Vai al contenuto

I Migliori Utenti

Gli interventi più apprezzati

Showing content with the highest reputation since 12/02/2014 in tutto il forum

  1. "DICHIARO CHE LE MONETE/MEDAGLIE PRESENTATE SONO DI LECITA PROVENIENZA E DI MIA PROPRIETÀ’. CONFERISCO AL MUNACS IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI UNICAMENTE PER SCOPI INERENTI AL PRESENTE CONCORSO"
    9 points
  2. La disfatta in Africa Nella Seconda Guerra Mondiale uno dei teatri di guerra più importanti fu l'Africa. In questo continente, infatti, i fatti di guerra ci parlano di imprese eroiche o di disfatte clamorose, di Battaglie passate alla storia e di Generali “immortali”. L'Italia il 10 giugno dichiara guerra a Francia e Gran Bretagna. La strategia Italiana era quella di unire le colonie, dalla Libia al Corno d'Africa , meglio conosciuto come Africa Orientale Italiana (A.O.I) , conquistando le colonie Inglesi dell'
    8 points
  3. Sono riuscito a fare delle foto veloci di alcune modalità di disposizione: Oro: Argento: Monete di altri metalli in alta conservazione (racchiuse nelle bustine in acetato): Perizie (poche): Altre monete in collezione di "poco" pregio: Medaglie, banconote e altro materiale materiale cartaceo in altra sede...
    8 points
  4. Ecco un'altra bella moneta con la raffigurazione del Golfo di Napoli e del Sebeto con la pala che rappresentea il fiume oggi scomparso e che divideva anticamente Partenope e Neapolis...tra la collina di Pizzofalcone (ex probabile fondazione rodia) e la pianeggiante città fondata successivamente sotto il sito alto di Partenope dai Cumani (appunto Nea polis = città nuova)...mentre Partenope diventava Pale apolis (la città vecchia). Ecco un'altra bella moneta. (nota 1) Nei post precedenti abbiamo voluto evidenziare che già nei tempi antecedenti alla prima olimpiade 776 a.C. i mari dell'
    8 points
  5. Nella sezione: Monete e Medaglie delle Monarchie Medievali Europee ho preso in esame insieme a colleghi del forum l’argomento riguardante “Alcuni esempi di imitazioni di monete”. Abbiamo trattato solo pochi casi, poi la ricerca si è arenata perché (forse) interessati ad altri argomenti. Tuttavia, ve ne è uno che a mio avviso potrebbe essere una imitazione del denaro di Lucca ad opera di Volterra, che merita di essere sottoposto ad un più attento esame alla luce di un recente ritrovamento. Avevo avuto tempo fa qualche chiarimento sull’argomento da una ricercatrice di un altro forum e ho sa
    7 points
  6. Tetradrammi di Rodi: dal 404 al 370 a.C. SINTESI E CONCLUSIONI SPECIFICHE SULLA FONDAZIONE DI PARTENOPE. E' molto più probabile (se non certo...) che Partenope sia stata una fondazione greco Rodia piuttosto che greco Calidese, per i seguenti validi motivi: - in primis nell'isolotto di Megaride (Castel dell' Ovo) si stanziò un emporion già nel IX secolo (quindi un secolo prima circa, rispetto all'emporion calcidese sull'isola d'Ischia). Il primo stanziamento dovette essere ad etnìa mista con una importante componente fenicia come comprovato dall'etnico Macharis. I Rodii ed i i fenici si
    7 points
  7. Oggi sono 5 anni dalla mia iscrizione sul forum , una saluto a TUTTI
    6 points
  8. Ciao ragazzi! Oggi mi stavo guardando qualche asta ed in una vecchia nomisma ho avuto modo di vedere questa bella medaglia asburgica. In seguito alla guerra di Successione Spagnola, la sicilia venne ceduta ai Savoia che, grazie all'isola, poterono per la prima volta fregiarsi del titolo di sovrani, nonostante la famiglia di antichissima nobiltà. Negli anni successivi la Spagna tentò una riconquista dell'isola ma non fu altro che una piccola parentesi le cui tracce storiche sono rimaste anche nella monetazione isolana: nel 1718* si fermano le coniazioni di Vittorio Amedeo ed sono
    6 points
  9. ACQUISTATO IERI C. Cassius e Lentulus Spint. (43-42 a.C.) AR Denario 3.90 gr., zecca itinerante con Bruto e Cassio D/ C · CASSI - IMP Treppiede con cortina, decorato con due rami di alloro e filetti. R/ Jug e lituus; sotto, LENTVLVS / SPINT. Crawford 500/1 - BMC 80 - Babelon Cassia 14 e Cornelia 76 - Cohen 7. FDC Gli strumenti religiosi sono raffigurati su monete romane come simboli di uffici religiosi. La brocca e il lituo sono le immagini di funzioni collegate a due principali collegi di uffici religiosi, i Pontifizi e gli Auguri. Insieme queste funzioni hanno garantito la legitti
    6 points
  10. Molto spesso sento parlare solo e soltanto delle problematiche che affliggono e devastano la numismatica. Mi riferisco ai falsi, alle manipolazioni dei restauratori, a commercianti senza scrupoli e all'assenza dei giovani. Mi sono rotto di parlare solo e soltanto di cose negative. Sono giunto alla conclusione che fare numismatica non è da tutti...ci vuole un pizzico di follia ed incoscienza, un pò di testardaggine e tanta voglia di imparare e di mettersi in gioco. Rifuggo da chi si erge a Maestro e poi non condivide nulla, quasi a custodire un segreto di pulcinella, e mi aggreg
    6 points
  11. Lo scorso giugno ho portato alla 5a elementare di mio nipote alcune monete e una chiavetta con foto di altre monete antiche. Interessatissimi i ragazzini e anche le ragazze (divertite sopratutto dalle pettinature delle auguste romane) Con l'auto di mio nipote ho fatto girare le monete "vere" ( una tetra diAlessandro, denari romani, un hectè di Creso, una civetta di Atene e l'euro greco che la riproponeva......) l'unico che si è annoiato è Giacomino perchè, nonno, sono tutte cose che sapevo già...
    6 points
  12. Segnalo, anche in questa sezione, la pubblicazione, da parte dell'Editrice Diana, dei miei studi sui quattrini emessi sotto Ferdinando IV per i territori toscani del Regno di Napoli, i Reali Presìdi di Toscana. Dalla quarta di copertina: "Lo Stato dei Presìdi (1557-1801) fu un’entità statale unica ed irripetibile nel panorama storico-politico italiano. Enclave istituita da Filippo II di Spagna per garantire un approdo sicuro alle sue navi e comprendente le piazzeforti maremmane di Orbetello, Porto Ercole, Talamone e, dal 1603 Longone all’Isola d’Elba, seguì, per quasi 250 anni, le so
    6 points
  13. Buongiorno a tutti, oggi volevo annunciarvi che lo staff del nostro forum cambierà. ci saranno ben 2 nuovi ingressi. @D.B.G assumerà il ruolo di moderatore di sezione della sezione Sud Italia sostituendo l'amico @Layer che è stato costretto a lasciare lo staff per i gravosi impegni di studio e di lavoro che oramai hanno assorbito gran parte del suo tempo. Con la nuova coppia @Neapolis e @D.B.G la sezione sud si proietterà a confermarsi come una delle sezione più importante del forum e del web. Vi comunico inotre che @dearitio invece assumerà il ruolo di Responsabile scienti
    6 points
  14. In un'altra discussione ho accennato agli elementi che compongono la valutazione economica di una moneta e alla difficoltà di padroneggiarli. @@Piakos mi ha chiesto di approfondire l'argomento e così provo a svilupparlo, tenendo sempre presente che questi pensieri derivano dalla mia esperienza e niente più. Altri magari hanno sviluppato altre esperienze... La prima cosa da valutare in una moneta è lo stato di conservazione e l'autenticità. Attenzione che, mentre per le monete battute a macchina la cosa potrebbe essere semplice, per quelle battute a martello diventa più complicato e di cons
    6 points
  15. la solita carne trita, titolo ad effetto, un paio di "personalità" intervistate e via.... Come al solito vengono riportate mezze verità. Quante delle migliaia di monete sequestrate sono state rese ? E quante delle centinaia di persone messe sotto accusa da gente come Ferri sono state condannate ? Che costi ha avuto per la società questa caccia alle streghe e quali vantaggi concreti ne abbiamo tratto ? Queste domande nessuno le fa, agli intervistati....non fa comodo, a nessuno. E nessuno dice anche che i veri predatori di oggetti archeologici, in meridione, non girano con i metal detector,
    6 points
  16. Nella tua segnalazione non hai menzionato al tipo di rivestimento che darai al legno: è fondamentale se vuoi che la moneta via ben esposta e valorizzata dal tuo lavoro. Cerco di esprimere un concetto del tutto personale. In una collezione numismatica si deve tener conto di 3 fattori: - preservazione della conservazione dell'esemplare - catalogazione dell'esemplare - armonizzazione della collezione e il piacere stesso alla vista La preservazione della conservazione dell'esemplare consiste nella ricerca della miglior modalità di conservazione e riposo della moneta. Partendo dal presu
    6 points
  17. Invitiamo gli utenti a concentrasi su tematiche numismatiche. Lasciate ai lettori stabilire se un intervento sia meritevole o no di considerazioni. Non dilungatevi in temi non numismatici che non interessano ai lettori e che fanno perde il filo scientifico di questo topic. Potranno essere risolti in privato, inviandomi un Mp. Un grazie a @@carledo49 per la volontà di continuare a sviluppare il topic dal punto di vista numismatico.
    6 points
  18. Personificazioni monetali usate nelle monete romane imperiali fino al III secolo Normalmente le monete imperiali romane recano nel dritto il busto dell'imperatore e al rovescio le sue imprese, le divinità venerate da cittadini e sudditi dell'Impero ed, infine, le personificazioni allegoriche di costumi, credenze e attributi associati ai vari imperatori che venivano spesso considerati alla stregua di veri e propri dei viventi. I materiali più diffusi per la coniazione di monete durante l'età imperiale furono: oro, argento, rame e bronzo. Vennero utilizzate, anche se più raramente leghe c
    5 points
  19. Buonasera, stasera desidero condividere con tutti voi questo denario che reca il busto di Apollo al diritto e il satiro Marsia a figura intera al rovescio. Diametro: 17mm / Peso: 3,99g Diritto: testa laureata di Apollo rivolta a destra Rovescio: L. CENSOR il satiro Marsia nudo (pur con gli stivali) stante verso sinistra con un otre sulla spalla. A destra una colonna con una statua della Vittoria. Anno: 82 a.C. Classificazione: RRC 363/1D Sono particolarmente legato a questa moneta che, pur essendo piuttosto comune, mostra delle immagini particolarmente sugges
    5 points
  20. Ciao a tutti, per chi fosse interessato sono lieto di informarvi che al link seguente potete scaricare un articolo che ho appena finito di scrivere sulla monetazione di Faustina II coniata ad Alessandria d'Egitto. Oltre ad aver trattato le caratteristiche generali delle monete coniate a quel tempo da questa zecca, mi sono concentrato sull'evoluzione dei tipi ritrattistici dell'Augusta operando anche un confronto con la zecca centrale di Roma. https://www.academia.edu/44773824/I_ritratti_di_Faustina_II_sulle_monete_di_Alessandria_dEgitto Nei prossimi giorni preparerò una discussi
    5 points
  21. Adriano Publio Elio Traiano Adriano, noto come Adriano (in latino: Publius Aelius Traianus Hadrianus, nato ad Italica il 24 gennaio 76 a.D. e morto a Baia il 10 luglio 138 a.D.) è stato un imperatore romano della dinastia degli imperatori adottivi, regnò dal 117 a.D. fino alla sua morte. Successore di Traiano, fu uno dei "buoni imperatori" secondo lo storico Edward Gibbon. Colto e appassionato ammiratore della cultura greca, viaggiò per tutto l'impero e valorizzò le province. Fu attento a migliorare le condizioni dei militari. In Britannia costruì un vallo fortifica
    5 points
  22. MONETA Follis ridotto METALLO Bronzo TECNICA Coniazione PESO 5,65 gr DIAMETRO 20,19 mm AUTORITA’ / PERSONAGGIO Massenzio (Imperatore) EPOCA
    5 points
  23. Anche senza fare tanti sondaggi di mercato o ricerche specialistiche, cosa attira la nostra attenzione e ci fà fare acrobazie anche se siamo pieni di dolori ?Lo dico io, la vista di qualcosa che luccica o che assomoglia ad una banconota.L'uso di un fac simile di banconota per pubblicità è storia vecchia, e, famosa per questo è la ditta Banfi con il suo 10 Lire,ma, qui voglio circoscrivere l' uso al solo periodo bellico più o meno recente.Eccoci con un pezzo interessante e particolare, si tratta di una falsa banconota americana da 1 Dollaro utilizzata come propaganda anti-americana dai fede
    5 points
  24. Terminata la ristrutturazione dei locali della RARE BOOKS & FINE ARTS in quel di Londra, siamo riusciti ad aprire l'atelier, ERA ORA. In Studio ci sarà fissa Laura che è stata mia preziosissima assistente a Leeds quando c'era la Riccardo Paolucci & Son
    5 points
  25. Spesso e volentieri nei forum ci sono diverse anime e correnti di pensiero totalmente differenti che si confrontano anche duramente e qualche volta vanno anche oltre i limiti della decenza, del rispetto e dell'educazione. Questo però mi sembra un motivo un po' debole perchè non dia il suo contributo nel momento in cui lo ritiene opportuno, magari su un argomento di suo interesse. Non assistiamo quotidianamente a risse da soloon, gli scontri, quando si verificano, sono ben rari e controllati. Su questo concordiamo perfettamente, anzi, esprimo un giudizio ben più severo del suo in
    5 points
  26. E' appena uscito il volume con gli atti del convegno di Populonia sulla monetazione etrusca. Chi fosse interessato può richiederlo all'editore <TAGET Edizioni> mtagete@email.it. Intanto, come promesso, allego il mio intervento sui conii populoniesi. RdA 26 Giannoni HD_compressed (2).pdf
    5 points
  27. Salve, segnalo : https://www.change.org/p/senato-della-repubblica-salviamo-il-collezionismo
    5 points
  28. https://www.academia.edu/38342474/F._De_Luca_Lo_statere_della_rifondazione_in_Il_Gazzettino_di_Quelli_del_Cordusio_Gennaio_2019_pagg.47-54 Un breve excursus nell’incredibile storia della città di Sibari, fondata tra il 720 e il 708 a.C. da coloni Greci in una zona fra due fiumi affacciata sul golfo di Taranto. La città prosperò subito e divenne presto una grande metropoli alla guida di un vero e proprio impero molto ricco e potente. Ma con la ricchezza arrivarono i problemi e i conflitti e la città venne distrutta dai nemici e caparbiamente ricostruita per ben tre volte. L'articolo
    5 points
  29. Qualche settimana fa ho pubblicato su CRONACA NUMISMATICA on line una cosa sulle monete delle quali si parla nei Vangeli, associando ai vari episodi, oltre alle monete, quadri emblematici che tali episodi illustrano. A chi interessa consiglio di andare direttamente sul sito di CRONACA NUMISMATICA dove lo potete trovare con un'ottima impaginazione. Comunque allego anche un pdf dell'articolo. Le monete dei Vangeli.pdf.
    5 points
  30. Obbiettivo dei prossimi mesi/anni è quello di mettere assieme una discreta collezione di monete della zecca di Hall (Tirolo), almeno dal 1600 in avanti (1600 - 1806 come limite temporale). Come primo step intendo raccogliere almeno 1 moneta per ogni imperatore e per ogni arciduca. Intanto, questa è la mia raccolta allo stato attuale. Sul pdf che allego, ve ne parlerò: è il risultato automatico di un mio progetto che coltivo da anni (magari qualcuno lo conosce)... Zecca_di_Hall_-_Giugno_2018.pdf
    5 points
  31. "DICHIARO CHE LE MONETE/MEDAGLIE PRESENTATE SONO DI LECITA PROVENIENZA E DI MIA PROPRIETÀ’. CONFERISCO AL MUNACS IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI UNICAMENTE PER SCOPI INERENTI AL PRESENTE CONCORSO" PERSIA Il nome Persia (in persiano antico Pārsa) è stato a lungo usato per riferirsi alla nazione dell'attuale Iran, al suo popolo, o ai suoi antichi imperi. Tale nome deriva dall'antico nome greco dell'Iran, Persis, che a sua volta deriva dal nome del clan principale di Ciro il Grande, Pars o Parsa, che ha dato il suo nome anche a una provincia dell'Iran meridionale, Fārs (in lingua pers
    5 points
  32. Non sono sempre stato concorde con le posizioni di Pietro, ma ne ho sempre riconosciuto e ammirato la passione sincera e l'accanimento nella ricerca dei significati. Già l'aggiornamento che propose al lavoro del Prota, in primis, sulle sigle monetali, ne fecero intuire determinazione e capacità di lavoro. Il nuovo lavoro così vasto come arco temporale e che considera le varianti note, costituirà dopo decine di lustri un superamento sostanziale anche dei lavori del D'incerti e del De Sopo. Non ho ancora l'opera ma provvedero' con golosità ad aggiungerla alla biblioteca spero in settimana. Un r
    5 points
  33. Faccio anche io una capatina qui per dire la mia modestissima opinione. Non intendendomi di monete nostrane strictu sensu, faccio un paio di considerazioni generali per poi cercare di scendere nel particolare. Sono un "novizio" della numismatica, ma è ormai un po' di anni che ho a che fare (da studente prima, dottorando poi, lavoro oggi) con l'economia. Senza dilungarmi, la scienza economica è basata sull'idea di mercato fondato sullo scambio. Da questo punto di vista e da quello che leggo da voi, il mercato numismatico sembra seguire in maniera abbastanza approssimativa la sol
    5 points
  34. @Alberto Varesi e altri... Sui tulipani avevo letto e salvato un articolo (non ricordo dove pubblicato) che si riferiva alla ben nota vicenda di una banca ( la B minuscola è voluta). Ve lo passo quì : Le speculazioni finanziarie sui derivati non sono affatto una invenzione tecnologica, ingegnosamente scoperta dagli analisti finanziari americani, bensì sono un’idea finanziaria del Monte dei Paschi di Siena, che si è espressa 375 anni fa e che allora portò l’Europa alla catastrofe, seminando miseria, povertà e fame. Nei primi decenni del ‘600, grazie all’eccitazione
    5 points
  35. Vero quanto dice l'amico Renzo, @Piakos, la numismatica di medio o basso livello, quella dello spl e del bb o meno, vive da alcuni anni un periodo nero, con prezzi evidentemente ridimensionati che ora sono allineati a quelli di 20 anni fa. questo è dovuto, a mio avviso, principalmente a 2 fattori: 1- la crisi economica, che di fatto ha spazzato via i collezionisti con un portafogli meno capiente, i quali oggi hanno come pensiero fisso il cercare di arrivare a fine mese e non certo le monete 2- il cambiamento di rotta del mercato, orientato sempre più verso le alte conservazioni
    5 points
  36. Vedo, nella sua essenziale semplicità, una bellezza straordinaria in questo topic. Una passione senza condivisione è vuoto pneumatico. La condivisione della conoscenza diventa Cultura e patrimonio per tutti. Il mio augurio alla nostra Amica per l'esito dei Suoi studi e la mia sincera ammirazione per Cliff. Chiedo scusa ad entrambi per l'improvvida intrusione.
    5 points
  37. In questa breve discussione c'e' l'essenza della peculiare bellezza della nostra passione. Non è questione di mettere insieme "pezzi", ma capirne ragioni, contesto, simboli, senso "grafico" (iconografia, epigrafia, paleografia) e artistico. E, sopra tutto, la modestia del collezionista ( o studioso) che, nell'approccio al materiale, e' consapevole dei propri limiti, che esistono sempre e per tutti, nessuno escluso, e accetta di superare le proprie ipotesi quando un'alternativa piu' plausibile - o semplicemente vera - emerge, rendendosi ricchezza per tutti. La mia ammirazione piu' pro
    5 points
  38. Nell'ottocento europeo le idee del liberalismo, arrivate al seguito delle armate napoleoniche, si uniscono ai mai sopiti sogni indipendentisti. ancora una volta la scintilla parte da Parigi: il 22 febbraio 1848 la popolazione scende in armi, il re Filippo abdica e viene proclamata la seconda Repubblica. L'incendio percorre tutta l'Europa, ma è a Milano e a Venezia che i governi provvisori battono moneta. Da notare che in entrambe le città lo stile delle coniazioni, in particolare il rovescio delle monete, si ispira fortemente al modello francese il quale, a sua volta, riprend
    5 points
  39. Salve a tutti! Come primo post volevo mostrarvi l'ultima arrivata: 8 Grana del 1689. La moneta è la stessa che è riprodotta in foto sul MIR Napoli, me lo ho confermato lo stesso autore del libro, Davide Fabrizi, che ringrazio, aggiungendo che la stessa moneta è presente anche sul "Civitas Neapolis", la famosa asta Varesi 42. Volevo conoscere un vostro parere, anche magari da chi l'ha posseduta in passato. Grazie
    5 points
  40. PREMESSA Nell'approssimarsi della Pasqua credo possa interessare una discussione che cerchi di individuare - con la massima precisione consentita - le monete di cui si parla in alcuni episodi dei Vangeli. A questo proposito va ricordata l'ottima mostra, con relativo catalogo, realizzata a Torino nel 1998 e intitolata <Le monete del tempo di Gesù>. Come ben sa chi ha avuto modo di dare una lettura ai testi dei quattro evangelisti - specie se appassionato di numismatica - quando vi si parla di denaro, inteso come oggetto fisico, la terminologia è sempre generica, probabilmente quella
    5 points
  41. Vorrei usare questo post come vetrina bibliografica in cui inserire e descrivere sinteticamente alcune delle opere più interessanti inerenti alla monetazione magnogreca, ciascuno degli amici del forum può aggiungere le opere in suo possesso o che ritiene importanti da possedere e studiare e farne una breve descrizione corredata con foto. Comincio proponendovi uno di quei libri che è bello possedere materialmente: Greek Coins / Colin M. Kraay; Max Hirmer. - Londra: Thames and Hudson, 1966 Si tratta innanzitutto di un libro delizioso da vedere, con ben 20 tavole a colori e 1329 fotog
    5 points
  42. tipologia con pietra focaia, data che ancora non sono riuscito a definire tipologia con ara, 1617, niente sotto l'altare ara, 1619, O (non recensito) sotto l'altare ara 1620, FF
    5 points
  43. 1. CAFARNAO, IL TRIBUTO PER IL TEMPIO <…quelli che riscuotevano la tassa per il Tempio si avvicinarono a Pietro e gli dissero: «Il vostro Maestro non paga la tassa? » Rispose: «Sì». Mentre entrava in casa, Gesù lo prevenne dicendo: «Che cosa ti pare Simone, i re della terra da chi riscuotono le tasse e i tributi, dai propri figli o dagli estranei?», rispose: «Dagli estranei». E Gesù replicò: «Quindi i figli sono liberi. Ma, per evitare di scandalizzarli, va’ al mare, getta l’amo e prendi il primo pesce che viene su, aprigli la bocca e vi troverai una moneta d’argento. Prendila e consegn
    5 points
  44. La ricerca della perfezione, dell'esemplare dai rilievi intatti dalla circolazione e dal contesto di giacitura, con fondi lisci e privi della minima corrosione, pur senza disporre di disponibilità finanziarie adeguate, ha comportato quanto riscontriamo quotidianamente. Per i collezionisti di questi anni la moneta è meritevole di collezione solo in condizioni di perfezione: "se compri BB non sei nessuno!", pensano molti, anche normali stipendiati da 1.500 euro mensili. Se questa perfezione sia reale o presunta è un dettaglio per molti trascurabile (troppo spesso consapevolmente). Il discorso
    5 points
  45. La patina sulla moneta in questione NON mi piace assolutamente. Per una altissima percentuale è fasulla (addirittura da volgarissima candeggina). La mia paura, quando sono le monete importanti ad avere queste "croste" è che si nasconda di proposito una qualche magagna. La casa d'aste la potrà anche definire iridescente......ma personalmente in queste condizioni, anche a prezzi estremamente ragionevoli, me ne terrei alla larga. La patina iridescente a bolle è tutta un'altra minestra! E anche qui bisogna stare attenti perché le sofisticazioni con il fegato di zolfo abbondano. Carlo
    5 points
  46. La moneta è la stessa e ho la netta impressione che proprio il mio articolo abbia suscitato l'attenzione delle autorità. Quando la moneta apparve nell'asta Artemide, che pure citava il mio articolo, in un primo momento era passata inosservata. Ma dal momento che conteneva anche informazioni sulla sua provenienza fu attenzionata e evidentemente oggetto di indagini se era di recente ritrovamento. Può sembrare assurdo, ma a suo tempo, pochi mesi prima della pubblicazione dell'articolo (verso la fine del 2007), avevo avuto dall'estero e in forma anonima le foto (di qualità non eccezionale e in
    5 points
  47. Oggi 2 gennaio 2019 è l’anniversario della morte di mio padre. Ci ha la lasciato nel lontano 1984 all’età di 50 anni, dopo diversi anni di sofferenza, prima a causa di un tumore a milza e ghiandole linfatiche e poi per una paresi che lo ha tormentato per gli ultimi 3 anni di vita (se così la vogliamo chiamare). Come forse saprete, mio padre, era appassionato di modellismo e costruiva bellissimi modelli sia di navi che aerei (e anche altro a dire il vero, ha fatto anche un modello del L.E.M.), modelli sia statici che radiocomandati e tutti fatti “da zero”, senza comodi kit, ma basando
    4 points
  48. Sono d'accordo con Renzo, anche se le motivazioni dietro ad un simile pasticcio non vanno ricercate nella natura del popolo italiano. Per due motivi: il primo è che diffido sempre delle argomentazioni "antropologiche" per spiegare i fatti politici. La qualità media della classe politica è inadeguata in diversi paesi e non distinguerei fra viziosi e virtuosi per questo. Se in più vi aggiungiamo la fallacità delle regole di gioco per la selezione della classe dirigente, il riflesso dei governati sui governanti appare ancor più opaco. Il secondo è che la spiegazione più probabile per un simi
    4 points
  49. http://www.copyrighted.com/copyrights/edit/ppfd-quqr-ktwb-ytqh ATTENZIONE TUTTO IL TOPIC È SOTTOPOSTO A COPYRIGHT. QUALSIASI UTILIZZO DEI CONTENUTI DI QUESTA DISCUSSIONE DEVE ESSERE AUTORIZZATO PER ISCRITTO DAI RISPETTIVI AUTORI. LA CITAZIONE DEI CONTENUTI DEVE INDICARE IL NOME DEGLI AUTORI E LA FONTE. Quanti studiosi di numismatica hanno avuto modo di trattare la produzione monetaria avvenuta a Torre Annunziata, ovvero nella Torre dell'Annunciata? I miei studi bibliografici in merito, la continua lettura dei forum numismatici, spesso mi hanno donato supposizioni più o meno attendibili e
    4 points
  50. Sì, ma i tondelli erano abbastanza grezzi già durante la loro produzione in fase di pre-coniazione quindi è facile confondersi. Ci vorrebbe un occhio molto allenato oltre ad un bagaglio culturale sulle varie produzioni di tondelli fusi. Non dimentichiamo le differenze tra le varie tecniche di fusione più antiche (a cera persa), a centrifuga, eccetera. Ovviamente esistono poi le fusioni moderne che non avvengono con la battitura della cera originale ma per clonazione o addirittura pressofusione.
    4 points
La ricerca dei Migliori Utenti è impostata sull'orario Roma/GMT+02:00
×
×
  • Crea Nuovo...