Sign in to follow this  
realino santone

Cavallo Federico III

Recommended Posts

Napoli,

cavallo di Federico  III d'Aragona, 1496-1501,

sigla L , capelli lunghi 

20191104_093310-1.jpg

20191104_093210-1.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

@realino santone

Parlaci di questa moneta...

rara?

rarissima?

Retroscena storici della copniazione..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esemplare raro, coniato sotto Federico per solo 2 anni

1496-98 per poi essere bandito e sostituito dal sestino,

ricordo che il cavallo venne introdotto nel 1472 su ordine 

del re Ferdinando I D'Aragona  , coniato  in rame puro per evitare le frodi

di argento presente nelle misture dei denari e tornesi , sempre più 

sviliti nella quantità di fino

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sei uno studioso e uno specialista Realino...ma sai rispondere a questa domanda?Il 5 cent di Gioacchino Murat...veramente, che grado di rarità ha oggi. Mi dicono che nel mondo di  Napoli  e dintorni se ne sono visti e venduti in BB...così come nel mondo delle due Sicilie in tempi recenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ti ringrazio per i complimenti ,

per il 5 centesimi di Murat posso dire di aver visto qualche altro altro esemplare ,

per me la rarità R4 ci sta , 

i centesimi  3 /5 /10   ( serie decimale) di Murat vennero  coniati con decreto del 3 giugno 1813 n. 1791  riusando nominali borbonici in rame di Ferdinando IV ( 6 e 3 tornesi , 9 cavalli ) ,

queste monete vennero ritirate perchè non bene accette dalla popolazione  ( i napoletani erano avezzi a fare i conti in ducati e grana ) ,

con altro decreto del 14 agosto 1814 Murat reintrodusse il vecchio sistema duodecimale basato sul carlino

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 5/11/2019 at 18:11, realino santone dice:

ti ringrazio per i complimenti ,

per il 5 centesimi di Murat posso dire di aver visto qualche altro altro esemplare ,

per me la rarità R4 ci sta , 

i centesimi  3 /5 /10   ( serie decimale) di Murat vennero  coniati con decreto del 3 giugno 1813 n. 1791  riusando nominali borbonici in rame di Ferdinando IV ( 6 e 3 tornesi , 9 cavalli ) ,

queste monete vennero ritirate perchè non bene accette dalla popolazione  ( i napoletani erano avezzi a fare i conti in ducati e grana ) ,

con altro decreto del 14 agosto 1814 Murat reintrodusse il vecchio sistema duodecimale basato sul carlino

 

MI dicono che in tempi migliori ma non remoti...il commercio numismatico di Napoli vendette un BB a 10.000 euro.  Ci può stare...o potrebbe essere una butade?

Io conosco un pochino le monete napoletane maggiormente rappresentative...ma non ho il polso del mercato; specialmente di quello pregresso.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this