Boglio

MARIA LUIGIA medaglia ponte sul Taro argentata

Recommended Posts

Buongiorno 

Sottopongo alla Vostra attenzione questa medaglia in bronzo argentato per avere informazioni, se possibile, sull’ uso e/o il perché di questo trattamento superficiale. Spero di essere nella sezione giusta, un grazie in anticipo.

-Allego foto 

F850DCA4-032D-4349-AD26-BA0A6BCD927D.jpeg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intanto complimenti per la bellissima medaglia di Maria Luigia. Una magnifica effigie della Duchessa di Parma, molto dettagliata e di notevole qualità artistica.

Riguardo alla tua domanda, posso solo fare delle ipotesi, non avendo dati e quindi alcuna certezza. Ragionando per logica posso affermare che la metallocromia è, ed era, una pratica abbastanza diffusa anche nel 1800. Il bronzo, formato quindi da una lega di rame e di stagno (tra 15 e 20%), è un po' sensibile a corrosione. L'argentatura probabilmente veniva impiegata sia per migliorare l'aspetto del manufatto, sia per fornirgli una certa protezione. Ho citato l'elevata qualità artistica della medaglia; probabilmente lo scopo, in questo caso, era appunto il miglioramento estetico. Ma credo l'abbia pensato anche tu. Altro non saprei dirti.

Carlo

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti....bellissimo il ritratto della Duchessa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Medaglia molto molto bella!

Di questa medaglia però è stata coniata anche in argento. E a giudicare da come ha preso la patina questa è proprio in argento...

Se avessimo un riscontro sul peso sarebbe davvero interessante...

Asta 5 di Ranieri del 2013

https://www.numismaticaranieri.it/archivioscheda/8389-parma-maria-luigia-daustria-1814-1847-medaglia-1818-opus-giovanni-antonio-santarelli.aspx

Ranieri5_2013.thumb.png.5747dc57cbeeef41be05083317189aed.png

 

E comunque in vendita online:

https://www.numismaticaranieri.it/negozioscheda/28644-parma-maria-luigia-daustria-1814-1847-medaglia-1818-opus-giovanni-antonio-santarelli.aspx

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Innanzitutto grazie per gli apprezzamenti.

Le misure corrispondono a diam.41 mm e spessore bordo 4,5mm. Per il peso avendola successivamente periziata mi è impossibile determinarlo con precisione. Sono sicuro che non è la versione d’argento...sarei contento di sbagliarmi. I dati forniti, in ogni caso sono corrispondenti alla stessa medaglia che ho in versione bronzea. Pertanto rimane la curiosità di approfondire su tale trattamento ad esempio, se era fatto direttamente dalla zecca di emissione oppure derivava da manipolazioni  postume (private)...e relativa tecnica utilizzata (mercurio, placcatura, ecc.)

-allego foto versione AE

 

 

81C920C1-B334-4C43-9166-DB6E0EB57C91.jpeg

FA57BEEB-C1C1-4BF4-8627-BD31269D3B8B.jpeg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ora le carte in gioco cambiano... il colore nelle ultime foto che hai mandato sono decisamente diverse... e tutto questo argentato non lo vedo...

Domanda, in che senso è periziata? Ho professionista l'ha sigillata? Nelle note ha messo la dicitura argentata? Hai anche dei riferimenti bibliografici? Perché sulle mie fonti non trovo di queste medaglie in bronzo con la dicitura "argentata"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, danieles1981 dice:

Ora le carte in gioco cambiano... il colore nelle ultime foto che hai mandato sono decisamente diverse... e tutto questo argentato non lo vedo...

Domanda, in che senso è periziata? Ho professionista l'ha sigillata? Nelle note ha messo la dicitura argentata? Hai anche dei riferimenti bibliografici? Perché sulle mie fonti non trovo di queste medaglie in bronzo con la dicitura "argentata"...

La foto (retro è fronte) postata in ultimo è di un altra medaglia che ho, uguale, ma in bronzo. Per la medaglia oggetto della discussione la perizia ben specifica il fatto che è argentata. Proprio perché non ho trovato riferimenti bibliografici ho coinvolto Voi del Forum per un approfondimento.

-allego foto versione sigillata

.16A41FBC-2F31-428D-9403-BEC72CF2FDB2.thumb.jpeg.945bb756f4655c59991b7815871d3683.jpeg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il perito non le ha fornito indicazioni maggiori? In genere una variante così importante va segnata meglio sulla perizia, anche perchè la perizia servirebbe a fugare questo dubbio. Io non ho riferimenti su questa moneta in bronzo argentato... o magari ha preso male lo zinco della lega metallica... mah... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

noto anche un esemplare in bronzo  dorato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, Realino Santone dice:

noto anche un esemplare in bronzo  dorato

Se ricordo bene è stata venduta ad un asta, 700/800 Euro....ma non ho, almeno per ora altri dettagli.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, danieles1981 dice:

Il perito non le ha fornito indicazioni maggiori? In genere una variante così importante va segnata meglio sulla perizia, anche perchè la perizia servirebbe a fugare questo dubbio. Io non ho riferimenti su questa moneta in bronzo argentato... o magari ha preso male lo zinco della lega metallica... mah... 

Il perito non ha fornito altre indicazioni, ne ha saputo darmele, nonostante la mia curiosità...Le fonti in mio possesso sono “ Le medaglie di Maria Luigia” di Ivan Cavazzoni e “Le medaglie di Maria Luigia Duchessa di Parma” di Massimo Federico in originale del 1981 dove non vi è accenno di tali versioni (argentatura, doratura ecc.)...posso assicurarti che la colorazione non è dovuta a problematiche riconducibili alla lega o altri fattori tipo “zinco”... a me, da profano, sembra un argentatura d’epoca effettua con base metallica a base di argento e mercurio come in uso ai tempi...ma aspetto volentieri le Vostre considerazioni in merito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi dispiace ma io non so aiutarti di più. Ho cercato in vari passaggi d'asta ma non ho trovato nulla. Però sono molto curioso. Se hai novità tienici aggiornato.. Comunque aspettiamo altre indicazioni di qualche nostro compagno di forum. @Realino Santone, intendi una in oro oppure bronzo dorato? In oro l'ho vista anche io...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse mi sono confuso, era argento dorato e non bronzo... in ogni caso allego un riferimento ritrovato.

047FA193-AEA2-4C0E-88DF-A7B7DF66C391.jpeg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bronzo  dorato ,

sono noti anche riconi con conii originali

fatti dalla Johnson, primi del 900

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
20 ore fa, Realino Santone dice:

Bronzo  dorato ,

sono noti anche riconi con conii originali

fatti dalla Johnson, primi del 900

Ah ok. Cerchiamo dettagli nelle produzioni Johnson...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chiedo a @Boglio, puoi mettere delle foto attuali della medaglia. Ero alla ricerca di eventuali marchi della Johnson (che sembra che ci debba essere nei riconi). Ma non mi trovo sugli esemplari: sulla primissima foto che hai postato ci sono delle macchie e dei graffietti che non mi tornano nella medaglia che hai postato successivamente, e non è solo questione di colore della luce...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

l'argentatura  sul bronzo potrebbe anche essere postuma

per " spacciarla "  come esemplare in argento

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 30/3/2020 at 13:39, danieles1981 dice:

Chiedo a @Boglio, puoi mettere delle foto attuali della medaglia. Ero alla ricerca di eventuali marchi della Johnson (che sembra che ci debba essere nei riconi). Ma non mi trovo sugli esemplari: sulla primissima foto che hai postato ci sono delle macchie e dei graffietti che non mi tornano nella medaglia che hai postato successivamente, e non è solo questione di colore della luce...

Non si evidenziano marchi o segni particolari, pertanto se questi sono la prerogativa dei riconi la cosa mi rassicura...Nella foto della medaglia in discussione (argentata) ha, in effetti, alcune lievi sfumature che si evidenziano come parti più scure che ritengo riconducibili alla tipologia del trattamento superficiale. Ovvero rappresentative di un metodo effettuato con amalgama di mercurio-argento che, portano indurre a pensare ad un trattamento d’epoca del periodo di emissione della medaglia stessa...differenti da quello più recenti effettuati con un bagni galvanici. In ogni caso, le varianti di tonalità,  non sono rappresentative della tipica ossidatura dell’argento. Allego due foto fatte “veloci” delle due medaglie accostate rimandano, per maggiori dettagli, a quelle postante in precedenza. A presto...

83E5C24B-EA96-4D58-8A81-51B4C6367ADB.jpeg

5180687E-CDB2-4CD8-A172-F5C9865DC64A.jpeg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 30/3/2020 at 13:50, Realino Santone dice:

l'argentatura  sul bronzo potrebbe anche essere postuma

per " spacciarla "  come esemplare in argento

Tutto è possibile...ma avendo la possibilità di avere la medaglia per le mani, posso assicurarti che come “contraffattore” avrei fatto poca strada adesso come allora. Una persona con un minimo di esperienza può facilmente rendersi conto che non è un “argento normale” dalle sue peculiari caratteristiche...comunque, tutto è possibile. È evidente che, come hanno fatto delle versioni in bronzo o argento dorato vi è anche questa “nuova” versione argento. Le aste che hai evidenziato sono la prova di tale procedura di “valorizzazione estetica” come accennato da @carledo49

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho trovato questo riferimento sulla doratura e argentatura alla fiamma (mercurio) utilizzata prima dei procedimenti galvanici. È molto interessante in quanto tocca alcune considerazioni fatte nei vari interventi. 

http://www.antichitasantoro.com/pubblicazioni/schede/doratura_argentatura_fiamma.htm

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora