DeAritio

L'alternativa al metallo

Recommended Posts

Nelle mie ricerche ho notato una costante e cioè il fatto che la storia si ripete, ma partiamo dall' inizio. Cartamoneta di occupazione, cosa è?

Con il termine cartamoneta, banconota o carta monetata semplicemente si identifica uno strumento di pagamento, mentre nel caso della numismatica l'occupazione è un evento o commerciale o bellico.
Nella maggior parte dei casi l'evento è bellico, quindi mi occupo prevalentemente di banconote emesse da uno Stato vincitore (o da chi per lui) fuori dai propri confini naturali.


Secondo me esiste anche un anno preciso o perlomeno da cui partire.

E' il 1796 e siamo a Mantova.

Sotto l'assedio (il terzo), da parte dei Francesi, comincia a scarseggiare il metallo, anche se verrà battuta una moneta in argento, quindi c'è la necessità di far circolare nella città un “oggetto” che avesse lo stesso valore ed importanza della moneta ossidionale.
Con il termine ossidionale si identificano quelle monete emesse dalla città posta sotto assedio.
I primi esempi di moneta ossidionale risalgono al 1500 circa.
Dopo un tentativo fatto su cuoio, viene trovata la soluzione usando la carta.

Nascono le cedole.

Queste sono vere e proprie fedi di credito, cioè sono delle vere e proprie promesse di pagamento.
A quel tempo, gli eserciti erano perlopiù composti da mercenari, era pericoloso non pagare i professionisti della guerra figuriamoci poi pagarli con la carta.
Si hanno infatti notizie di assedi conclusi alla fine delle monete, cioè l'esercito a difesa si è dileguato o passato dalla parte opposta perchè volevano il metallo per rischiare la vita.
Passano gli anni ed arriviamo alla prima guerra di indipendenza.

1848 Osoppo, Palmanova e Venezia.

Mentre per Osoppo e Palmanova che sono sotto assedio vengono emesse carte monetate, a Venezia si battono 2 cartamonete, una del Comune di Venezia e l'altra denominata moneta patriottica.
Una curiosità delle banconote del Comune è quella di avere il taglio più piccolo fatto da 50 centesimi.
Per l'uso del popolo era un valore anche troppo alto quindi per non stampare altre banconote fu deciso di tagliare il pezzo da 50 a metà e farlo valere 25 centesimi.
Alla riconquista da parte degli Austriaci queste banconote furono riconosciute e rimborsate (in parte), mentre le altre, quelle patriottiche furono considerate come mezzo di pagamento e sostentamento dei ribelli e quindi valore pari a 0.

1861 Regno d' Italia.

Con la nascita del Regno, spariscono:
Grana, Tornesi, Scudi, Crazie, Baiocchi, Quattrini, etc. etc.
La moneta del regno Sabaudo, la Lira Piemontese, diventa la Lira Italiana, unificando il sistema monetario della penisola.

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' proprio vero che la moneta identitifca l'identità di un popolo in un partciolare contesto storico....

da semplice mezzo di pagamento a mezzo di propaganda e di lotta politica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora