carledo49

Analisi dei conii degli argenti di Umberto I

Recommended Posts

               Il 5 Lire, nei due unici millesimi 1878 e 1879, presenta differenze sostanziali riconducibili all'utilizzo di due conii differenti. Il 1878 è caratterizzato al dritto da una impronta della testa del Sovrano più piccola, fronte impercettibilmente più alta e capelli della parte superiore leggermente più bassi. Sia al dritto che al rovescio si notano rilievi più alti e più marcati. Il 1879 presenta invece testa più grande, fronte meno alta e capelli della parte superiore più alti. Oltre a questo presenta una caratteristica unica e peculiare che viene utilizzata come segno distinguibile di genuinità della moneta: la concavità del tondello al dritto e relativa convessità del rovescio. 

 

               Il 2 Lire presenta differenze nei due conii solo al dritto, nelle dimensioni della testa del sovrano ed in alcune sue caratteristiche. 

I millesimi di coniazione 1881-82-83-84-85-86 sono accomunati al 1° tipo, quelli del 1887-97-98-99 al 2° tipo.

-Nel 1° tipo troviamo testa piccola, capelli superiori impercettibilmente più alti.

-Nel 2° tipo testa più grande e capelli più bassi.

Unica eccezione è il millesimo 1887, coniato in un numero di esemplari estremamente più elevato rispetto a tutti gli altri. Lo si potrebbe considerare un millesimo di transizione, sebbene appartenga al 2° tipo. Non è raro trovare monete con caratteristiche del primo tipo e addirittura inversioni nella struttura dei capelli della parte alta della testa. 

L'esemplare postato è un 2 Lire 1887 che appartiene al 2° tipo (testa grande), ma possiede pure caratteristiche del 1° tipo con capelli superiori più alti.

Le varianti o pseudo tali si sprecano.

Carlo

004.JPG

002.JPG

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Interessantissimo contributo. Tra l'altro, è una moneta molto bella. Stile classico testa/stemma sabaudo, niente da dire. Modulo piacevole. Moneta tutto sommato che si recupera facilmente anche nelle medio/alte conservazioni per le annate più comuni.

Non ho in collezione il secondo tipo, ma del primo ho il 1886, annata comune (ma non troppo)...

M-RI-0117_D.jpg.c5c8b0ed5b454c05ecad775933a55ce7.jpgM-RI-0117_R.jpg.755a6cf5a7a10009d7c0162c9283ae46.jpg

E' in collezione da una ventina di anni, penso tra le prime che acquistai autonomamente, per questo per me è un po' speciale..

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Monete di gran fascino, non difficile trovarle in elevate conservazioni.

Carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora