Vai al contenuto

Un plauso alla Benemerita ed alla Magistratura


Recommended Posts

http://www.lasicilia.it/news/ultimi-aggiornamenti/23418/rocca-di-entella-fermati-due-tombaroli-avevano-gia-depredato-20-monete-antiche.html?refresh_ce

Presi dai Carabinieri in flagranza di reato e condannati per direttissima.

Anche se la pena (minima) è stata sospesa, speriamo che li tengano sott'occhio per il futuro e speriamo che le monete siano messe a disposizione del popolo italiano, cui appartengono...

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

veramente un bell'intervento

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In realtà la domanda sarebbe un'altra: ma perché la Sovrintendenza, sapendo che nel sito ci sono beni da scavare, non organizza una campagna di scavi?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non faccio parte di alcuna Soprintendenza, ma per ragioni di lavoro ho avuto (e conservo tuttora) rapporti ultratrentennali con la Soprintendenza Archeologica della Toscana  (e anche se si parla della Sicilia i problemi sono gli stessi) e ho avuto modo di organizzare e/o partecipare a campagne di scavo.

Le ragioni della mancanza di un intervento a Entella così come a Pestum così come a Populonia, ecc. è dovuta banalmente alla cronica mancanza di fondi sufficienti a monitorare ed intervenire sulla totalità di un'area archeologica. A uesto si somma una scarsa considerazione per gli interventi archeologici - ritenuti improduttivi, tranne rare e mediaticamente sfruttabili eccezioni - da parte dello Stato.

Basti pensare che in base alla nuova riforma (?) Franceschini le soprintendenze archeologiche sono state smantellate e gli archeologi posti alle dipendenze dei prefetti (!); in tal modo, ad esempio in Toscana, i responsabili   dell'area  di Populonia (non di Roccacannuccia!), non solo risponderanno gerarchicamente al prefetto di Pisa, ma sono alle dirette dipendenze del soprintendente ai Monumenti di Pisa, che è un architetto e che non è tenuto a sapere una beata m...a dei problemi dell'archeologia populoniese.

Scusate lo sfogo, ma mi è insopportabile che dei profondi ignoranti della materia (ma non solo di essa) legiferino  in base ad un preteso "nuovismo" che in realtà si tradurrà, nella pratica, in ulteriori scempi del nostro prezioso patrimonio archeologico. Altro che due poveri grulli col metal detector!

  • Mi piace 4

<Melius est dare quam accipere>

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Intanto hanno acchiappato due MD con qualche monetina..

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

buona notte a tutti, tempo fa ho visto in TV. un servizio sullo stato di abbandono e degrado della necropoli etrusca di Cerveteri  (che ho anche visitato di recente)girato di notte mostra il via vai di macchine e persone nell'area  all'esterno della zona aperta al pubblico, che è vastissima e ancora in parte inesplorata, i nuovi tombaroli ora sono dei paesi dell'est e non sono discreti e silenziosi come quelli autoctoni oramai estinti, ma piuttosto arroganti ed aggressivi tanto che la troupe ha dovuto battere in ritirata perché pesantemente minacciata, probabilmente a conti fatti avranno valutato bene il rischio-beneficio .Le autorità intervistate nel servizio si discolpano dicendo che per mancanza di fondi non possono presidiare i siti a rischio, io credo semplicemente che la verità stia nel fatto che è meno rischioso pizzicare due ingenui MD piuttosto che affrontare loschi figuri senza scrupoli nel cuore della notte, tanto più se si è perso del tutto quel poco di amor patrio che un tempo armava le forze dell'ordine, se pensate che i nuovi criminali di importazione agiscano forti della mancanza della certezza della pena beh...vi sbagliate di grosso perché in Italia se c'è una certezza è che facciamo proprio pena.

  • Mi piace 3
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mettiamola così: i due MD sono stati pizzicati (giustamente) perché stavano commettendo un reato; e ciò indipendentemente dal valore delle monete e dallo stupro delle stratificazioni.

Fanno invece male le Autorità (Ministero, Soprintentednze etc. etc.) a non intervenire; ma qui la partita è politica e si gioca su altri fronti...e fondi (...se dessero 45 euro al giorno per tre mesi a ciascuno studente di archeologia, da giugno a settembre, organizzato in gruppi, con tanto di archeologi , sai quate cose verrebbero fuori?)

Ciò non giustifica i molti nullafacenti ministeriali.

Per i Carabinieri dei nuclei TPC, il discorso è quasi esclusivo di fondi. Essi sono una forza di polizia ed il loro compito è (anche) presidiare il territorio. Ma se il Ministero non gli stanzia i soldi...siamo punto e accapo...

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guagliò...diciamo delle verità.

I nuclei prevengono...non hanno tempo, disponibilità, tempo evoglia, per andare "in loco" a pizzicare tutti di notte e di pomeriggio...o anche a seguire la mattinata del MDtorista.

E allora?

Allora schedano tutti...dietro info ricevute da chi di prassi e che sta (anche) nei campi. Eh eh eh!... Poi vanno a far visita. Ih ih ih! :14_relaxed:

Ve piass...?

Se dobbiamo raccontare...raccontiamola bene. Il caffè è un piacere se non è 'bbono che piacere è? Altrimenti ci limitiamo a dare notizie extra contesto...e suscitiamo anche interrogativi. Come mai questi sono diventati tifosi dei controllori? Bòh!? Vuoi vedere che...chissà!

VI /ci conoscono tutti. Sanno chi siamo. Perchè scriviamo. Cosa e dove acquisiamo. Come la pensiamo. Chi... frequentiamo. E, quindi, si regolano di conseguenza...

Se da ultimo sono arrivati degli animali da scavo e da tartufo dall'est...come nella decadenza dell'Impero Romano (la storia si ripete...), i Nuclei prenderanno/stanno prendendno le misure anche a costoro...statene tranquilli. Sono in gamba e non li puoi fegare i nostri Tutori.

Ecco...tanto per dire le cose oltre le facciate e oltre lo standard...come si addice ad un Forum qualitativo e informato come, modestamente, è il nostro e che ha per statuto il contrasto ai saccheggi.

:14_relaxed:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, carnesala dice:

Mettiamola così: i due MD sono stati pizzicati (giustamente) perché stavano commettendo un reato; e ciò indipendentemente dal valore delle monete e dallo stupro delle stratificazioni.

Fanno invece male le Autorità (Ministero, Soprintentednze etc. etc.) a non intervenire; ma qui la partita è politica e si gioca su altri fronti...e fondi (...se dessero 45 euro al giorno per tre mesi a ciascuno studente di archeologia, da giugno a settembre, organizzato in gruppi, con tanto di archeologi , sai quate cose verrebbero fuori?)

Ciò non giustifica i molti nullafacenti ministeriali.

Per i Carabinieri dei nuclei TPC, il discorso è quasi esclusivo di fondi. Essi sono una forza di polizia ed il loro compito è (anche) presidiare il territorio. Ma se il Ministero non gli stanzia i soldi...siamo punto e accapo...

 

45 euro al giorno agli archeologi per salvaguardare il nostro patrimonio storico no! Però 30 per chi viene nel nostro paese senza che gliene importa qualcosa della nostra storia e della nostra cultura li sborsano senza battere ciglio.... 

Scusate lo sfogo 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In riva al mare, sopra gli scoglietti bassi o sulle rampe per l'alaggio (tradotto per i terragni: rampa tramite la quale si tira a terra una barca), nel punto in cui il mare lambisce la terra si forma quasi sempre un verde tappeto morbido di alghette che sono più scivolose del sapone e contribuiscono a rendere il lavoro degli ortopedici meno noioso. Ma non sono mai più scivolose del terreno nel quale ci stiamo incamminando con questa discussione.

Nessuno, credo, possa minimamente pensare che le forze dell'ordine preposte alla tutela debbano magari chiudere un occhio  nè che la magistratura possa sorvolare sopra un reato di fronte ad un MDetettorista che gira in aree archeologiche, facendo spesso danni notevolissimi. 

Ma tutti sappiamo che le leggi - ed i conseguenti reati - non sono immutabilmente incise nel marmo; tanto per fare un esempio chiaro, una trentina di anni fà esisteva il delitto d'onore che oggi fortunatamente è scomparso dal codice. 

Allora il vero nodo che andrebbe  affrontato è la presa d'atto che così come in Italia si è intesa la tutela non ha funzionato e non funzionerà finchè lo Stato continuerà a dare per presupposto che i cittadini siano TUTTI una massa di potenziali ladri, evasori, tombaroli.

Modificare la legislazione, prendendo anche spunto da esperienze europee, fornire agli addetti alla tutela mezzi tecnici e finanziari adeguati alla grande ricchezza archeologica del nostro paese, sollecitare la collaborazione di associazioni e singoli collezionisti (mi riferisco in particolare al mondo numismatico) nella tutela e nello studio: ecco alcune ipotesi sulle quali la nostra classe dirigente potrebbe ragionare e possibilmente legiferare.

 

<Melius est dare quam accipere>

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

<Modificare la legislazione, prendendo anche spunto da esperienze europee, fornire agli addetti alla tutela mezzi tecnici e finanziari adeguati alla grande ricchezza archeologica del nostro paese, sollecitare la collaborazione di associazioni e singoli collezionisti (mi riferisco in particolare al mondo numismatico) nella tutela e nello studio: ecco alcune ipotesi sulle quali la nostra classe dirigente potrebbe ragionare e possibilmente legiferare. > cit. Lugiannoni

...quasi d'accordo. Secondo me, tuttavia, la legislazione va bene; sarebbe meglio interpretabile di nuclei TPC e quindi da Pubblici Ministeri, che dovrebbero fare maggior tesoro delle sentenze delle Corti di merito e soprattutto della Suprema Corte di Cassazione, grazie alle quali - da tempo - è stato sancito il diritto dei privati al possesso di monete antiche (e beni archeologici in generale). Così si eviterebbe il rischio che collezionisti per bene subiscano ingiusti e lunghi processi e tombaroli e ricettatori, grazie alle stesse lungaggini si vedrebbero prescritto ilo reato e magari restituito il malloppo...

Certo è che se le Soprintendenze e gli stessi nuclei TPC avessero più fondi, renderebbero più difficile il compito ai tombaroli (saccheggiatori del patrimonio della Repubblica) e tutelerebbero meglio quanto scoperto.

Abbiamo capito che il Governo intende dirottare altrove i proventi delle tasse...

Modificato da carnesala
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@carnesala Credo invece che il problema vada risolto a monte, cioè nella filosofia che sta alla base di ogni impianto legislativo. Il cittadino, e insisto su questo punto, deve essere considerato come un collaboratore dello Stato e non un nemico.

Ricordo, en passant, che il pescatore che rinvenne l'anfora di Baratti  passò diverse "peripezie" prima che gli venisse riconosciuta la buona fede e passarono molti anni prima che gli venisse riconosciuto il compenso previsto dalla legge.

In un'altra occasione - occasione della quale fui testimone - una subacquea che aveva rinvenuto sul fondo marino uno splendido elmo etrusco in bronzo e lo aveva spontaneamente consegnato, ebbe anch'essa dei problemi perchè l'aveva trattenuto alcuni di giorni prima di consegnarlo.

Per non parlare del fatto che conosco il caso di sequestri di monete effettuati a collezionisti  possessori di MD e  che hanno riguardato - giustamente - monete romane ma anche, ne elenco alcune per il tutto, 5 franchi di Lucca e Piombino, 9 cavalli di Ferdinando IV , 10 soldi di Vittorio Amedeo III, ecc. tutti considerati <beni di interesse ai sensi della normativa vigente ex art. 10 del Codice dei BBCC>.

Ogni commento è inutile!

 

 

  • Mi piace 1

<Melius est dare quam accipere>

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poveri...poveri noi...

: TEARS :

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Lugiannonni: quello che dici conferma la mia tesi: la legge è buona. Quello che difetta è la sua interpretazione.

Chissà se riusciremo nell'intento di creare un seminario con Magistrati (giudicanti e requirenti), Carabinieri del nucleo TPC, GdF, Soprintendenze, studiosi e collezionisti, per discutere con serenità e magari uscir fuori con un protocollo operativo...

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@carnesala in teoria hai ragione, ma in pratica siamo sempre nel paese di Azzeccagarbugli, dove le leggi - piene di rimandi, di codicilli, di frasi volutamente oscure e sibilline -possono, appunto, dare vita a innumerevoli interpretazioni tra loro spesso  contrastanti.

Facciano una legge chiara e l'interpretazione sarà univoca.

<Melius est dare quam accipere>

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon pomeriggio,correggetemi se sbaglio ma in alcune provincie del nord Italia credo che rilascino dei tesserini ai possessori di MD che di fatto collaborano con le autorità  e/o con le soprintendenze,possibile?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A occhio e croce mi pare strano. Chi dovrebbe rilasciare le autorizzazioni, le Soprintendenze? I carabinieri? la Prefettura?

Comunque attiviamoci per raccogliere informazioni più precise in merito, chissà ......

<Melius est dare quam accipere>

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esiste un link della Regione Veneto:

http://bur.regione.veneto.it/BurvServices/pubblica/DettaglioDgr.aspx?id=240507

nel quale , a chi ne fà richiesta, rilascia una specie di patentino o autorizzazione per le ricerche nei luoghi della Grande Guerra.

In molti (MD) l'hanno scambiata per un "lasciapassare alla ricerca", in realtà l'articolo 3 cita:

3. I reperti mobili e i cimeli di guerra devono essere individuati a vista o comunque essere affioranti
dal suolo: devono essere recuperati con l’uso delle mani o con mere movimentazioni di superficie,
intese come azioni di rimozione del fogliame, sassi o altro materiale di deposito che copra il
reperto affiorante dal terreno, anche con l’utilizzo di utensili ed attrezzature utili per localizzare,
individuare e rimuovere in sicurezza gli oggetti rinvenuti, con l’esclusione assoluta di operazioni
di scavo. Chiunque effettui attività di raccolta di reperti mobili o cimeli in difformità da quanto
esposto dall’articolo 3, comma 1, della legge regionale 17/11 è punito con la sanzione
amministrativa da euro 100,00 a euro 1.000,00.
L’autorizzazione non consente alcun distacco di stemmi, graffiti, lapidi, iscrizioni, tabernacoli
nonché alcuna rimozione di cippi e monumenti.
4. L’uso dell’attrezzatura è da intendersi quale supporto per meglio distinguere la natura dell’oggetto
e per agevolare il recupero in sicurezza, fermo restando il dovere di non alterare significativamente
lo stato dei luoghi (vedasi successivo art. 3 comma 3).

In pratica è un permesso alla circolazione sui boschi e monti , tipo cercatore di funghi.....

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Al liceo scientifico concludevamo i problemi di matematica - non so se usi ancora - con la formula CVD.

Questa formula, alla luce di quanto ho scritto nel mio intervento precedente, la potrei mettere ai piedi della LR del Veneto.

Si dice infatti < 3. I reperti mobili e i cimeli di guerra devono essere individuati a vista o comunque essere affioranti dal suolo: devono essere recuperati con l’uso delle mani o con mere movimentazioni di superficie, intese come azioni di rimozione del fogliame, sassi o altro materiale di deposito che copra il reperto affiorante dal terreno...>  e poi si conclude il comma con <... l’esclusione assoluta di operazioni di scavo.>

Ecco spuntare il sottile ed ambiguo dottor Azzeccagarbugli, e vediamo perchè.

Se uno  cerca (e può solo prelevare) oggetti in superficie non ha alcun bisogno del MD, il quale notoriamente serve ad individuare cose sepolte; ma il legislatore veneto aggiunge che il cercatore - che può solo, lo ripeto, prelevare oggetti in superficie,  può comunque farlo <anche con l’utilizzo di utensili ed attrezzature utili per localizzare...>. 

Quindi il nostro cercatore con il MD si limita a prelevare dalla superficie oggetti militari e funghi, se è la stagione; poi il MD suona ed il nostro "stoico"cercatore che fa? Dice a sè stesso, novello Amatore Sciesa, "Tiremm innanz" oppure recupera lestamente l'oggetto sepolto, gli da una pulita e lo spaccia come rinvenuto in superficie?

Modificato da Lugiannoni
Nome errato
  • Mi piace 1

<Melius est dare quam accipere>

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nelle ricerche di cimeli della guerra, il MD ha sopratutto la funzione di prevenire il contatto accidentale del cercatore con residuati bellici potenzialmente ancora pericolosi (ad esempio le bombe a mano inesplose) I tesserini rilasciati ai cercatori possono anche presupporre la collaborazione di questi ultimi con le Soprintendenza o le altre autorità,  ma non la garantiscono certamente. Cascun tesserato agirà in funzione della propria coscienza.

c57

Modificato da caravella57
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, caravella57 dice:

Amatore Sciesa, non Salvatore.

c57

Chiedo venia; i ricordi storico-liceali hanno talvolta degli appannamenti! :)

<Melius est dare quam accipere>

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...