carledo49

FRANCESCONE 1859

Recommended Posts

Buongiorno a tutti

Riordinando e catalogando alcune monete, mi è capitato questo Francescone 1859 del 4° tipo.

Millesimo molto comune.

Presenta però alcune caratteristiche peculiari:

Contorno:  in rilievo  4 stelle-4 fiorini-4 stelle-10 paoli

Peso:  27,1 g (eccessivamente basso e non giustificato da una buona/discreta conservazione)

Diametro:  42,2 mm (nettamente superiore al normale che è 41)

Spessore:  2,1 mm  (più sottile di altri similari che sono di 2,3)

Da quanto riporta il Gigante esistono degli esemplari (in FDC) dello stesso millesimo 1859 che presentano diametro 42,7 mm, peso 27,37 g ed uno spessore più sottile dei normali "Francesconi".

Alcune case d'Asta (Artemide nel 2005 e Negrini nel 2008) hanno proposto questi esemplari definendoli "coniazione sperimentale".

Non voglio arrivare a pensare che anche l'esemplare postato possa rientrare in questo tipo di coniazione, però mi domandavo quale fosse il grado di tolleranza nelle misure delle monete del periodo.  Quelle che ho riscontrato nell'esemplare in questione mi sembrano del tutto fuori da ogni logica.

Carlo

post-252-1392074290,39_thumb.jpg

post-252-1392074291,92_thumb.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ci sarebbe da far lo studio dei conii

a quel che so la tolleranza sui 5 franchi napoleonici era bassissima , meno di 0.1 grammi

ci sarebbe da vedere altri esemplari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest elledi

In effetti si tratta di cifre che si discostano abbastanza dai valori medi e mi sentirei di escludere la possbilità di un loro rientro nei limiti di tolleranza. Parlare però di coniazioni sperimentali mi sembra però azzardato, come giustamente anche tu rilevi. Più che i coni credo sia una questione di tondelli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In effetti deve trattarsi di una questione di tondelli. Bisognerebbe poi valutare in che modo avvenissero le liberate nella zecca fiorentina (singole monete, singole monete a campione, gruppi di monete).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest elledi

Carlo, se poi mi puoi fotocopiare (se li hai) questi riferimenti ai tondelli sperimentali, mi fai un grande favore ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Carlo, se poi mi puoi fotocopiare (se li hai) questi riferimenti ai tondelli sperimentali, mi fai un grande favore ;)

Gli unici riferimenti a questi tondelli li ho solo come nota a margine del catalogo Gigante (come già riportato nel topic).

Anche a me avrebbe fatto piacere saperne di più, ma dopo svariate ricerche fatte a suo tempo.....non sono approdato a nulla se non a generiche constatazioni e neanche molto certe.

Carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riporto alla luce questo topic, nel caso vi fossero nuovi studiosi con nuove argomentazioni...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora