Recommended Posts

Salve,

allego le immagini da asta NOMISMA 62

dello scudo riccio di Palermo, coniato sotto Carlo  II  1665-1700

image00881.jpg

 

Au 3,24 gr.

MIR 489

RRR

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un valore... Realino?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Battuto a 7.400 euro + diritti 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, Realino Santone dice:

Battuto a 7.400 euro + diritti 

Anzi....non male per il momento attuale.

Ti introduco un tema scientifico sotto il profilo ambientale: resta sempre un dubbio sempre più frequente: quante vendite sono reali per le monete di una qualche importanza...e quante sono difese? Un quesito affascinante e importante. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è semplice rispondere per vari motivi di  mercato, 

un occhio "allenato " riconosce monete importanti  che transitano da

un'asta all'altra, poi ci sono gli "speculatori " etc. etc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

UN 30 per cento? Credo ci possa stare..ma non mi stupirebbe fossero di più.

@carledo49 che ne pensi anche tu,  Carlo?

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In percentuale non saprei, ma sicuramente monete importanti sono sempre sotto osservazione attenta e volutamente protette. A volte si ricorre a vendite surrettizie o fasulle tra le stesse case d'asta. Quante siano? Mah, dipende da tanti fattori, pure dai proprietari stessi della moneta.

Carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok. Mettaimola llora di nuovo in topic.

Uno scudo come questo a oltre 8.000 euro ha un mercato reale in italia? A parte un singolo amtaore che può desiderare di possederla. Ecco, forse così è più concreto il discorso.

@Giuseppe Gugliandolo tu sei uno specialista...dai, senza peli e liturgie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ci sono collezionisti italici che possono permettersi "economicamente " questo scudo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'anno scorso, in Ottobre, è stato presentato un esemplare più simpatico  sempre da Nomisma, base 10.000€, invenduto

https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=3350&lot=207

Trovai abbastanza singolare, in quel periodo, che un altro esemplare fosse contemporaneamente in asta da Aureo e Calicò, simile per conservazione ed a 4500 o 5000 come base d'asta.

Secondo me l'esemplare più bello apparso fino ad ora [tra quelli a me noti almeno], è questo dell'asta Nomisma 49 del 2014, 5000€ di base d'asta, invenduto. Si differenzia da quelli apparsi nelle altre aste per la quantità delle foglie di palma in alto che risultano 9 e non 7, dando un'idea di maggior pienezza alla vista. Per quanto sia una moneta di una certa rarità è quindi sicuro siano stati improntati almeno 2 conii del dritto per la produzione di questa moneta.

https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=682&lot=1389

 

Tenendo conto del fatto che questo esemplare sia stato invenduto a 5000 [seppur 6 anni fa] è difficile dire se una moneta si sia rivalutata nel tempo quando, materialmente, è mancata per anni dal mercato.

Certamente è moneta per un pubblico facoltoso che non ha timore di spendere queste cifre. Possibilmente tra tutte "l'investimento" migliore sarebbe stato proprio l'esemplare della nomisma 49 sia per il rapporto qualità/prezzo sia perché la reputo una variante meno comune di una già rarissima tipologia.

 

@Piakos ci sarebbe altro da dire? ti viene in mente nulla? 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora