DeAritio

E' ancora in corso di validità?

Recommended Posts

                           Art. 2-decies.
                       Collezioni numismatiche
((   1. Alla lettera A, numero 13, dell'allegato A al codice dei beni
culturali  e  del  paessaggio,  la  lettera  b)  e'  sostituita dalla
seguente:
    «b) collezioni    aventi   interesse   storico,   paleontologico,
etnografico  o  numismatico,  ad  eccezione  delle  monete  antiche e
moderne  di  modesto  valore  o  ripetitive,  o  conosciute  in molti
esemplari  o  non  considerate  rarissime,  ovvero  di  cui esiste un
notevole numero di esemplari tutti uguali».
  2.  Per  le  monete  di  modesto valore o ripetitive, ovvero di cui
esiste  un  notevole numero di esemplari tutti uguali, non rientranti
nelle  collezioni  di cui alla lettera b) della lettera A, numero 13,
dell'allegato  A  al  codice dei beni culturali e del paesaggio, come
sostituita dal comma 1 del presente articolo, e' escluso l'obbligo di
denuncia  di  cui  all'articolo  59 del medesimo codice, nonche' ogni
altro obbligo di notificazione alle competenti autorita' )).
          Riferimenti normativi:
              - Si riporta il testo dell'allegato A al citato decreto
          legislativo  n.  42  del  2004, cosi' come sostituito dalla
          presente legge:

                                                          «Allegato A

    A. Categorie di beni:
    1. Reperti archeologici aventi piu' di cento anni provenienti da:
      a) scavi e scoperte terrestri o sottomarine;
      b) siti archeologici;
      c) collezioni archeologiche.
    2. Elementi, costituenti parte integrante di monumenti artistici,
storici  o  religiosi  e provenienti dallo smembramento dei monumenti
stessi, aventi piu' di cento anni.
    3. Quadri e pitture diversi da quelli appartenenti alle categorie
4  e 5 fatti interamente a mano su qualsiasi supporto e con qualsiasi
materiale.
    4.  Acquerelli,  guazzi e pastelli eseguiti interamente a mano su
qualsiasi supporto.
    5.  Mosaici  diversi  da  quelli delle categorie 1 e 2 realizzati
interamente   a   mano   con  qualsiasi  materiale  e  disegni  fatti
interamente a mano su qualsiasi supporto.
    6.   Incisioni,  stampe,  serigrafie  e  litografie  originali  e
relative matrici, nonche' manifesti originali.
    7.  Opere  originali  dell'arte statuaria o dell'arte scultorea e
copie  ottenute  con il medesimo procedimento dell'originale, diverse
da quelle della categoria 1.
    8. Fotografie, film e relativi negativi.
    9.  Incunaboli e manoscritti, compresi le carte geografiche e gli
spartiti musicali, isolati o in collezione.
    10. Libri aventi piu' di cento anni, isolati o in collezione.
    11. Carte geografiche stampate aventi piu' di duecento anni.
    12. Archivi e supporti, comprendenti elementi di qualsiasi natura
aventi piu' di cinquanta anni.
    13. a) Collezioni  ed  esemplari  provenienti  da  collezioni  di
zoologia, botanica, mineralogia, anatomia.
        b)   Collezioni  aventi  interesse  storico,  paleontologico,
etnografico  o  numismatico,  ad  eccezione  delle  monete  antiche e
moderne  di  modesto  valore  o  ripetitive,  o  conosciute  in molti
esemplari  o  non  considerate  rarissime,  ovvero  di  cui esiste un
notevole numero di esemplari tutti uguali.
    14. Mezzi di trasporto aventi piu' di settantacinque anni.
    15. Altri oggetti di antiquariato non contemplati dalle categorie
da 1 a 14, aventi piu' di cinquanta anni.
    I  beni  culturali  rientranti  nelle  categorie  da  1 a 15 sono
disciplinati da questo testo unico soltanto se il loro valore e' pari
o superiore ai valori indicati alla lettera B.
    B. Valori applicabili alle categorie indicate nella lettera A (in
euro):
      1) qualunque ne sia il valore.
    1. Reperti archeologici.
    2. Smembramento di monumenti.
    9. Incunaboli e manoscritti.
    12. Archivi;
      2) 13.979,50.
    5. Mosaici e disegni.
    6. Incisioni.
    8. Fotografie.
    11. Carte geografiche stampate;
      3) 27.959,00.
    4. Acquerelli, guazzi e pastelli;
      4) 46.598,00.
    7. Arte statuaria.
    10. Libri.
    13. Collezioni.
    14. Mezzi di trasporto.
    15. Altri oggetti;
      5) 139.794,00.
    3. Quadri.
    Il  rispetto  delle  condizioni  relative  ai  valori deve essere
accertato   al   momento   della   presentazione   della  domanda  di
restituzione.».
    - Si  riporta  il  testo  dell'art.  59  del  gia' citato decreto
legislativo n. 42 del 2004:
    «Art.   59  (Denuncia  di  trasferimento).  -  1.  Gli  atti  che
trasferiscono, in tutto o in parte, a qualsiasi titolo, la proprieta'
o la detenzione di beni culturali sono denunciati al Ministero.
    2. La denuncia e' effettuata entro trenta giorni:
      a) dall'alienante  o  dal  cedente  la  detenzione,  in caso di
alienazione  a  titolo  oneroso  o  gratuito o di trasferimento della
detenzione;
      b) dall'acquirente,   in   caso   di   trasferimento   avvenuto
nell'ambito  di procedure di vendita forzata o fallimentare ovvero in
forza  di  sentenza  che  produca  gli  effetti  di  un  contratto di
alienazione non concluso;
      c) dall'erede  o  dal legatario, in caso di successione a causa
di   morte.   Per   l'erede,  il  termine  decorre  dall'accettazione
dell'eredita' o dalla presentazione della dichiarazione ai competenti
uffici  tributari; per il legatario, il termine decorre dall'apertura
della  successione,  salva  rinuncia  ai sensi delle disposizioni del
codice civile.
    3.  La  denuncia  e'  presentata al competente soprintendente del
luogo ove si trovano i beni.
    4. La denuncia contiene:
      a) i  dati identificativi delle parti e la sottoscrizione delle
medesime o dei loro rappresentanti legali;
      b) i dati identificativi dei beni;
      c) l'indicazione del luogo ove si trovano i beni;
      d) l'indicazione  della  natura e delle condizioni dell'atto di
trasferimento;
      e) l'indicazione  del  domicilio  in Italia delle parti ai fini
delle eventuali comunicazioni previste dal presente Titolo.
    5.  Si considera non avvenuta la denuncia priva delle indicazioni
previste dal comma 4 o con indicazioni incomplete o imprecise.».
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oddio, a dar retta a questo obbrobrio non si muoverebbe uno spillo (sperando quest'ultimo non abbia cent'anni). Tutto discutibile, tutto opinabile, tutto aleatorio e tutto contorto. Solo in Italia potevano partorire un monumento all'idiozia del genere.

Carlo

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, carledo49 dice:

Oddio, a dar retta a questo obbrobrio non si muoverebbe uno spillo (sperando quest'ultimo non abbia cent'anni). Tutto discutibile, tutto opinabile, tutto aleatorio e tutto contorto. Solo in Italia potevano partorire un monumento all'idiozia del genere.

Carlo

Fatemi capire : quando io passo a miglior vita, la mia collezione numismatica che(forse) lascerò ai miei figli , mi conviene denunciarla oppure è più conveniente starsene zitti ?Cioè : figli miei ,ricevete sta collezione ,mettetela in una valigia ,statevene zitti e se riuscite a tramandarla ai vostri successori bene , altrimenti vendete pezzo per pezzo rivolgendovi solo ad acquirenti privati…. e.. fatevi pagare solo in contanti_--- Gradite opinioni/consigli ,grazie __ 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

45 minuti fa, GAUDEN dice:

Fatemi capire : quando io passo a miglior vita, la mia collezione numismatica che(forse) lascerò ai miei figli , mi conviene denunciarla oppure è più conveniente starsene zitti ?Cioè : figli miei ,ricevete sta collezione ,mettetela in una valigia ,statevene zitti e se riuscite a tramandarla ai vostri successori bene , altrimenti vendete pezzo per pezzo rivolgendovi solo ad acquirenti privati…. e.. fatevi pagare solo in contanti_--- Gradite opinioni/consigli ,grazie __ 

l'unica soluzione è non passare a miglior vita!😁

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Lugiannoni dice:

 

l'unica soluzione è non passare a miglior vita!😁

 

Quanto richiedi per spiegarmi come fare ? pago in contanti !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se comincerò a collezionare monete antiche forse apprezzerò di più il fatto di essere avvocato...chissà mi torna utile ahahah a h

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cavolo, hai ragione... ragazzi, che bello, se succede qualcosa a noi abbiamo l'avvocato aggratis! 🙂

Comunque sia non riesco a decedere.  Rido o piango? Ho deciso... vomito! 😞

Ave!

Quintus

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 6/10/2019 at 20:55, Lugiannoni dice:

 

l'unica soluzione è non passare a miglior vita!😁

 

@GAUDEN Devi lasciare (prima di morire...grattati!) un contenitore da Archivio con i lucidi e dentro ogni lucido la documentazione di ogni moneta: asta (o commerciante ufficiale e professionsta) con le ricevute...la scheda  con la garanzia di autenticità e la foto..e/o  la fattura...se da asta meglio se c'è anche la scansione della pagina  del catalogo..compreso il frontespizio del catalogo. Per le monete importate o provenienti dall'estero la cosa si complica...un pò. Poi aggiungi un appunto sul tuo costo e consigli per l'uso...intelligenti...cioè commerciali. Il valore indicato deve essere quello probabile di mercato...se una moneta è costata troppo...un peccato ddi gola...meglio confessarlo...idem quando la si è comprata molto bene.

Mai a privati se non si ha confidenza con le monete e l'ambiente...meglio una buona asta. Tanto...inutile farsi le pippe mentali: se le monete devono salire da sole...salgono, le cazzate fatte non saliranno mai. Poi l'eccezione non sposta nulla in una raccolta di buon livello...ma Gauden: perdonami!!! Io sono solo un tuo umile interlocutore: con V.E. III e il Regno...se non le hai pagate pochino perchè sei bravo...la vedo dura per i tuoi eredi. Se per le monete non c'è interesse internazionale...in italia per almeno una ventina di anni...non ci sarà un grande futuro...tranne tra i moduli maggiori e a  interesse estetico e artistico meglio se rarissime.......che potrebbero reggere un prezzo ma non da raddoppio...Perdonami aanccoraa...ma come ti ho già evidenziato in altro topic, occorre fare monete che anche se italiane...possono avere un certo respiro internazionale. Sopratutto se si vuole avere anche una diversificazione o riserva di valore liquida. Io ragiono cossì..pperchè non posso permettermi di rimettere. Se tu puoi...fai finta che ho parlato a vuoto.

😜

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 7/10/2019 at 10:38, Quintus dice:

Cavolo, hai ragione... ragazzi, che bello, se succede qualcosa a noi abbiamo l'avvocato aggratis! 🙂

Comunque sia non riesco a decedere.  Rido o piango? Ho deciso... vomito! 😞

Ave!

Quintus

Pagando ..posso risolverti il problema ..: essere o non essere vivo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, Piakos dice:

@GAUDEN Devi lasciare (prima di morire...grattati!) un contenitore da Archivio con i lucidi e dentro ogni lucido la documentazione di ogni moneta: asta (o commerciante ufficiale e professionsta) con le ricevute...la scheda  con la garanzia di autenticità e la foto..e/o  la fattura...se da asta meglio se c'è anche la scansione della pagina  del catalogo..compreso il frontespizio del catalogo. Per le monete importate o provenienti dall'estero la cosa si complica...un pò. Poi aggiungi un appunto sul tuo costo e consigli per l'uso...intelligenti...cioè commerciali. Il valore indicato deve essere quello probabile di mercato...se una moneta è costata troppo...un peccato ddi gola...meglio confessarlo...idem quando la si è comprata molto bene.

Mai a privati se non si ha confidenza con le monete e l'ambiente...meglio una buona asta. Tanto...inutile farsi le pippe mentali: se le monete devono salire da sole...salgono, le cazzate fatte non saliranno mai. Poi l'eccezione non sposta nulla in una raccolta di buon livello...ma Gauden: perdonami!!! Io sono solo un tuo umile interlocutore: con V.E. III e il Regno...se non le hai pagate pochino perchè sei bravo...la vedo dura per i tuoi eredi. Se per le monete non c'è interesse internazionale...in italia per almeno una ventina di anni...non ci sarà un grande futuro...tranne tra i moduli maggiori e a  interesse estetico e artistico meglio se rarissime.......che potrebbero reggere un prezzo ma non da raddoppio...Perdonami aanccoraa...ma come ti ho già evidenziato in altro topic, occorre fare monete che anche se italiane...possono avere un certo respiro internazionale. Sopratutto se si vuole avere anche una diversificazione o riserva di valore liquida. Io ragiono cossì..pperchè non posso permettermi di rimettere. Se tu puoi...fai finta che ho parlato a vuoto.

😜

Se ho ben capito mi sconsigli la Rep. italiana . ormai li sono e li resto _Comunque vedo che le aste di queste monete non è che vadano a finire con le invendute; anzi , noto scarsità di "materia prima " proposta.- Le mie monete sono tutte periziate + fatturate+ documentate  ecc. -A parer mio se si vuole spuntare ,qualcosa in + ,ho notate che a S.Marino gli acquirenti sono + generosi _ Chissà perchè?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now