Vai al contenuto

Recommended Posts

               Altro nominale per uso esclusivo della Sardegna, post riforma 1768 di Carlo Emanuele 3. Cinque anni consecutivi di coniazione (1768/1772) per un totale complessivo di 485.451 unità. Il quarto di scudo d'argento, corrispondente a 2,5 Reali, aveva le seguenti caratteristiche:

argento 896/1000

peso 5,59/5.89g

Diametro tra i 27 ed i 28mm

zecca di Torino

contorno ornato

incisore Lorenzo Lavy

Al Dritto: testa del Re con lunga capigliatura, rivolta a sinistra. Intorno: CAR EM D G REX SAR CYP ET IER.  In esergo millesimo di coniazione

Al Rovescio: scudo sardo accartocciato sormontato da corona, avvolto in basso dal collare dell'Annunziata. Intorno: DVX SAB ET MONTISFER PRINC PED &

Il millesimo 1770 è quello che presenta il maggior numero di varianti.


 

Tipico, anche per queste monete il conio poco curato ed un'impronta abbastanza bassa. Già la condizione di SPL è abbastanza rara.

I primi millesimi sono considerati non comuni, le rarità solo negli ultimi due.

L'esemplare postato (Simonetti 35/13, Montenegro 205), proveniente da collezione privata, è stato periziato da Montenegro come BB

 

009.JPG

011.JPG

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon esemplare per la tipologia 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...