Piakos

MARTINETTI FRANCESCO

Recommended Posts

Nasce a Roma (Roma, 1833 – Roma, 31 ottobre 1895) ed era figlio di un rigattiere.  Aveva fatto il suo primo affare a vent’anni, comprando con 40 baiocchi una moneta antica da un campagnolo e rivendendola per trecento lire. (All'epoca un guadagno enorme).

Esordì quindi come trafficante di monete antiche fino a diventare un abile antiquario romano protagonista del mercato internazionale di arte greca e romana antica per tutta la metà dell'800. Intagliatore di gemme, abile con il bulino era in grado di modificare o aggiungere delle incisioni su oggetti antichi, guru della numismatica, autorevole perito di arte ed oggetti antichi,  "metallurgo" incisore di conii e coniatore, restauratore, insomma uno specialista ed  esperto per tutte le stagioni dell'arte antica.

Mercante d'arte implicato in clamorosi casi internazionali di contraffazione di reperti archeologici fra cui il più controverso è quello della cosiddetta “fibula prenestina” (dove aggiunse con la sua mano le incisioni).  Il più famoso è il Trono di Boston (analogo al più famoso Trono Ludovisi: peraltro anch'esso discusso e bocciato dal famoso critico ed esperto Federico Zeri).

By Piakos (03.09.13)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora