Quintus

COMMODUS, sesterzio ROMA

Recommended Posts

Commodo

Cesare Lucio Marco Aurelio Commodo Antonino Augusto, alla nascita Lucio Elio Aurelio Commodo (in latino: Lucius Aelius Aurelius Commodusnato, nato a Lanuvium il 31 agosto 161 a.D. e morto a Roma il 31 dicembre 192 a.D.), è stato un imperatore romano, membro della dinastia degli Antonini e regnò dal 180 al 192. Così come Caligola e Nerone, è descritto dagli storici come stravagante, crudele e depravato.

Figlio dell'Imperatore filosofo Marco Aurelio, Commodo fu associato al trono nel 177 a.D. succedendo al padre nel 180 a.D.. Avverso al Senato e da questi odiato, governò in maniera autoritaria, esibendosi anche come gladiatore e in prove di forza e facendosi soprannominare l'Ercole romano.

Durante i dodici anni di principato, nonostante la fama di despota, gli sono sono riconosciuti diversi meriti: ad esempio esercitò un'ampia tolleranza religiosa, ponendo fine alle persecuzioni contro i cristiani dopo alcuni anni dall'ascesa al trono, le quali ricominciarono dopo la sua morte. Egli stesso praticò culti orientali e stranieri; il regno di Commodo diede anche un nuovo impulso alle arti che si svilupparono rispetto all'arte dei primi Antonini. Durante il suo regno eresse vari monumenti celebranti le imprese del padre Marco Aurelio, tra i quali la Colonna Aureliana, e forse completò anche la statua equestre di Marco Aurelio che si trova oggi nei Musei Capitolini (una copia è esposta al centro della piazza del Campidoglio).

Amato dal popolo e appoggiato dall'esercito, al quale aveva elargito consistenti somme di denaro, riuscì a mantenere il potere tra numerose congiure, fino a quando venne assassinato in un complotto ad opera di alcuni senatori, pretoriani e della sua amante Marcia, finendo strangolato dal suo maestro di lotta, l'ex gladiatore Narcisso, cospirazione che portò al potere Pertinace. Sottoposto a "damnatio memoriae" dal senato, venne riabilitato e divinizzato dall'imperatore Settimio Severo, che voleva ricollegarsi alla dinastia antoniniana cercando il favore dei membri superstiti della famiglia di Commodo e Marco Aurelio.

s-l1601.thumb.jpg.db318d88c241e8b84911a8afc727923f.jpgs-l1602.thumb.jpg.9c7b85675ff677ef950c3649529f9f64.jpg

Valore nominale: Sesterzio
Diametro: 27 mm circa
Peso: 16,98 gr

Dritto: M ANTONINVS COMMODVS AVG, busto laureato a destra
Rovescio: TR P VII IMP IIII COS III P P, Roma in piedi rivolta a sinistra, tiene nella mano destra la Vittoria e una lancia nella mano sinistra con la punta rivolta verso il basso, S - C in campo

Zecca: Roma
Anno di coniazione: 181-182 a.D.
Riferimento: RIC 324, Cohen 829, BMC 477
Rarità:
Note:

Felice e Sereno 2020!

Ave!

Quintus

 

  • Mi piace 3
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco...questa moneta, con le sue pecche afferenti la conservazione, la pulizia e il modulo stretto...ha comunque un sapore autentico e una piacevolezza ..come documento del tempo antico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un brutto difetto al Rovescio ma il dritto è, coi suoi problemi, fantastico: un busto che colpisce e rimane impresso, l'avrei presa anch'io.

Mi piace davvero il ritratto di Commodo su questo tondello.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 15/1/2020 at 17:29, Giuseppe Gugliandolo dice:

Mi piace davvero il ritratto di Commodo su questo tondello.

Come già dissi per un altro sesterzio... con un ritratto così lo avrei preso anche se dietro ci fosse scritto "Made in China"! 🙂

Scherzi a parte, anche se "vissute" e (purtroppo) spesse volte malamente ripulite certe monete trasmettono sensazioni fantastiche.  E questa è, per me, una di quelle.

Grazie per l'apprezzamento.

Ave!

Quintus

@Cliff, tu che ne dici?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, Giuseppe Gugliandolo dice:

@Quintus questa moneta quasi te la invidio, pur non facendo romane, mettiamola così 🙂

Mi dispiace perché l'invidia è una brutta cosa... ma d'altra parte sono felice che ti piaccia come piace a me!

Ave!

Q.

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Naaah, non fraintendere: invidia positiva, nel senso che apprezzo molto il pezzo e mi piace davvero, non l'invidia da chi ci sta male e si rode il cul

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Giuseppe Gugliandolo dice:

Naaah, non fraintendere: invidia positiva, nel senso che apprezzo molto il pezzo e mi piace davvero, non l'invidia da chi ci sta male e si rode il cul

Ma lo sooo... avevo capito!!! 🙂

Noi siamo amicici no?

Ave!

Q.

P.S.  Ma con l'Adriano invece non ti viene da invidiarmi almeno un pochino?  😛

 

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora