Recommended Posts

Buona serata

Ho visto un 5 Assi di Populonia che viene venduto ad un prezzo abbordabile  circa 150€ e viene definita dal venditore:

ETRURIA, Populonia, 3rd cent. BC.

AR 5 Asses (10mm, 1.60 g.)

Diademed and bearded head right; V (mark of value) to left / Blank.

HN Italy 174.

Ex-CNG from the Continental Collection.

Fine, toned, porous, irregular flan. Rare.

Come viene detto, questa moneta è passata anche per un'asta prestigiosa, quindi il prezzo mi sembra basso, poi mi posso sbagliare.

Quindi mi rivolgo a Voi per chiedere un parere qualità-prezzo.

Poi magari non acquisterò la moneta, ma in questo modo inizio a capire le valutazioni un aspetto anche questo importante dello studio di una moneta.

Grazie dell'aiuto.

s-l400 (24).jpg

s-l400 (27).jpg

s-l400 (28).jpg

s-l400 (29).jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno

Cosa ne pensi @Lugiannoni : dovrebbe essere buona, il prezzo è conforme ?

Grazie mille.

PS: certamente le foto non sono molto d'aiuto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, Marte dice:

Buongiorno

Cosa ne pensi @Lugiannoni : dovrebbe essere buona, il prezzo è conforme ?

Grazie mille.

PS: certamente le foto non sono molto d'aiuto!

Quando è passata in CNG partiva da 200$ ma ne ha realizzati 130. La moneta è messa maluccio e il prezzo basso  lo certifica.

Tanto per avere un termine di riferimento, quella che allego da CNG (sempre un Tinia da V unità) è stata venduta a 2.500 $ !

Questo non significa che se  vuoi farti una piccola collezione di monete etrusche devi necessariamente avere un portafoglio inesauribile; se non compri per investimento ma soltanto per il gusto di avere delle monete populoniesi di 2.300 anni fa, direi che è un buon acquisto (e l'amico @Piakos mi perdonerà😀).

cng-2_500.jpg.4174313dd854ec3dd659bb97f018702e.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il 4/7/2020 at 22:08, Lugiannoni dice:

Quando è passata in CNG partiva da 200$ ma ne ha realizzati 130. La moneta è messa maluccio e il prezzo basso  lo certifica.

Tanto per avere un termine di riferimento, quella che allego da CNG (sempre un Tinia da V unità) è stata venduta a 2.500 $ !

Questo non significa che se  vuoi farti una piccola collezione di monete etrusche devi necessariamente avere un portafoglio inesauribile; se non compri per investimento ma soltanto per il gusto di avere delle monete populoniesi di 2.300 anni fa, direi che è un buon acquisto (e l'amico @Piakos mi perdonerà😀).

cng-2_500.jpg.4174313dd854ec3dd659bb97f018702e.jpg

Luciano....mi perdonerai se ribadisco un concetto base che purtroppo tra i collezionisti e gli appassionati non riesce a passare malgrado lo si sia sviscerato più volte.

Non c'è mai investimento nella numismatica dei privati, sia quella con la n...che quella con la N. Si compra solo per piacere...le monete non sono mai un asset liquido, per lo più sono difficili da smobilizzare senza rimetterci dei soldi: vale per le monete belle che per quelle brutte. Quando si riesce a stancarsi di comprare monete...e capita di guadagnare con la conseguente cessione: quasi sempre è per mera fortuna e per aver trovato il compratore giusto. Un amatore che ci ripaga. Ma capita di rado...se non per le monete di gran pregio.

Detto questo è evidente che l'unico investimento numismatico sicuro è quello del commerciante...che compra a molto meno del valore e vende a molto più... per definizione.

Al limite la Numismatica è una riserva di valore...tipo salvadanaio.

Se si comprano belle monete si hanno due effetti positivi:

esteticamente c'è maggior piacere;

economicamente dovrebbe essere più facile riprendere i propri soldi.

Definire questo un investimento è comunemente una "minchiata"...per il semplice fatto che non lo è...trattasi di semplice spesa o allocazione di danaro. Definire poi, quanto precede, una speculazione è una minchiata doppia...perchè non c'entra proprio nulla. La speculazione la fa' chi la moneta te lav ende...non puoi quasi mai farla tu che compri, salvo rare occasioni e colpi di fportuna che non incidono in modo significativo nel valore globale di una collezione o di una raccolta.

Il problema nasce invece da chi non vuole capire o fa finta  di non capire quanto precede: semplicemente perchè non ha danaro sufficiente per un settore che purtroppo è molto carastoso ...o perchè ha il braccino corto e i soldi non li vuole cacciare.

Non credo si possa dire altro.

Ad majora.

Chiamo a testimonianza: @Giuseppe Gugliandolo  @carledo49 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Piakos Ho usato, forse, la parola "investimento" in maniera scorretta ma per il resto sono sostanzialmente d'accordo con te, pur se vediamo il problema da punti di vista differenti.

Dissento invece sul "braccino corto" e sul "non avere il denaro sufficiente". Nel primo caso infatti si tratta spesso di valutazione , che magari può anche essere errata, del reale valore della moneta offerta. Nel secondo caso, rifiuto l'idea che la numismatica sia solo un affare per ricchi e, fortunatamente ci sono anche le monetine da "ciotola" che permettono, ad esempio, a decine di giovani, non necessariamente aventi cognome Agnelli o Benetton o DeBenedetti o Rothschild, di avvicinarsi alla numismatica. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora