Recommended Posts

Potremmo chiamarlo <TROVA LE DIFFERENZE...E LE PROVENIENZE>.

La sfida consiste nel capire quali siano le monete (una è abbastanza facile!)  e i loro eventuali rapporti e collegamenti.

@Piakos, @Tinia Numismatica, @tinianum, @Menelao, @Admin, @Alberto Campana, e tutti gli altri amici del forum appassionati di enigmistica...numismatica!

elmi.thumb.jpg.5f53d273f4bca43ff0f89ccb1fc229ff.jpgelmi.thumb.jpg.b93aa7a54610ad5de42ef145ba343201.jpg

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quiz affascinante!

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, Piakos dice:

Quiz affascinante!

E fuori dalla mia portata! 😛

Qui si parla di "numistica" d'alto livello!

Ave!

Quintus

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, Piakos dice:

Quiz affascinante!

Non te la puoi cavare così!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Lugiannoni dice:

Non te la puoi cavare così!

Hai fatto bene, è uno sfaticato!  🙂

Ave!

Quintus

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La destra è un raro esemplare di una moneta etrusca da XX unità zecca di Pisa (?) Serie 1 - Anfora e polpo.

Quella di sinistra non capisco...coniazione greca?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo di sì.

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 ore fa, Admin dice:

La destra è un raro esemplare di una moneta etrusca da XX unità zecca di Pisa (?) Serie 1 - Anfora e polpo.

Quella di sinistra non capisco...coniazione greca?

 

21 ore fa, Piakos dice:

Credo di sì.

Risposte corrette al 50%, ridotto a 20% data la notevole facilità 😀.

Quella di destra è una <Anfora e polpo> da XX ed è, come lo stesso Vecchi ha riconosciuto nella sua comunicazione al convegno di Populonia, di zecca populoniese.

L'altra è relativamente inedita (nel senso che non è stata ancora studiata) ma è anch'essa populoniese, proposta all'asta  Artemide LII, lotto 18.    https://www.artemideaste.com/auction/search/665

L'aspetto interessante è la notevole somiglianza col l'altra, seppur con dimensioni diverse.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Admin     è possibile mettere il copy alla discussione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si domani provvedo 

Share this post


Link to post
Share on other sites

interessantissimo....

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto interessante Luciano...e ben organizzata la discussione.

Adesso abbiamo la prova provata che anche col polipo sono due elmi contrapposti...e anche la prova provata che anche in numismatica...anzi di più, se non c'è un occhio colto e formato diventa difficile destreggiarsi...anche se si è degli studiosi conoscitori delle tipologie con le varianti a sinistra..le varianti a destra...e gli inediti...con l'anno ultrararo. Titte cose esimie e meritevoli per carità...ma la Numisamtica vera è un'altra cosa.

Nell'anfora col polipo gli elmi contrapposti erano stati presi per sostegni ad alette aperte...ma vi rendete conto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Piakos dice:

Molto interessante Luciano...e ben organizzata la discussione.

Adesso abbiamo la prova provata che anche col polipo sono due elmi contrapposti...e anche la prova provata che anche in numismatica...anzi di più, se non c'è un occhio colto e formato diventa difficile destreggiarsi...anche se si è degli studiosi conoscitori delle tipologie con le varianti a sinistra..le varianti a destra...e gli inediti...con l'anno ultrararo. Titte cose esimie e meritevoli per carità...ma la Numisamtica vera è un'altra cosa.

Nell'anfora col polipo gli elmi contrapposti erano stati presi per sostegni ad alette aperte...ma vi rendete conto?

 

@Piakos la cosa mi pare leggermente più complessa, anche se l'ipotesi "sostegni per anfora" era veramente out. 

un po' come i famosi ritratti dell'Arcinboldo, dove la melanzana, i pomodori, le zucchine, ecc. formano un volto e il volto è un volto,  NON è una melanzana, due pomodori, ecc., così due mezzi elmi, un collo d'anfora, otto tentacoli e una testa di polpo formano un calamaro ma anche un'anfora da cui esce un polpo.

Si tratta, io credo, di un "modernissimo" (non mi si fraintenda, non parlo di un falso moderno!) e rarissimo gioco di forme che si scompongono e si decontestualizzano. Ancora più ammirabile perchè realizzato verosimilmente nel V sec.a.C.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perdonami Luciano...sempre nella nostra dialettica serena e schietta...ma che siano due elmi contrapposti mi sembra difficile da non credere...basta guardarli e la moneta da te mirabilmente postata è il precedente tipologico che cade a cecio.

Se aspettiamo di torvarne una dove è scritto siamo due mezzi elmi...la vedo difficile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 ore fa, Piakos dice:

Perdonami Luciano...sempre nella nostra dialettica serena e schietta...ma che siano due elmi contrapposti mi sembra difficile da non credere...basta guardarli e la moneta da te mirabilmente postata è il precedente tipologico che cade a cecio.

Se aspettiamo di torvarne una dove è scritto siamo due mezzi elmi...la vedo difficile.

Renzo, forse mi sono spiegato male.

Io non ho detto che non siano due mezzi elmi (cito) <così due mezzi elmi, un collo d'anfora,...> ma dico semplicemente che si tratta di un bellissimo  ed originalissimo espediente grafico-compositivo, non ha caso ha citato Arcinboldo

71963-Vertumnus_Guiseppe_Arcimboldo.jpg.2b9f2bae96f4bc80b19203d1eb048680.jpg

E' evidente che il naso sia una pera, le guance due mele, le labbra due ciliege e così via. Ma è altrettanto evidente che sia un  raffinatissimo "gioco"  il cui risultato finale è volto  umano.

La stessa cosa per l'immagine che ci propone la moneta, con un anticipo di almeno 25 secoli!

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 ore fa, Piakos dice:

....la moneta da te mirabilmente postata è il precedente tipologico ...

Questo è un altro problema: è davvero un <precedente>?

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Lugiannoni dice:

Questo è un altro problema: è davvero un <precedente>?

Hai ragione...la cronologia è molto discussa...alcuni datano il polipo alla fine del IV secolo...o poco prima.

Un busillis quella moneta..di qui anche il suo fascino.

Ho notato comunque che tra Artemide e qualche asta estera come Roma Numismatics...di etrusche ne sono uscite molte...relativamente alla rarità...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 24/10/2019 at 00:02, Piakos dice:

Hai ragione...la cronologia è molto discussa...alcuni datano il polipo alla fine del IV secolo...o poco prima.

 

La cronologia della monetazione etrusca è resa difficile dalla mancanza di ritrovamenti monetali in contesti archeologici ben inquadrabili e databili, se si eccettua la Metus X rinvenuta a Prestino e datata alla seconda metà del V sec.a.C. e le Metus XX rinvenute a Ponte Gini di Orentano  (III sec.) e quelle del "tesoro di Populonia", contenente anche Hercle XX, Aplu X (fine IV-III).

Per quanto riguarda la collocazione di Anfora e polpo propenderei per un fine V. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Lugiannoni dice:

La cronologia della monetazione etrusca è resa difficile dalla mancanza di ritrovamenti monetali in contesti archeologici ben inquadrabili e databili, se si eccettua la Metus X rinvenuta a Prestino e datata alla seconda metà del V sec.a.C. e le Metus XX rinvenute a Ponte Gini di Orentano  (III sec.) e quelle del "tesoro di Populonia", contenente anche Hercle XX, Aplu X (fine IV-III).

Per quanto riguarda la collocazione di Anfora e polpo propenderei per un fine V. 

MI associo...anche se mi piacerebbe fosse più antica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now