Quintus

MARCVS AVRELIVS, sesterzio IVPPITER

Recommended Posts

Marco Aurelio

Marco Aurelio Antonino Augusto (in latino Marcus Aurelius Antoninus Augustus; nato a Roma il 26 aprile 121 a.D. e morto a Sirmio il 17 marzo 180 a.D., meglio conosciuto semplicemente come Marco Aurelio, è stato un imperatore, filosofo e scrittore romano.  Su indicazione dell'imperatore Adriano, fu adottato nel 138 a.D. dal futuro suocero e zio acquisito Antonino Pio che lo nominò erede al trono imperiale.
Nato come Marco Annio Catilio Severo (in latino Marcus Annius Catilius Severus), divenne Marco Annio Vero (in latino Marcus Annius Verus), che era il nome di suo padre, al momento del matrimonio con sua cugina Faustina, figlia di Antonino, e assunse quindi il nome di Marco Aurelio Cesare, figlio dell'Augusto (in latino Marcus Aurelius Caesar Augusti filius) durante l'impero di Antonino stesso.
Marco Aurelio fu imperatore dal 161 a.D. sino alla morte, avvenuta per malattia nel 180 a.D. a Sirmio secondo il contemporaneo Tertulliano o presso Vindobona.  Fino al 169 a.D. mantenne la co-reggenza dell'impero assieme a Lucio Vero, suo fratello adottivo nonché suo genero, anch'egli adottato da Antonino Pio.  Dal 177 a.D., morto Lucio Vero, associò al trono suo figlio Commodo.  È considerato dalla storiografia tradizionale come un sovrano illuminato, il quinto dei cosiddetti "buoni imperatori" menzionati da Edward Gibbon.  Il suo regno fu tuttavia funestato da conflitti bellici (guerre partiche e marcomanniche), da carestie e pestilenze.
Marco Aurelio è ricordato anche come un importante filosofo stoico, autore dei Colloqui con sé stesso (Τὰ εἰς ἑαυτόν nell'originale in greco).  Alcuni imperatori successivi utilizzarono il nome "Marco Aurelio" per accreditare un inesistente legame familiare con lui.

brm_550684.thumb.jpg.699ce90b179d00d47cca9038cda7b955.jpg

Valore nominale: Sesterzio
Diametro: 30,5 mm
Peso: 25,71 gr

Dritto: M ANTONINVS AVG - TR P XXVIII , busto laureato drappeggiato e corazzato a destra
Rovescio: IMP VI - COS III, Iuppiter seduto a sinistra, tiene una vittoria nella mano destra ed un lungo scettro nella sinistra, S - C in campo

Zecca: Roma
Anno di coniazione: 174 a.D.
Riferimento: RIC.1098, Cohen 252, BMC/RE.1470, SIR.109
Rarità: R1

Commenti?

Grazie a tutti.

Ave!

Q.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un vero monumento all'arte e alla storia antica...un perpetuo riconoscimento all'imperatore filosofo e Iuppiter protegge e celebra Roma che Marco serve con abnegazione e stoica forza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un sesterzio con i controfiocchi: ritratto di bello stile e rovescio maestoso.

Complimenti davvero

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bella moneta e grande Marco Aurelio, filosofo. politico, imperatore saggio ma...pessimo padre, visti i risultati del figlio Commodo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
24 minuti fa, Lugiannoni dice:

Bella moneta e grande Marco Aurelio, filosofo. politico, imperatore saggio ma...pessimo padre, visti i risultati del figlio Commodo!

Mah... diciamo che come padre ha preferito il figlio, come successore, piuttosto che adottare un successore più adatto al "ruolo" di imperatore.

Quella è stata una debolezza da babbo (o babbeo), poi non so se il prode Commodo è stato allevato male (più che altro dall'allegra Faustina minor) oppure era così di carattere!

Comunque sia, sia il padre Antonino Pio che Marco Aurelio sono tra i miei imperatori preferiti insieme a Galba ed Aureliano.

Ave!

Quintus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, Quintus dice:

Mah... diciamo che come padre ha preferito il figlio, come successore, piuttosto che adottare un successore più adatto al "ruolo" di imperatore.

Quella è stata una debolezza da babbo (o babbeo), poi non so se il prode Commodo è stato allevato male (più che altro dall'allegra Faustina minor) oppure era così di carattere!

Comunque sia, sia il padre Antonino Pio che Marco Aurelio sono tra i miei imperatori preferiti insieme a Galba ed Aureliano.

Ave!

Quintus

Sostanzialmente concordo. E' il guaio delle dinastie ereditarie: ogni tanto capita il figlio scemo (o pazzoide, che è peggio), e ti tocca un Caligola o un Domiziano o un Commodo o un Elagabalo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caligola in realtà sembra non sia stato così folle come la storia coeva voleva dipingere. Più che altro ce l'aveva con i senatori e a veva anche comprsso che dei Pretoriani non ci si poteva fidare...ergo, cosa accade da sempre? Lo si leva di mezzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora