Vai al contenuto

Lugiannoni

Utente
  • Numero contenuti

    2113
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    223

Lugiannoni è stato il miglior utente nel giorno 19 Giugno

Lugiannoni ha scritto i contenuti più apprezzati del forum!

Su Lugiannoni

  • Compleanno 20/02/1946

Informazioni Utente

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Piombino

Interessi Numismatici

  • Settore
    Monetazione napoleonica
  • Settore
    Monetazione etrusca
  • Livello Studio
    Studioso autonomo

Donazioni

  • Donazioni
    1 donazione

Visite recenti

15531 visite nel profilo

Lugiannoni's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

  • Week One Done Rare
  • One Month Later Rare
  • One Year In Rare

Recent Badges

997

Reputazione Forum

9

Community Answers

  1. Se, come credo, si tratta della tomba di Vel Pinies, ne parla appunto Catalli nella sua relazione al convegno di Populonia. Sulle pareti della tomba vi sono dipinti due scudi con una A e una protome di cinghiale, due segni che ritroviamo anche su monete tarquiniensi in bronzo. Una ipotesi, ma solo una ipotesi, potrebbe indicare che vi fossero delle produzioni "private" legate a una famiglia o un clan con raffigurato quello che poteva essere un proprio simbolo o stemma; qualcosa, sempre in via ipotetica, di simile alle wappenmunzen ateniesi.
  2. La risposta alla prima domanda è troppo lunga per potersi riassumere in un post. Puoi vedere alcuni testi specifici. F. Catalli - MONETE ETRUSCHE . E' del 1990 ma sempre valido come inquadramento generale. I. Vecchi - ETRUSCAN COINAGE (struck coinage), 2 voll. Indispensabile per uno studio approfondito. AA.VV. - Le monete degli Etruschi a 42 anni dal convegno di Napoli - atti del convegno di Populonia, su Rassegna di Archeologia n.26/2018. Un quadro aggiornato degli studi ad oggi. Per quanto riguarda i "borsellini" non conosco nessuna iconografia.
  3. Come vedi non è una gran bellezza, ma comunque fa parte di una mia piccola collezione - che ho anche inserito nella sezione La tua collezione esposta on-line - dove le monete sono state scelte non tanto per il loro valore numismatico (anche se qualcuna ce l'ha) quanto per la documentazione di momenti storici particolari.
  4. Lugiannoni

    Salve a tutti

    Ben arrivato!
  5. Ne ho una anche io, ma non è bella come quella presentata. Ottimo!
  6. Ti ringrazio ma ho sempre pensato che conoscere e studiare monete non implichi necessariamente conoscerne il valore di mercato. Non a caso vi è spesso un divario notevolissimo tra il valore storico-documentario di una moneta ed il suo valore venale.
  7. Innanzitutto, se devi acquistarla, occorre verificarne la provenienza (vendita regolarmente autorizzata o venditore privato da scavo clandestino?). Per quanto riguarda lo stato di conservazione direi buono, tenendo conto che a Populonia poco si badava alla regolarità del tondello, alla centratura del conio e alla sua integrità. Non dico nulla sul valore perchè se è in vendita presso una casa d'aste sai già quanto è quotata; se al contrario si tratta di una compravendita privata, preferisco non entrarci.
  8. Lugiannoni

    Un Saluto a tutti

    Vans, sono certo che faremo il possibile per aiutarti. Intanto benvenuto!
  9. Lugiannoni

    moneta che non riesco a capire cos'è

    E' una moneta di Luigi XVIII, re di Francia dopo la parentesi napoleonica. Però servirebbero foto migliori, possibilmente il peso e l'indicazione del metallo con cui è stata battuta.
  10. Molto interessante la pressochè identità delle due monete: dopo il periodo dei ritratti "realistici" degli imperatori siamo ormai ad una standardizzazione dei profili. Si potrebbe dire che ad interessare non è tanto l'immagine dell'imperatore in quanto persona, ma come simbolo idealizzato e astratto. Nota minima: il personaggio di Licinio che ne esce è quello di un macellaio!
  11. Moneta bellissima e ricca di fascino. La stessa iconografia del rovescio la troviamo anche nel bel ducato del nipote Ercole I d'Este (1471-1505) che al dritto presenta, invece dell'impresa, un bellissimo ritratto tipicamente rinascimentale.
  12. Non credo ci siano controindicazioni per la carta; sicuramente migliore delle taschine di plastica.
  13. Lugiannoni

    Una "perla" europea...

    Riprendendo una notizia apparsa su CRONACA NUMISMATICA on-line, mi piacerebbe conoscere i vostri pareri in merito a quanto successo per i 2 euro di S.Marino del 2019, dedicati a Leonardo. Tutti, credo, conosciamo <Il battesimo di Cristo> dipinto da Andrea del Verrocchio, quadro cui collaborò il giovane Leonardo dipingendo l'angelo in basso a destra. En passant si può ricordare che tale angelo - e la bravura di cui Leonardo aveva dato prova nel dipingerlo - misero talmente in crisi il povero Verrocchio che cessò da allora di dipingere dedicandosi da allora in poi solo alla scultura. Ora a oltre 500 anni di distanza pare che questo angelo "birichino" abbia creato un altro serio problema. Poichè S.Marino nel 2019 ha pensato di dedicare a Leonardo i 2 euro riproducendo, appunto, il volto dell'angelo leonardesco, pare che a Bruxelles i burocrati, preda di delirio da politically correctness , abbiano proibito di collocare sulla moneta una figura che avesse richiami religiosi; ragion per cui sulla moneta sammarinese compare un volto efebico e lievemente effemminato - forse un ulteriore esempio di politically correctness nei confronti della comunità Lgbt? - privo appunto di quel connotato - l'aureola - che ne faceva, al contrario, un bellissimo volto "angelico".
×
×
  • Crea Nuovo...