Vai al contenuto

Lugiannoni

Responsabile Editoriale
  • Numero contenuti

    2104
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni da Miglior Utente

    220

Tutti i contenuti di Lugiannoni

  1. Ti ringrazio ma ho sempre pensato che conoscere e studiare monete non implichi necessariamente conoscerne il valore di mercato. Non a caso vi è spesso un divario notevolissimo tra il valore storico-documentario di una moneta ed il suo valore venale.
  2. Innanzitutto, se devi acquistarla, occorre verificarne la provenienza (vendita regolarmente autorizzata o venditore privato da scavo clandestino?). Per quanto riguarda lo stato di conservazione direi buono, tenendo conto che a Populonia poco si badava alla regolarità del tondello, alla centratura del conio e alla sua integrità. Non dico nulla sul valore perchè se è in vendita presso una casa d'aste sai già quanto è quotata; se al contrario si tratta di una compravendita privata, preferisco non entrarci.
  3. Lugiannoni

    Un Saluto a tutti

    Vans, sono certo che faremo il possibile per aiutarti. Intanto benvenuto!
  4. Lugiannoni

    moneta che non riesco a capire cos'è

    E' una moneta di Luigi XVIII, re di Francia dopo la parentesi napoleonica. Però servirebbero foto migliori, possibilmente il peso e l'indicazione del metallo con cui è stata battuta.
  5. Molto interessante la pressochè identità delle due monete: dopo il periodo dei ritratti "realistici" degli imperatori siamo ormai ad una standardizzazione dei profili. Si potrebbe dire che ad interessare non è tanto l'immagine dell'imperatore in quanto persona, ma come simbolo idealizzato e astratto. Nota minima: il personaggio di Licinio che ne esce è quello di un macellaio!
  6. Moneta bellissima e ricca di fascino. La stessa iconografia del rovescio la troviamo anche nel bel ducato del nipote Ercole I d'Este (1471-1505) che al dritto presenta, invece dell'impresa, un bellissimo ritratto tipicamente rinascimentale.
  7. Non credo ci siano controindicazioni per la carta; sicuramente migliore delle taschine di plastica.
  8. Lugiannoni

    Una "perla" europea...

    Riprendendo una notizia apparsa su CRONACA NUMISMATICA on-line, mi piacerebbe conoscere i vostri pareri in merito a quanto successo per i 2 euro di S.Marino del 2019, dedicati a Leonardo. Tutti, credo, conosciamo <Il battesimo di Cristo> dipinto da Andrea del Verrocchio, quadro cui collaborò il giovane Leonardo dipingendo l'angelo in basso a destra. En passant si può ricordare che tale angelo - e la bravura di cui Leonardo aveva dato prova nel dipingerlo - misero talmente in crisi il povero Verrocchio che cessò da allora di dipingere dedicandosi da allora in poi solo alla scultura.
  9. Lugiannoni

    Moneta o medaglia ?

    Senza vederla direttamente e impossibile, almeno per me, valutare l'autenticità di una moneta. Puoi provare a farla vedere , se dove abiti c'è un negozio di numismatica o comunque un esperto.
  10. Il segno è relativo allo zecchiere Agnolo Fraschini, ultimo zecchiere della repubblica senese e zecchiere della breve Repubblica di Siena ritirata in Montalcino (1556-59). Per alcuni anni operò anche a Parma. Di lui si hanno poche altre notizie: quando passò da Siena a Montalcino fu condannato a morte in contumacia dai nuovi governati filo-medicei.
  11. Lugiannoni

    Moneta o medaglia ?

    Sembrerebbe una moneta commemorativa per il centenario della nascita del pittore brasiliano Candido Portinari.
  12. Lugiannoni

    Compleanno Admin

    Caudio, tantissimi auguri!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  13. https://www.cronacanumismatica.com/le-tante-monete-per-l-esilio-di-dante/
  14. Lugiannoni

    Tanti auguri a... Lugiannoni

    GRAZIE DI CUORE A TUTTI!!!!!!
  15. In effetti la moneta è anche pubblicata nel volume di I. Vecchi, ma la foto l'ho trovata ricercando sulla rete. Per quanto riguarda la rarità, Vecchi ne censisce solo 10.
  16. Se ti interessava la tipologia di una semuncia vetuloniese Bronzo, forse III sec. a.C.; peso oscillante tra gr 1,02 e 5,95.
  17. Credo si debba distinguere tra le situazioni "di fatto" e quelle "strutturali". Cesare aveva i poteri che appartenevano ad un dictator dotato di imperium, poteri che erano limitati nel tempo ed attribuiti in casi di estremo pericolo per Roma. Ovviamente Cesare estese questi poteri in un tempo illimitato ma tutto nel rispetto, non solo formale, dell'organizzazione statuale repubblicana, giustificandoli "giuridicamente" sulla situazione politica fortemente critica di Roma. Del resto poco prima di lui Silla aveva avuto gli stessi poteri di Cesare, oltretutto gestiti in maniera dispotica
  18. Nel ricordare e celebrare gli ottocento anni dalla morte dio Dante, viene spontaneo chiedersi, da appassionati di numismatica, se il Poeta abbia mai parlato, nella sua opera maggiore - la Commedia - in maniera precisa delle monete del suo tempo ma la risposta è sostanzialmente negativa. Malgrado che nel suo peregrinare fosse venuto a contatto diretto con la monetazione di quasi tutta l'Italia del centro-nord e con quella francese e, forse venasina, oltre un accenno fatto nel Convivio alle "santalene" - probabilmente monete bizantine utilizzate come medaglie devozionali, vista la frequen
  19. Parto dal fondo. Che ci siano dei personaggi troppo sprovveduti o troppo furbi da comperare monete "dubbie" non mi meraviglia; semmai è più inquietante che alcune case d'asta, dotate di esperti, continuino a proporle. So che Italo, con cui ho avuto modo di parlare e scambiare opinioni durante il convegno di Populonia e con il quale mi sento periodicamente via mail, stia lavorando più che ad una revisione - revisione relativa alle attribuzioni già in parte anticipata durante il convegno e pubblicata nei relativi atti - ad un aggiornamento, visto che dal tempo di pubblicazione di ETRUSCAN
  20. Francamente quando sono entrato nel forum la foto era già lì e probabilmente era stata a suo tempo scelta perchè, come tipologia, era fortemente emblematica e rappresentativa della monetazione etrusca. Ovviamente non avendola mai vista direttamente non mi sentirei di affermare niente a favore o contro la sua autenticità, specie per una moneta d'oro etrusca. Per testare l'autenticità sono fondamentali le analisi chimiche non distruttive, come l'analisi XRF; in questo senso è interessante la relazione sulle monete auree etrusche presentata nel convegno sulla monetazione etrusca tenuto
  21. Penso che l'indice di rarità non sia legato esclusivamente al volume della tiratura di zecca, ma tenga conto di quante monete di quel millesimo e di quella zecca sono in circolazione oggi; dato questo forse in parte soggettivo ma riscontrabile valutando lo storico dei passaggi in vendita.
  22. Non tanto per il dubbio che sia falsa, ma principalmente perchè, a occhio e croce, avrei qualche dubbio sulla provenienza (salvo che non abbia regolare attestazione di lecita origine).
×
×
  • Crea Nuovo...