncia
  5. Ci sono due categorie: quelle 'normali', destinate a un mercato popolare, e quelle a fondo specchio, in tiratura limitata e decisamente più care.

Posto qui ad esempio tre monete del 1997, relative al 'Disco de la muerte', nei tre formati del punto (4)

Una curiosità: Il Krause indica secondo me una tiratura molto inferiore a quella reale, che, sempre secondo me, riguarda invece le tirature a fondo specchio. Non si spiegherebbe altrimenti la facilità nella reperibilità di dette moneteDSCF2271.thumb.JPG.4d0f2ef2e92f1ed6074fe8c0bae4fcd6.JPG

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altre quattro once della stessa serie ma del 1992, anche queste a fondo specchio.

Notarsi che nel 1992 il valore facciale di un'oncia era di $100 (sono pesos: il Messico è stato il primo a utilizzare questo simbolo per la propria valuta, ancora prima degli USA), mentre nel 1997 era di $5, ovviamente derivato dalla notevole inflazione e dal cambio da Peso a Nuovo Peso nel 1993.

Il termine 'peso' è derivato dalla corrispondente parola, che ha lo stesso significato che nella lingua italiana :)

DSCF2267.thumb.JPG.4f87d997310c79365ff3b65d00a6c858.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/9/2019 at 20:26, NeroCupo dice:

So che a volte è arduo considerarle vere e proprie monete, ma alcune hanno una loro ragion di esistere, una storia sulle loro spalle

Dire arduo è poco.

L' oncia per me è metallo puro, di forma circolare, diverso dal classico lingotto.

Il fatto che poi , vi siano raffigurati simboli o ricorrenze particolari , fondo specchio o meno, satinate o colorate fanno sì che  l'oncia non venga acquistata solo per investimento ma anche per collezione.

Questo non toglie nulla alla bellezza  e alla storia delle emissioni e a chi le colleziona.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La 'monetona' che mi ha affascinato da piccolo 🥰 (ne ha una identica mio padre) e che mi ha spinto ad iniziare, una volta avuta la possibilità, questa splendida avventura 🙂

E' una 'monetona' da 5 once, stupenda nel suo cofanetto, e che qui metto a confronto con una moneta bimetallica (ha il disco centrale in argento) sempre messicana, per evidenziare meglio le dimensioni non certo da borsellino 😊

Nonostante le dimensioni esagerate, ha ancora comunque in parte il fascino di una moneta tradizionale, grazie forse al fatto di mantenere lo stesso stile delle sorelle minori

http://imageupper.com/i/?S1200010100011H15681414942477514

H15681414942477514_1.jpg

Ragazzi ho un problema: il sistema non mi fa uppare più di 3,5 MBytes. E' normale? 😶

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, DeAritio dice:

Dire arduo è poco.

L' oncia per me è metallo puro, di forma circolare, diverso dal classico lingotto.

Il fatto che poi , vi siano raffigurati simboli o ricorrenze particolari , fondo specchio o meno, satinate o colorate fanno sì che  l'oncia non venga acquistata solo per investimento ma anche per collezione.

Questo non toglie nulla alla bellezza  e alla storia delle emissioni e a chi le colleziona.

Sono d'accordo che non si possano considerare vere e proprie monete, ma in fondo uniscono il fascino del metallo nobile con quelo della numismatica, almeno a mio modesto parere.

PS: Come si fa a modificare un proprio messaggio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, NeroCupo dice:

Sono d'accordo che non si possano considerare vere e proprie monete, ma in fondo uniscono il fascino del metallo nobile con quelo della numismatica, almeno a mio modesto parere.

Certo.

E' quello che intendevo quando ho detto che chi le acquista non lo fà solo per investimento ma anche per piacere.

E male che vada ti rimane il metallo puro , nel mio caso con la carta io ci posso fare solo le barchette o gli aereoplanini.⛵🛩️

P:S clicca su modifica

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, DeAritio dice:

...

E' quello che intendevo quando ho detto che chi le acquista non lo fà solo per investimento ma anche per piacere.

E male che vada ti rimane il metallo puro , nel mio caso con la carta io ci posso fare solo le barchette o gli aereoplanini.⛵🛩️

...

In effetti mi sembra di capire che da investire c'è poco. Nel senso, il costo dell'acquisto è molto elevato rispetto al metallo. Lo ritengo proprio per collezionisti, interessati a questo tipo di monetazione, non proprio per investimento.

Con la carta... disastro... di così effimero e volatile c'è solo una bottiglia di vino (attendi per anni, poi la apri e sa di tappo)

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, danieles1981 dice:

In effetti mi sembra di capire che da investire c'è poco. Nel senso, il costo dell'acquisto è molto elevato rispetto al metallo. Lo ritengo proprio per collezionisti, interessati a questo tipo di monetazione, non proprio per investimento.

Con la carta... disastro... di così effimero e volatile c'è solo una bottiglia di vino (attendi per anni, poi la apri e sa di tappo)

Buongiorno @danieles1981, quanto pessimismo nelle sue parole 🙂

C'è fortunatamente da dire che, molte volte, si acquistano le once a poco più del loro valore intrinseco, come è successo fortunatamente a me per le once messicane non a fondo specchio 🙂

Poi, con la rivalutazione del metallo stesso, ora hanno un valore molto più elevato di quanto ho pagato anni fa.

In fondo, se dobbiamo pensare in maniera critica, allora anche nella numismatica 'standard' nulla è sicuro, in fondo: almeno nel caso di monetone in argento, possiamo sempre pensare a fonderle se proprio non sappiamo cosa farne 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites

La numismatica è una riserva di valore...non è un investimento. E valgono solo le cose belle e rare...il resto non fa più storia. Ma anche con le cose belle e rare potrebbe essere in atto una bolla...destinata a  ridimensionarsi.

Quindi...ogni guadagno in numismatica è spesso una botta di c... a meno di pagare poco. Ma se paghi poco...oggi gli offerenti mettono tutto in asta e non compri nulla. . E il gioco si fa' perverso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 11/9/2019 at 14:41, NeroCupo dice:

Buongiorno @danieles1981, quanto pessimismo nelle sue parole 🙂

C'è fortunatamente da dire che, molte volte, si acquistano le once a poco più del loro valore intrinseco, come è successo fortunatamente a me per le once messicane non a fondo specchio 🙂

Poi, con la rivalutazione del metallo stesso, ora hanno un valore molto più elevato di quanto ho pagato anni fa.

In fondo, se dobbiamo pensare in maniera critica, allora anche nella numismatica 'standard' nulla è sicuro, in fondo: almeno nel caso di monetone in argento, possiamo sempre pensare a fonderle se proprio non sappiamo cosa farne 🙂

@NeroCupo, diciamo che ho avuto una brutta esperienza con le lire commemorative italiane...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now