Quintus

La NUMISMATICA, cos'é per voi?

Recommended Posts

Lavoro, investimento, passione, passatempo, capriccio momentaneo?

Per voi cosa è?  Come la vivete?  Come la gestite in famiglia e con i soldi che, solitamente, scarseggiano?  🙂

Ave!

Quintus

Share this post


Link to post
Share on other sites

Passione,  studio dei tondelli e della loro storia, 

posso dire a chi vuole avvicinarsi alla  numismatica che anche con pochi soldi si può mettere su una bella collezione 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, realino santone dice:

Passione,  studio dei tondelli e della loro storia, 

posso dire a chi vuole avvicinarsi alla  numismatica che anche con pochi soldi si può mettere su una bella collezione 

Bè ..con pochi soldi ..non credo si possa mettere su una bella collezione, dipende cosa intendi per pochi soldi ! A titolo informativo per una bella collezione di Rep.Italiana, comprendente tutte le R2 + R3 -AFIS compresa +TUTTE le monete in FDC e TUTTE le divisionali FS e un centinaio di varianti più comuni ...siamo intorno ai 180.000,oo euro ____ 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, GAUDEN dice:

Bè ..con pochi soldi ..non credo si possa mettere su una bella collezione, dipende cosa intendi per pochi soldi ! A titolo informativo per una bella collezione di Rep.Italiana, comprendente tutte le R2 + R3 -AFIS compresa +TUTTE le monete in FDC e TUTTE le divisionali FS e un centinaio di varianti più comuni ...siamo intorno ai 180.000,oo euro ____ 

ho dimenticato : compreso le R4___

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chi lo  dice ?????? 

basta pensare alle innumerevoli monete medievali Italiane, spesso si trovano a pochi euro al pezzo, alle romane in media conservazione etc.etc.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, GAUDEN dice:

ho dimenticato : compreso le R4___

Diventa un passatempo per passione, che poi si trasforma in capriccio che ti coinvolge numismaticamente

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, realino santone dice:

Chi lo  dice ?????? 

basta pensare alle innumerevoli monete medievali Italiane, spesso si trovano a pochi euro al pezzo, alle romane in media conservazione etc.etc.

 

 

Lo dico io ; sempre e solo nel mio campo (Rep. Italiana ) poi non discuto sulle medievali e le altre perchè non ci capisco un tubo, però se lo dici tu  a me sta bene !Se mi è permesso: una collezione dovrebbe avere pezzi con determinate caratteristiche ,di conservazione di rarità ecc. altrimenti non è più una collezione ma una raccolta di monete senza particolari requisiti, che va presa per quello che è: una raccolta .Che va rispettata ,per l'amor di dio , niente da obbiettare, ma non chiamiamola collezione.      

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, GAUDEN dice:

Lo dico io ; sempre e solo nel mio campo (Rep. Italiana ) poi non discuto sulle medievali e le altre perchè non ci capisco un tubo, però se lo dici tu  a me sta bene !Se mi è permesso: una collezione dovrebbe avere pezzi con determinate caratteristiche ,di conservazione di rarità ecc. altrimenti non è più una collezione ma una raccolta di monete senza particolari requisiti, che va presa per quello che è: una raccolta .Che va rispettata ,per l'amor di dio , niente da obbiettare, ma non chiamiamola collezione.      

Ti faccio un esempio : io non metterei MAI nella mia collezione , una moneta che non superi almeno SLP 58 , a meno che non si tratti di una R4 /R5/R6 __Piuttosto lascio un vuoto _Opinione /convinzione personalissima_, Poi ognuno se la beve come vuole__

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti.

Io la penso come Realino.

Se hai soldi, per l'amor di Dio, vanno benissimo anche tutte FDC.  Ma se non ci sono si collezionano monete anche solo decenti, l'importante è che siano leggibili e catalogabili.  Ma ci potrebbe stare anche una collezione di solo tondelli.

L'importante è che quello che si colleziona ti coinvolga e ti appassioni.  Quello è, per me, il solo limite.

Conosco amici che collezionano monete da 1 e 2 euro, onestamente io non ci trovo nulla di speciale, ma loro sono appassionati da quelle e va bene così.  A volte li vedo con un 2 euro in mano e sono contenti come una pasqua... come me quando mi coccolo un sesterzio di Galba! 🙂

...ed in realtà un poco li invidio, per avere la stessa gioia che loro hanno per 2 euro io devo spenderne qualche centinaio! 🙂

@GAUDEN, ma tu vuoi dire che una collezione di monete della Repubblica Italiana,  dirsi tale, deve per forza costare almeno 180.000 euro?  E devono essere tutte FDC se non sono almeno R3 o 4?  A mio modo di vedere non è così... sia per la conservazione che per l'avere tutte le monete possibili ed immaginabili.  Magari quello è il sogno, il finale irrealizzabile per i molti, ma anche chi ha una quantità limitata di monete ne ha una collezione! 🙂

Se così non fosse quasi tutti non inizierebbero neppure... credo siano in pochi ad avere la possibilità di avere una "collezione" come la intendi tu.

Io sono squattrinato, posso spendere poco per le mie beneamate, ma sono orgoglioso di quelle che ho.  Non credo avrò mai un aureo o certi sesterzi da capogiro oppure un bel medaglione.  Ma la mia COLLEZIONE, fatta forse di monete di poco valore economico, è piena di storia ed emozioni, di vita vissuta e gesta epiche.  E questo la rende a me straordinaria ed unica, emozionante e suggestiva come null'altro al mondo.

E così come invidio gli amici degli euro (anche se credo non possano arrivare ad avere le stesse emozioni) mi rattristo per quello che, pensandola come te e non avendo i 180.000 euro da spendere, non avranno mai la stessa soddisfazione che ho io.

Sperano di non aver urtati i sentimenti di nessuno, io sono contentissimo così, con qualche moneta decente, ricca di storia ed emozioni.

Ave!

Quintus

P.S.  Dimenticavo... collezionare monete romane è, per me, averle non in vassoio ma in mano, toccarle, viverle... studiarle, catalogarle, leggere e studiare dell'imperatore che le ha coniate, immergermi nella storia del loro periodo e, magari, capire anche come e perché sono giunte fino a noi.  So di persone che hanno collezioni "importanti" e che paura dei furti le tengono in cassette di sicurezza e magari sono pure periziate e messe sottovuoto..  Per me quella sarebbe una collezione "inutile" in quanto non "vivibile" come piace a me.  Sarebbe come avere una collezione di Ferrari e non usarle mai per non rovinarle oppure avere una barca e tenerla in secca per non farla corrodere dalla salsedine.  Non so se ho reso l'idea! 🙂

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, Quintus dice:

Ciao a tutti.

Io la penso come Realino.

Se hai soldi, per l'amor di Dio, vanno benissimo anche tutte FDC.  Ma se non ci sono si collezionano monete anche solo decenti, l'importante è che siano leggibili e catalogabili.  Ma ci potrebbe stare anche una collezione di solo tondelli.

L'importante è che quello che si colleziona ti coinvolga e ti appassioni.  Quello è, per me, il solo limite.

Conosco amici che collezionano monete da 1 e 2 euro, onestamente io non ci trovo nulla di speciale, ma loro sono appassionati da quelle e va bene così.  A volte li vedo con un 2 euro in mano e sono contenti come una pasqua... come me quando mi coccolo un sesterzio di Galba! 🙂

...ed in realtà un poco li invidio, per avere la stessa gioia che loro hanno per 2 euro io devo spenderne qualche centinaio! 🙂

@GAUDEN, ma tu vuoi dire che una collezione di monete della Repubblica Italiana,  dirsi tale, deve per forza costare almeno 180.000 euro?  E devono essere tutte FDC se non sono almeno R3 o 4?  A mio modo di vedere non è così... sia per la conservazione che per l'avere tutte le monete possibili ed immaginabili.  Magari quello è il sogno, il finale irrealizzabile per i molti, ma anche chi ha una quantità limitata di monete ne ha una collezione! 🙂

Se così non fosse quasi tutti non inizierebbero neppure... credo siano in pochi ad avere la possibilità di avere una "collezione" come la intendi tu.

Io sono squattrinato, posso spendere poco per le mie beneamate, ma sono orgoglioso di quelle che ho.  Non credo avrò mai un aureo o certi sesterzi da capogiro oppure un bel medaglione.  Ma la mia COLLEZIONE, fatta forse di monete di poco valore economico, è piena di storia ed emozioni, di vita vissuta e gesta epiche.  E questo la rende a me straordinaria ed unica, emozionante e suggestiva come null'altro al mondo.

E così come invidio gli amici degli euro (anche se credo non possano arrivare ad avere le stesse emozioni) mi rattristo per quello che, pensandola come te e non avendo i 180.000 euro da spendere, non avranno mai la stessa soddisfazione che ho io.

Sperano di non aver urtati i sentimenti di nessuno, io sono contentissimo così, con qualche moneta decente, ricca di storia ed emozioni.

Ave!

Quintus

P.S.  Dimenticavo... collezionare monete romane è, per me, averle non in vassoio ma in mano, toccarle, viverle... studiarle, catalogarle, leggere e studiare dell'imperatore che le ha coniate, immergermi nella storia del loro periodo e, magari, capire anche come e perché sono giunte fino a noi.  So di persone che hanno collezioni "importanti" e che paura dei furti le tengono in cassette di sicurezza e magari sono pure periziate e messe sottovuoto..  Per me quella sarebbe una collezione "inutile" in quanto non "vivibile" come piace a me.  Sarebbe come avere una collezione di Ferrari e non usarle mai per non rovinarle oppure avere una barca e tenerla in secca per non farla corrodere dalla salsedine.  Non so se ho reso l'idea! 🙂

 

Hai reso l'idea , ma non chiamarla collezione , chiamala raccolta- Se si vuole collezionare tappi di bottiglia ,il minimo che si deve fare è assicurarsi che siano integri , senza segni :_Mi pare un'esagerazione l'averle in mano toccarle studiarle ecc. cioè  una volta fatto non è che le devi riprendere e ristudiarle...una volta capite come dici tu , mettile da parte , e rivolgi i tuoi "sentimenti " a nuove acquisizioni. Cioè ,non esageriamo ,mica ci devi fare l'amore _Già è stucchevole una bella donna dopo qualche anno , figuriamoci una moneta, se non vuoi metterla in vassoio mettila in un cassetto , ma non venirmi a dire che te la coccoli te la studi ecc. tutte le volte che la vedi , e non rivolgi la tua attenzione  alle monete che ti mancano __Vediamo di capirci : se io ho la possibilità di collezionare  solo ,,100 lire ,  che a spanne sono si e no 90 monete , escludendo le R3 e le R4 e le R5 , io a mio modo di vedere , posso dire che ho una collezione INCOMPLETA di 100 lire solo se sono FDC , altrimenti non è una collezione è un'assieme di patacche. Punterò  alle Rare , ma non avendone la possibilità , mi rassegno nel guardare l'incompletezza della mia collezione , ma posso dire che sono collezionabili___ Sempre parlando di Rep. Italiana , poi ,ripeto, delle altre monete non ci capisco un tubo ,può darsi che la mia presa di posizione non sia paragonabile /applicabile al tuo tipo di monete__  Considerazione personale_ 

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, GAUDEN dice:

Hai reso l'idea , ma non chiamarla collezione , chiamala raccolta- Se si vuole collezionare tappi di bottiglia ,il minimo che si deve fare è assicurarsi che siano integri , senza segni :_Mi pare un'esagerazione l'averle in mano toccarle studiarle ecc. cioè  una volta fatto non è che le devi riprendere e ristudiarle...una volta capite come dici tu , mettile da parte , e rivolgi i tuoi "sentimenti " a nuove acquisizioni. Cioè ,non esageriamo ,mica ci devi fare l'amore _Già è stucchevole una bella donna dopo qualche anno , figuriamoci una moneta, se non vuoi metterla in vassoio mettila in un cassetto , ma non venirmi a dire che te la coccoli te la studi ecc. tutte le volte che la vedi , e non rivolgi la tua attenzione  alle monete che ti mancano __Vediamo di capirci : se io ho la possibilità di collezionare  solo ,,100 lire ,  che a spanne sono si e no 90 monete , escludendo le R3 e le R4 e le R5 , io a mio modo di vedere , posso dire che ho una collezione INCOMPLETA di 100 lire solo se sono FDC , altrimenti non è una collezione è un'assieme di patacche. Punterò  alle Rare , ma non avendone la possibilità , mi rassegno nel guardare l'incompletezza della mia collezione , ma posso dire che sono collezionabili___ Sempre parlando di Rep. Italiana , poi ,ripeto, delle altre monete non ci capisco un tubo ,può darsi che la mia presa di posizione non sia paragonabile /applicabile al tuo tipo di monete__  Considerazione personale_ 

Poi , con le monete romane , avrete il vostro bel da fare nel distinguere le vere dalle fase , voci di corridoio dicono che più della metà son false ….non entro nel merito perchè ribadisco :per me è off limits__

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao @GAUDEN,

Se stiamo parlando in italiano è più che lecito e corretto chiamarla collezione in quanto (citantdo la Treccani):

collezióne s. f. [dal lat. collectio -onis, der. di colligĕre «raccogliere» (comp. di con- e legĕre «cogliere»), part. pass. collectus]. – 1. Raccolta ordinata di oggetti della stessa specie, che abbiano valore o per loro pregio intrinseco o per loro interesse storico o artistico o scientifico o semplicemente per curiosità o piacere personale: fare c. di francobolli, di monete, di medaglie; una c. di quadri, di statue, di cammei; c. di vasi, di porcellane, di pipe; c. di libri, di manoscritti, d’autografi; possedere una ricca c.; scherz., fare c. di spropositi, farne parecchi, spec. scrivendo; e ugualmente: fare c. di sconfitte, di bocciature, ecc.

Poi ti chiedo, per il maneggiare e "coccolare"... certo che le tengo in vassoio, ma devono essere sempre accessibili, non di certo in cassaforte o cassetta di sicurezza.  Di certo non le "smanazzo" tutti i giorni ma mi capita spessissimo di riprenderle in mano e riguardarle accuratamente per magari, confrontarle con altre.

Mi chiedo se tu abbia o meno una collezione di dischi, CD, DVD o BLU RAY... se si, li hai acquistati per lasciarli li una volta  ascoltati o visti oppure, ogni tanto, li tiri fuori e te li riascolti per provare ancora il piacere della musica?  Per me è la seconda, ovviamente, altrimenti che senso avrebbe averli?  Per il solo piacere del possesso?  Idem per le monete (romane) della mia collezione, per me è una cosa da "vivere", altrimenti mi basterebbe collezionare le foto.

Per quanto mi riguarda sono contentissimo di come "gestisco" la mia COLLEZIONE! 🙂 Di come me la gusto e vivo giorno per giorno.

E ti auguro di essere felice della tua così come io lo sono delle mie ruzziche!  Ovviamente, potendo, acquistrei monete magari non di miglior conservazione ma di maggior rarità... ma questo è quello che posso e riesco a fare.  E questo, fortunatamente, mi basta.

Ti ringrazio per il confronto, spero che anche altri amici possano spiegare quello che sono e come vivono le loro collezioni.  E' sempre positivo allargare le proprie vedute e conoscenze.

Ave!

Quintus

P.S.  Dimenticavo di chiedere una cosa, ma le tue monete sono "tue" o le rivendi per prendertene di nuove con miglior conservazione?

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Quintus dice:

Ciao @GAUDEN,

Se stiamo parlando in italiano è più che lecito e corretto chiamarla collezione in quanto (citantdo la Treccani):

collezióne s. f. [dal lat. collectio -onis, der. di colligĕre «raccogliere» (comp. di con- e legĕre «cogliere»), part. pass. collectus]. – 1. Raccolta ordinata di oggetti della stessa specie, che abbiano valore o per loro pregio intrinseco o per loro interesse storico o artistico o scientifico o semplicemente per curiosità o piacere personale: fare c. di francobolli, di monete, di medaglie; una c. di quadri, di statue, di cammei; c. di vasi, di porcellane, di pipe; c. di libri, di manoscritti, d’autografi; possedere una ricca c.; scherz., fare c. di spropositi, farne parecchi, spec. scrivendo; e ugualmente: fare c. di sconfitte, di bocciature, ecc.

Poi ti chiedo, per il maneggiare e "coccolare"... certo che le tengo in vassoio, ma devono essere sempre accessibili, non di certo in cassaforte o cassetta di sicurezza.  Di certo non le "smanazzo" tutti i giorni ma mi capita spessissimo di riprenderle in mano e riguardarle accuratamente per magari, confrontarle con altre.

Mi chiedo se tu abbia o meno una collezione di dischi, CD, DVD o BLU RAY... se si, li hai acquistati per lasciarli li una volta  ascoltati o visti oppure, ogni tanto, li tiri fuori e te li riascolti per provare ancora il piacere della musica?  Per me è la seconda, ovviamente, altrimenti che senso avrebbe averli?  Per il solo piacere del possesso?  Idem per le monete (romane) della mia collezione, per me è una cosa da "vivere", altrimenti mi basterebbe collezionare le foto.

Per quanto mi riguarda sono contentissimo di come "gestisco" la mia COLLEZIONE! 🙂 Di come me la gusto e vivo giorno per giorno.

E ti auguro di essere felice della tua così come io lo sono delle mie ruzziche!  Ovviamente, potendo, acquistrei monete magari non di miglior conservazione ma di maggior rarità... ma questo è quello che posso e riesco a fare.  E questo, fortunatamente, mi basta.

Ti ringrazio per il confronto, spero che anche altri amici possano spiegare quello che sono e come vivono le loro collezioni.  E' sempre positivo allargare le proprie vedute e conoscenze.

Ave!

Quintus

P.S.  Dimenticavo di chiedere una cosa, ma le tue monete sono "tue" o le rivendi per prendertene di nuove con miglior conservazione?

Le mie monete NON sono in vendita ,finchè campo . Ho fatto una fatica bestiale ,sacrifici ecc  per procurarmele figuriamoci se le metto in vendita ,è un controsenso ! E' per questo che dico ai miei figli --- e affermo: non buttare soldi nell'acquistare monete che non siano un perfetto FDC prima o poi te ne pentirai, piuttosto aspetta quando ne avrai la possibilità, non ripiegare su delle SPL  o peggio ancora su delle BB…. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, GAUDEN dice:

Le mie monete NON sono in vendita ,finchè campo . Ho fatto una fatica bestiale ,sacrifici ecc  per procurarmele figuriamoci se le metto in vendita ,è un controsenso ! E' per questo che dico ai miei figli --- e affermo: non buttare soldi nell'acquistare monete che non siano un perfetto FDC prima o poi te ne pentirai, piuttosto aspetta quando ne avrai la possibilità, non ripiegare su delle SPL  o peggio ancora su delle BB…. 

Sai cosa succede ora .. ho le FDC63 /67 -- bene , ora sto sclerando alla ricerca delle ECZ...tanto per! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Un saluto a tutti.

Discussione interessante...dove la ragione l'hanno tutti in proprio.

Anche io in tempi non lontanissimi mi sono privato di danari per collezionare e non ho potuto permettermi molto. Confesso che ho tenuto una Honda civic 15 anni...(allora le Honda erano un top...superaccessoriate, veloci, indistruttibili)...quindi ho potuto tirarla fino a 270.000 KM.senza problemi e in buona sicurezza.

Perchè? Collezionando monete non potevo cambiare auto...e non mi pento, poi lavorando duro e con un po' di fortuna le cose possono cambiare...comprese le auto. 
Allora:

- articolo 1 per la numismatica servono i soldi, anche per comprare i BB o molti MB...relativamente a delle finanze normali di brava  gente normale che guadagna 1.500 euro o giù di lì...con qualche bonus...quando te lo danno. Se in famiglia si sta comunque bene con una casetta di proprietà,,,e un minimo di patrimonio alle spalle si possono comprare monete, più o meno. Sotto questo livello diventa difficile...infatti la Numismatica italiana ove non lo sapeste..ve lo dico io...è deceduta...perchè la classe media o parzialmente agiata che collezionava ...non c'è più o ha problemi.Quindi  sono stati di più quelli che hanno smesso o venduto rispetto alle new entry.

- Articolo quinto...chi ha i soldi ha vinto! Articolo cinque...chi ha i soldi vince!

Troppo facile. 

Ma...anche chi non ne ha quanti ne servirebbero per le belle monete...ha il diritto di collezionare. Non vedo perchè..non sarebbe una collezione. E' molto più facile che possa essere una collezione quella con monete BB o peggio...ma piuttosto completa da un punto di vista sistematico e scientifico e anche storico...piuttosto che un compendio di monete eccezionali..con dei vuoti spesso incolmabili perchè le monete eccezionali e rarissime costano.
Per le monete in grande conservazione e rarità.. ci vuole l'emiro o un avventuroso danaroso ma non ricchissimo che si vende altri asset per comprare monete...e poi rimane solo con quelle. Le monete non sono un asset molto liquido..e in caso di bisogno serve tempo e calma per restituirle al mercato...anche quando sono molto belle...non è facile vendere tutto e nella vita non si può mai sapere...stiamoci attenti.  Per chi DEVE vendere è facile rimettere e/ o restare con un 30% della collezione invenduta. 

Stiamo parlando di persone normali...magari anche benestanti... ma non ricche nel senso pieno del termine. Infatti non pochi numismatici da subito o poco dopo l'inizio finiscono a fare i trafficanti...per potersi permettere di comprare monete anche non economiche con i guadagni. Poi col tempo il lato commerciale prevale...e non raccolgono più, se non poche cose. Oggi questo traffico è pericoloso..perchè attenzionato sia dai tutori che di commercianti professionisti che non amano certa concorrenza.

Quindi in numismatica tutte le raccolte...i compendi...e le collezioni:  hanno dignità piena, in quanto manifestano passione, sensibilità, cultura ed amore per la storia e per il prodotto/patrimonio culturale dell'uomo e come tale va ammirato, rispettato ed incentivato.

Detto questo occorre ampliare la visuale e dire delle cose anche antipatiche ma che sono delle verità, lo si voglia o meno e questo è un sito che propone un valore aggiunto importante: dice delle verità accertate e non deve far piaceri a nessuno. Una posizione in realtà difficile...sopra tutto in Italia dove la verità non la vuole sentire nessuno: non piace. Infatti vedete come siamo combinati.
In numismatica esistono tre costanti:

1- il lato economico;

2- la dimensione internazionale delle monete che si acquisiscono...quindi anche la buona conservazione;

3- l'importanza culturale ed artistica delle monete - specialmente nella rarità - (come per tutte le opere d'arte)...cioè il loro appeal...o fascino.

Se questi tre aspetti non vengono tutti coniugati...potrebbero dirci che la nostra non è una collezione interessante: ma appunto una raccolta, a carattere locale o nazionale: come appunto è una raccolta di monete del Regno o di V.E.III...che sicuramente non coniuga quasi nessuno dei tre criteri sopra esposti...nemmeno come investimento, almeno da qualche anno.

Ma c'è un altro aspetto molto importante: se non si sta attenti con i tre criteri: o si è dei trafficanti...o è molto facile avere delle delusioni. I soldi che si spendono hanno un valore e spesso costano sacrificio, lavoro, rinunzie...anche rischio: quindi i soldi spesi andrebbero rispettati e non vanificati. Uno dice: ma io non vendo...non lo farò mai. Ok. Diciamo che tutti qui ci portiamo fortuna e quindi sarà così... ma poi andranno ai nostri figli, per lo più o alla parrocchia o all'ospizio dei gatti. 

Nel terzo caso: va bene! 

Nel secondo non tanto...perchè quel valore potrebbe allietare ..altri esseri umani e quindi sarebbe un bene imperituro se vi fosse valore e vendibilità.

Nel primo caso...peggio ancora perchè depauperemmo il nostro stesso sangue. E che cavolo!

Morale della favola: per le leggi della numismatica e del valore meglio una moneta da 5.000 euro che 50 da 100 euro o meglio una da 2.500 che venticinque. Sarà talmente bella che non ve ne stancherete...e darà soddisfazione ampia. Poi ne verranno altre.  E sarà difficile rimettere...più facile guadagnare...se vorrete cambiare o recuperare.

Il mercato è ormai talmente ricco di occasioni sia private che in asta...e con gusto, occhio, cultura e con il consiglio di questo Sito dove competenti disponibili possono dare consulenza...sarà facile abbastanza comprar qualche bella moneta che probabilmente vale anche di più di 5.000 o di 2.500. Ma bisogna andare sulle monete vere...cioè antiche e cariche di storia: greche, romane, degli antichi stati italiani, papali...che hanno un richiamo internazionale ed una storia e l'arte alle spalle.

Comunque  in numismatica tutte le raccolte...i compendi...e le collezioni:  hanno dignità piena, in quanto manifestano passione, sensibilità, cultura ed amore per la storia e per il prodotto/patrimonio culturale dell'uomo e come tale va ammirato, rispettato ed incentivato...a prescindere dalla conservazione e storicamente/artisticamente più antiche sono e più sono interessanti...in quanto ci vuole cultura per capirle. I falsi sono dovunque e qui possiamo consigliare al riguardo...abbastanza. Così impariamo insieme.

La numismatica oggi è questa...quella vera ragazzi. Non c'è niente da fare. Poi...ognuno spende i soldi e trae soddisfazione nella vita come vuole, pensando che non venderà mai e comprerà quello che vuole e come vuole. Beati Voi!!!! Che ve lo potete permettere...Vi invidio sinceramente. Io posso anche comprare, dopo molti anni,  monete importanti e costose...ma non posso permettermi di rimettere o di pensare che morirò con le monete nella bara. Vi sembrerà un paradosso...ma non lo è.

Buone monete a tutti...ognuno come vuole.

Pax et bonum.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, GAUDEN dice:

Le mie monete NON sono in vendita ,finchè campo . Ho fatto una fatica bestiale ,sacrifici ecc  per procurarmele figuriamoci se le metto in vendita ,è un controsenso !

Beh, dai, almeno questa la pensiamo identica! 🙂

9 ore fa, GAUDEN dice:

E' per questo che dico ai miei figli --- e affermo: non buttare soldi nell'acquistare monete che non siano un perfetto FDC prima o poi te ne pentirai, piuttosto aspetta quando ne avrai la possibilità, non ripiegare su delle SPL  o peggio ancora su delle BB….

Se dovessi agire così, pur non essendoci FDC nelle romane, probabilmente vivrei in attesa della mia prima moneta! 🙂

Ave!

Quintus

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Piakos dice:

Buone monete a tutti...ognuno come vuole.

E che lo sforzo sia con voi!

Scherzi a parte... si, l'importante è che ci si godano le proprie monete come meglio si riesce.

Ave!

Q.

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Quintus dice:

Beh, dai, almeno questa la pensiamo identica! 🙂

Se dovessi agire così, pur non essendoci FDC nelle romane, probabilmente vivrei in attesa della mia prima moneta! 🙂

Ave!

Quintus

Giochiamo a capirci : io parlo e mi riferisco sempre a monete della Repubblica Italiana_

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, GAUDEN dice:

Giochiamo a capirci : io parlo e mi riferisco sempre a monete della Repubblica Italiana_

Ho capito benissimo... per renderla "spicciola", se dovessi "investire" qualche migliaio di euro a moneta (come @Piakos ha suggerito) per acquistare monete "di livello" ora invece che una collezione avrei 2 monete... forse 1.

Comunque ho capito i vostri "punti di vista" che temo siano lontanucci dai mio. 🙂

Ave atque vale!

Quintus

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Quintus dice:

Ho capito benissimo... per renderla "spicciola", se dovessi "investire" qualche migliaio di euro a moneta (come @Piakos ha suggerito) per acquistare monete "di livello" ora invece che una collezione avrei 2 monete... forse 1.

Comunque ho capito i vostri "punti di vista" che temo siano lontanucci dai mio. 🙂

Ave atque vale!

Quintus

Il mondo  è bello perchè è vario_

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, GAUDEN dice:

Il mondo  è bello perchè è vario_

Parole sagge, pensa che strazio se la pensassimo tutti allo stesso modo.  😞  L'importante è ricordare che, come disse Martin Luther King "La mia libertà finisce dove comincia la vostra."

Ave!

Quintus

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 7/10/2019 at 21:48, Quintus dice:

Ho capito benissimo... per renderla "spicciola", se dovessi "investire" qualche migliaio di euro a moneta (come @Piakos ha suggerito) per acquistare monete "di livello" ora invece che una collezione avrei 2 monete... forse 1.

Comunque ho capito i vostri "punti di vista" che temo siano lontanucci dai mio. 🙂

Ave atque vale!

Quintus

Ave!

Ero come te...forse avevo anche la tua età...

mi guardavo le monete come potevo quanddo stavo a casa...ne avevo una ventina..

poi...senza spendere troppo misi qualche greca (un paio) BB+ o q.spl. ma comuni...vicino a quelle che avevo: tipo un asse di marco Aurelio in bella patina oggi da 50 euro...e non ci fu più storia.

Poi feci una follia: un sesterzio di Nerone con Roma seduta in patina da 1.500 euro...allora costavano un po' meno...era un spl.+

Ho venduto tutto...il resto.

tranne le due greche e il Nerone...

e mi bastava guardare solo quelle...e con saccificio ne misi altre (poche...) vicno...

Quando vendetti i BB e dintorni...fu un bagno di sangue...meno che più...

Quando restituii al mercato qualche bella...non ci ho mai rimesso...alla peggio andavo pari ccon qualche caramella in più o in meno.

Io non posso permettermi di perdere...non sono milionario.

😀

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now