Vai al contenuto

danieles1981

Responsabile scientifico
  • Numero contenuti

    1702
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    72

Tutti i contenuti di danieles1981

  1. A breve posterò anche dei dati sul potere d'acquisto del paniere di prodotti al dettaglio. Ma penso di spostare l'attenzione non tanto sull'oggetto moneta ma sullo studio...
  2. Colgo il suggerimento di @Giuseppe Gugliandolo per proporre questi dati. Questa tabella rappresenta il valore di 1 Lira nel 1861 rapportata a quella del 2009 1861 8.577,3573 1891 7.570,9720 1921 1.687,4839 1951 30,4135 1981 3,6632 1862 8.525,3733 1892 7.636,7351 1922 1.697,6667 1952 29,1741 1982 3,1486 1863 8
  3. Ho cercato, ma credo davvero di non averlo mai postato. Preparo 2 foto del mio stativo (home-made) e riposto 2 righe di nozionistica varia...
  4. Riguardo la svalutazione della lira rispetto al sistema aureo, avevo preparato una lista e una macro in excel per il calcolo dinamico della cosa... ora la ricerco nel vecchio pc e cerco di preparare un post ad'hoc
  5. La coppiola l'ho pagata qualcosa meno di 900. Questa stai sui 350. Ma ti dirò che il venditore ha fatto un prezzo che in genere non si trova da altre parti...
  6. Grazie @Quintus! Erano anni che volevo rimettere in collezione questa assieme alla sorellona. Ma per vari motivi non ho mai avuto l'occasione (soprattutto economica). Questa volta mi è andata bene... ho ancora un piccolo desiderio, magari per il 41esimo compleanno (50 Lire oro 1911)...
  7. Grazie @Quintus! Certamente, le foto sono mie. Tutte le foto delle monete che ho postato sono fatte da me... Dovrebbe esserci un post da qualche parte dove indico strumenti e metodi che uso per le mie foto...
  8. Questo è il mio esemplare. Ho anche il 37, non bellissimo ma lo tengo solo per un motivo affettivo...
  9. Bellissima moneta! Il 1937 è l'anno più raro (100mila esemplari), dal costo tutto sommato contenuto per le conservazioni medie. Come sempre Carlo propone monete dal fascino unico...
  10. Chiude la coppiola di stasera. Questa è inedita nella mia collezione. Mi piace per modulo, peso e stile. Vittorio Emanuele III (1900-1943) 100 Lire Italia su Prora Anno: 1931 IX - Roma (R) - Au 900; 8,8gr; 23,5mm Gig.9 - Comune - qFDC Rif.: 476 A mio avviso un qFDC ci sta. Per mancanza di colpetti. il "q" ce lo metto per un paio di segnetti nel campo al D\ e per una lieve evanescenza dei rilievi al R\ (che magari è anche colpa del disegno) Ecco la sorellina minore...
  11. Questo è il più accessibile degli aurei della monetazione di Vittorio Emanuele III. Ne avevo una in collezione anni fa, ma era stata ceduta sostituendola per un tallero austriaco. Rientrata oggi in collezione, mi soddisfa... Regno d`Italia Vittorio Emanuele III (1900-1943) 50 Lire Littore 1931 IX - Roma (R) - Au 900; 4,4gr; 20,5mm Gig.20 - Comune - FDC Rif.: 475 L'indicazione FDC del venditore mi trova d'accordo. Nessun colpetto, minimi segni di contatto del tutto trascurabili in mano
  12. Ottimo @Simone93, Complimenti per gli acquisti... piano piano cresce... Eh si, i cataloghi distinguono am/m ma perchè questa è la caratteristica immediatamente tangibile sulla moneta, e sulla quale si nota differenza. Ti mando una mail stasera...
  13. Grazie per il vostro supporto @Quintus e @Ross14. Ne preparo un cartellino con le vostre indicazioni.
  14. Magnetica/non magnetica. Facciamo il punto per @Simone93, così da dargli un po' di nozioni storiche e tecniche. Le monete della serie Impero dal 1936 vennero coniate in nichelio, che è di persè un metallo magnetico. Dal 1939 al nichelio venne aggiunta una quantità di acmonital (una nuova lega metallica, magnetica da sola ma unita al nichel crea una lega "antimagnetica" - vediamo dopo perchè ho l'ho scritto tra virgolette). Dal 1941 in poi il nichel venne completamente eliminato e venne usato il solo acmonital, quindi le monete "tornano" ad essere magnetiche. Quindi nel 1939 e 1940 si trovano m
  15. Spero che @carledo49 non me ne voglia, posto il mio esemplare. La più comune delle bighe. Un paio di graffietti di troppo, un colpettino al bordo...
  16. Dunque, nell'inserzione c'è questa dicitura: Tetricus I Romano-Gallic Emperor, AD 271-274 Billon Antoninianus 20mm, 3,0g Colonia Agrippinensis (Cologne) mint Radiate and cuirassed bust right / Laetitia standing facing, head left, holding wreath and anchor. Good VF
  17. @Quintus, non saprei dove guardare. Ho una indicazione sul titolo dell'inserzione BL, ma non so se può aiutare...
  18. Eccole qui, attendo fiducioso i vostri testi ad integrazione delle mie monete... ve ne sarà grato
  19. Colonia Agrippinensis - Tetricus I (271-274)
  20. Anatolia - Misia - Kyzikus - Constantinus I (307 - 337)
  21. Nicomedia - Commemorativo Follis
  22. Roma - Diocleziano (284-305) - Antoniniano
  23. Ciao a tutti, al prezzo di pochissimi euro, ho acquistato 4 monete di epoca romana. Prese principalmente per assecondare mio figlio nello studio della storia romana. Le indicazioni che ho ottenuto da parte del venditore sono generiche, e mi piacerebbe corredare ogni moneta di quante più informazioni di catalogazione (e magari cenni storici) possibili. Via via le elenco in questo post, spero possiate aiutarmi... vi ringrazio in anticipo
  24. Per quanto riguarda il 5 e 10 centesimi Impero, assicurati di avere 1 emissione in rame e 1 in bronzo. La questione del magnetismo sulle monete da 20c, 50c, 1L e 2L vedo che ultimamente è molto inflazionato. Così come le lek emesse per l'albania
  25. Che pezzone! Sicuramente una conservazione unica per un pezzo fantastico! Il 1930 per questa tipologia è un anno considerato raro (R). La particolarità "inversa" di questo millesimo è che è l'unico anno (1926-1930) in cui non ci sono particolarità. Il 1926 è caratterizzato da 2 emissioni (oltre a quella di prova): una regolare e una definita "bordo largo" (leggermente più rara la seconda). Dal 1927 al 1929 vi sono 2 emissioni: una regolare e una definita "2 rosette". I tondelli forniti dalla SMI presentavano 2 stellette tra il nodo e la scritta FERT, anzichè una come quelli
×
×
  • Crea Nuovo...